11/06/2014, 00.00
COREA DEL SUD
Invia ad un amico

Corea, raid della polizia in un ritiro evangelico per stanare il proprietario del Sewol

Yoo Byung-eun, il proprietario "di fatto" del traghetto affondato in aprile, è fuggitivo. Per trovarlo circa 4mila poliziotti si sono recati di mattina presto all'interno del Geumsuwon, un ritiro spirituale nei pressi di Anseong. I membri della Setta della Salvezza hanno messo in scena un sit-in di protesta ai cancelli principali, sostenendo che la chiesa non ha nulla a che vedere con le accuse mosse dagli investigatori.

Seoul (AsiaNews) - Un gruppo di funzionari della pubblica sicurezza sudcoreana si è aperto questa mattina la strada con la forza all'interno del Geumsuwon, un ritiro spirituale nei pressi di Anseong (provincia di Gyeonggi), per arrestare i complici di Yoo Byung-eun, il proprietario "di fatto" del traghetto affondato Sewol. La polizia ha arrestato diverse persone, sospettate di aver aiutato Yoo a fuggire dalla polizia e di avergli fornito un rifugio dove nascondersi. Il Geumsuwon è di proprietà della setta della Salvezza, gruppo evangelico guidato proprio dal 73enne fuggitivo.

Le autorità ritengono che Yoo sia il vero proprietario della Chonghaejin Marine Co., che gestiva il Sewol: la nave si è inabissata lo scorso 16 aprile davanti alle coste sud-occidentali del Paese, uccidendo 300 persone di cui la maggior parte studenti liceali in gita. Nonostante l'inchiesta, Yoo è tuttora il membro fondatore più influente della Setta.

Per stanarlo circa 4mila poliziotti si sono recati di mattina presto nel ritiro religioso, grazie a un ordine del tribunale che consentiva loro arresti e perquisizioni. Sia l'ufficio del Procuratore che la polizia ritengono due donne, seguaci della setta, "molto vicine" a Yoo. Alcune centinaia di fedeli hanno costruito delle palizzate protettive davanti al Geumsuwon, situato sulle montagne a 80 chilometri da Seoul, ma non hanno cercato di bloccare la polizia dall'entrare nella proprietà.

I membri della setta hanno messo in scena un sit-in di protesta ai cancelli principali, sostenendo che la chiesa non ha nulla a che vedere con le accuse mosse dagli investigatori. Yoo è ricercato per molteplici accuse di corruzioni e irregolarità che, secondo le autorità, hanno portato a una scorretta gestione del traghetto e quindi al suo affondamento. 

 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Corea, identificato il corpo senza vita del proprietario del traghetto affondato Sewol
22/07/2014
Corea, il cadavere ritrovato "non è del proprietario del Sewol"
31/07/2014
Card. Yeom: Serve un’inchiesta sul Sewol, tragedia che ha distrutto i nostri valori
16/04/2015
Battezzato dal papa in Corea: 500 chilometri di Rosari e inchini per chiedere giustizia sul Sewol
25/02/2015
Ribaltato il verdetto sul Sewol: ergastolo al capitano del traghetto che fece morire 300 persone
28/04/2015