28 Maggio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 17/09/2012, 00.00

    RUSSIA

    Croci divelte in Russia e slogan pro Pussy Riot su una chiesa in Georgia

    Nina Achmatova

    Continuano episodi di intolleranza dopo la condanna della band punk femminista russa. Nella Chiesa ortodossa acceso il dibattito tra chi denuncia una campagna di anti-clericalismo e chi invita a sfruttare il momento per risolvere il problema del rapporto con la società.

    Mosca (AsiaNews) - Croci divelte in Russia e scritte sui muri delle chiese in Georgia. Continuano le azioni anti-clericali in nome della scarcerazione delle Pussy Riot, la band punk femminista di cui tre componenti sono state condannate a due anni di detenzione per una performance anti-Putin messa in scena nella cattedrale di Mosca. Dopo le quattro croci di legno tagliate e abbattute a fine agosto nelle regioni di Chelyabinsk e Arkhangelsk, altre due croci sono state fatte a pezzi nel distretto di Pervomaisk, regione di Altai, il 5 settembre. Come riporta il sito d'informazione religiosa, Portalcredo.ru, sull'accaduto è stata aperta un'inchiesta lo scorso 10 settembre per il reato di "vandalismo" (articolo 214 del Codice penale). Secondo gli inquirenti, i possibili responsabili sarebbero già stati individuati.

    Episodi di questo genere sono aumentati in Russia dopo che il 17 agosto, nel giorno della sentenza di condanna delle Pussy Riot - colpevoli di "teppismo motivato da odio religioso" - una delle femministe del gruppo ucraino Femen aveva protestato contro il verdetto tagliando con una motosega una croce a Kiev.

    Il fenomeno non è relegato alla Russia. A Tbilisi, in Georgia, un gruppo di cittadini ha chiesto alle autorità di fare luce sulle scritte apparse sulle mura esterne della chiesa ortodossa di Kashveti, nel centro della capitale georgiana. Secondo quanto riporta il sito Pravmir.ru, vicino alla caricatura di un'icona è stato scritto a caratteri cubitali "Free Pussy Riot", lo slogan della campagna internazionale a sostegno della band russa.
    All'interno della Chiesa russo-ortodossa il dibattito è molto acceso sull'argomento: da una parte c'è chi sostiene sia in atto una vera campagna contro la fede, scattata dopo l'arrivo della reliquia della cintura della Vergine lo scorso inverno in Russia, dal monte Athos. La reliquia aveva attratto oltre due milioni di pellegrini in tutto il Paese, fatto che avrebbe spaventato certi ambienti, resisi conto del forte richiamo che ancora esercita il cristianesimo sul popolo russo, nonostante decenni di persecuzioni. Dall'altra parte, invece, c'è chi fa notare che questo sia il momento per affrontare in modo serio e urgente una questione cruciale e finora evitata dalla Chiesa ortodossa in Russia: quella del suo rapporto con una società laica. 

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    27/09/2012 RUSSIA
    Alla Duma il disegno di legge contro la blasfemia: l'appoggio del Patriarca, le speranze dei musulmani
    Il testo prevede fino a cinque anni di carcere per profanazione e distruzione di simboli religiosi. Per la Chiesa ortodossa, la società aspettava da tempo l'iniziativa, mentre i musulmani auspicano che si tuteli il loro diritto a costruire moschee.

    25/01/2013 RUSSIA
    Il Patriarca Kirill “silenzia” le voci critiche all’interno della Chiesa russa
    Divieto di parlare con la stampa o tenere blog ai sacerdoti che “non sono in grado di fare gli interessi della Chiesa”. Kirill chiede di "evitare interviste" a uno dei sacerdoti che si erano espressi a favore del perdono alle Pussy Riot.

    29/11/2012 RUSSIA
    Tribunale moscovita mette al bando video online delle Pussy Riot
    La decisione arrivata dopo la richiesta della procura. Perizie linguistiche hanno riscontrato nei filmati, come la preghiera punk nella cattedrale di Mosca, appelli all'odio religioso. La condanna della band e l'approvazione della Chiesa ortodossa.

    11/10/2012 RUSSIA
    Le Pussy Riot si dividono, ma giurano che la protesta andrà avanti
    La sentenza d'appello concede la sospensione della pena a una delle tre attiviste. Confermata la condanna a due anni di colonia penale per le altre due. La Chiesa auspica che la libertà concessa alla ragazza non porti a nuove azioni blasfeme.

    05/10/2012 RUSSIA
    Le Pussy Riot diventano icone: sotto inchiesta una mostra d’arte "blasfema"
    Aperta a settembre tra numerose polemiche e proteste, l’esposizione contiene opere in cui le ragazze del collettivo femminista vengono accostate a icone. Secondo le autorità il rischio è “incitare l’odio religioso”.



    In evidenza

    CINA - VATICANO
    La persecuzione dei cattolici durante la Rivoluzione culturale

    Sergio Ticozzi

    La documentazione di quel violento periodo è stata bruciata o è sepolta negli archivi. Solo alcuni sopravvissuti ne parlano. I persecutori tacciono nella paura. I roghi degli oggetti religiosi e arredi nell’Hebei. Vescovi umiliati e arrestati nell’Henan; suore battute e uccise con bastoni, o sepolte vive. La persecuzione “non è ancora finita”; oggi è forse solo più sottile.


    CINA
    Il silenzio sui 50 anni della Rivoluzione Culturale in Cina e in occidente

    Bernardo Cervellera

    La sanguinosa campagna lanciata da Mao Zedong ha ucciso quasi 2 milioni di persone e mandato nei lager altri 4 milioni. Ogni cinese è stato segnato dalla paura. Ma oggi, nessuna cerimonia in memoria è stata prevista e non è apparso nessun articolo di giornale. Le lotte interne del Partito e il timore di Xi Jinping di finire come l’Urss. Anche oggi, come allora, in Europa c’è chi tace e osanna il mito della Cina. Molti predicono un ritorno al “grande caos”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®