24 Febbraio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 15/02/2017, 11.19

    PAKISTAN

    Commissione Giustizia e pace: Dura condanna per l’attentato di Lahore

    Shafique Khokhar

    I vertici della Commissione hanno firmato una dichiarazione congiunta. L’attacco suicida è costato la vita a 13 persone, tra cui due poliziotti. Veglia di preghiera e fiaccolata nella cattedrale. Il governo applichi il National Action Plan contro il terrorismo e fornisca alle forze di sicurezza un equipaggiamento adeguato.

    Lahore (AsiaNews) – La Commissione nazionale Giustizia e pace (Ncjp) della Conferenza episcopale pakistana esprime una netta condanna dell’attentato di Lahore del 13 febbraio scorso, costato la vita a 13 persone, tra cui due poliziotti, e provocato il ferimento di altri 85. In una dichiarazione congiunta, mons. Joseph Arshad, presidente della Ncjp, p. Emmanuel Yousaf, direttore nazionale, e Cecil S. Chaudhry, direttore esecutivo, affermano che “l’uccisione di manifestanti innocenti e del personale di polizia è inaccettabile”. “Mentre porgiamo le condoglianze per le vittime – aggiungono – e manifestiamo grande rispetto per i funzionari assassinati, preghiamo per le loro famiglie e per i feriti”.

    I vertici della Chiesa cattolica denunciano che “ancora una volta la capitale provinciale del Punjab è stata attaccata con brutalità dagli estremisti”. L’attacco suicida di fronte alla Punjab Assembly, dove era in corso una manifestazione di circa 400 farmacisti, è stato rivendicato dal gruppo islamico Jamat-ul-Ahrar, una fazione del Tehreek-i-Taliban Pakistan (Ttp), bandito in Pakistan. I radicali hanno avvertito che continueranno a colpire gli uffici statali come forma di ritorsione dei confronti del giro di vite contro il terrorismo avviata da Islamabad.

    La Ncjp e la diocesi di Faisalabad hanno organizzato una fiaccolata e una veglia di preghiera presso la cattedrale di Lahore, per manifestare solidarietà ai martiri e vicinanza ai loro familiari. All’evento hanno partecipato sacerdoti, suore, studenti, insegnanti e molti esponenti civili e politici. I presenti hanno chiesto al governo di adottare azioni decise contro i terroristi e di assicurare che nel Paese venga rispettato lo stato di diritto.

    La Commissione ha invitato il governo ad “assicurare alla giustizia gli autori del gesto, indagare l’origine dell’intolleranza degli elementi estremisti e rafforzare le misure a protezione di tutti i cittadini”. Nonostante l’allerta di possibili attentati, aggiungono i cattolici, “le autorità hanno fallito. Come Commissione, chiediamo che vengano attuate le iniziative previste nel National Action Plan [la politica di contrasto al terrorismo approvata nel 2015 da Islamabad in seguito all’attentato dei talebani contro la scuola militare di Peshawarndr]. Esso deve essere la priorità, se il governo vuole sradicare il terrorismo e l’estremismo dal Paese”.

    Inoltre, conclude la dichiarazione della Commissione, i leader di Islamabad “devono fornire un equipaggiamento adeguato al personale della sicurezza, impegnato nel rischioso e coraggioso compito di disinnescare ordigni esplosivi in tutto il Paese”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    29/03/2016 15:32:00 PAKISTAN
    Giustizia e pace: Il governo affronti il fondamentalismo una volta per tutte

    La Commissione episcopale: “Uccidere in nome della religione è inaccettabile, tanto più se a morire sono degli innocenti. Le risposte militari però non bastano: serve una campagna ad ampio raggio che individui e sradichi le radici del fondamentalismo violento”.



    07/09/2016 09:04:00 PAKISTAN
    Commissione Giustizia e pace: Madre Teresa, un testamento per tutta l’umanità

    Profonda gioia per la canonizzazione avvenuta in Vaticano il 4 settembre. Mons. Arshad: “La Madre ha mostrato che servire gli altri prima di se stessi sconfiggerà il male attuale”. Sacerdote e attivista ricorda il messaggio della santa: l’amore, un “linguaggio che tutti capiscono”.



    29/12/2016 15:06:00 PAKISTAN
    Punjab, alcol tossico a Natale. Commissione Giustizia e pace prega per le 43 vittime

    I morti, in maggioranza cristiani, avevano consumato alcol fatto in casa. In Pakistan il consumo di bevande alcoliche è proibito ai fedeli musulmani. Gli unici esenti dal divieto sono le minoranze e i turisti. Stretti controlli e povertà fanno proliferare le soluzioni “fai-da-te”, che spesso contengono metanolo.



    17/11/2016 15:56:00 PAKISTAN
    Peshawar, i partiti islamici impediscono la revisione dei programmi scolastici

    In tutto il Paese i libri di testo sono pieni di pregiudizi e commenti discriminatori verso le minoranze. Nel Sindh e Punjab inclusi capitoli sul ruolo delle donne e di noti filantropi. Una ricerca effettuata dalla Commissione nazionale Giustizia e Pace.



    26/09/2009 PAKISTAN
    Nelle scuole del Pakistan tutti obbligati a studiare l’islam
    La Commissione giustizia e pace della Chiesa pakistana critica le nuove linee guida per l’istruzione pubblica. Preoccupazione anche per i libri di educazione civica che offrono solo il punto di vista islamico.



    In evidenza

    LIBANO
    Trump, Marine Le Pen e il Medio oriente: il Libano contro muri e divisioni

    Fady Noun

    L’inizio della presidenza Trump ha segnato la “babelizzazione” della società americana. Ciascun Paese riversa il suo odio contro un nemico esterno. La crisi globale attuale ha radici religiose. Al cuore del caos vi è la minaccia jihadista. Laterza guerra mondiale non si vince con i droni, ma usando moderazione e promuovendo l’incontro e il confronto. 

     


    EGITTO – ISLAM
    Al Azhar sotto l’influenza dell’islamismo di Daesh

    Kamel Abderrahmani

    Le istituzioni religiose ufficiali e le università cosiddette islamiche sono la causa dell’immobilità del mondo musulmano. I programmi insegnati ad Al Azhar e la letteratura usata sono gli stessi che sono applicati sul terreno da tutti i terroristi armati. Nessun paragone possibile fra Al Azhar e il Vaticano. Il Vaticano ha ospitato musulmani irakeni e siriani che fuggivano la guerra. Al Azhar non ha fatto nulla per cristiani e Yazidi. La persecuzione verso Mohamed Nasr Abdellah, desideroso di modernizzare l’islam. Il commento di uno studente musulmano.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®