26/08/2017, 11.32
INDIA
Invia ad un amico

Delhi, l’impegno della Chiesa indiana ‘grande contributo alla crescita della nazione’

di Purushottam Nayak

Il vice presidente Venkaiah Naidu esprime apprezzamento per il lavoro dei cattolici. Egli ha ribadito la laicità della nazione e come il suo popolo abbia vissuto in armonia sin dai tempi antichi. Aumenta in tutto il Paese l’intolleranza contro i cristiani: “Tensioni causate da alcuni politici che usano le religioni e le caste come bacino di voti”.

New Delhi (AsiaNews) – In un incontro con Venkaiah Naidu, vice presidente della Repubblica, la Chiesa indiana ribadisce l’impegno dei cattolici per l’unità della nazione e la difesa dei suoi valori laici. Lo scorso 24 agosto, Mons. Theodore Mascarenhas, segretario generale della Conferenza episcopale (Cbci), e mons. Anil Couto, arcivescovo di Delhi, insieme ad altri otto rappresentanti dell’arcidiocesi della capitale indiana hanno fatto visita a Naidu per un colloquio organizzato dalla Cbci.

I presuli hanno portato al vice presidente gli auguri e le congratulazioni dei cattolici indiani per la sua recente elezione. Durante l’incontro, durato circa un’ora, Naidu ha ribadito la secolarità della nazione e come il suo popolo abbia vissuto in armonia sin dai tempi antichi.

Prendendo le difese del presidente Narendra Modi, le cui politiche nazionaliste secondo critici e attivisti alimentano le tensioni etniche e religiose nel Paese, Naidu ha affermato che queste sono invece causate da alcuni politici che usano le religioni e le caste come bacino di voti. Il presidente sarebbe invece mosso solo dall’interesse per lo sviluppo del Paese e della società. Interrogato sulle violenze causate dai Gau Rakshak (vigilanti delle vacche sacre) ai danni delle minoranze che commerciano carni e pellami, Naidu ha dichiarato che la vacca è un animale importante, ma la vita di un essere umano lo è ancora di più.

Il vice presidente ha infine espresso apprezzamento per il lavoro della Chiesa, sottolineando come quella cristiana sia una comunità pacifica, il cui impegno rappresenta un grande contributo alla crescita della nazione. Rispondendo alla domanda di un partecipante sull’incremento in tutto il Paese di violenze ed episodi di intolleranza contro i cristiani (come l’interruzione di cerimonie nel Tamil Nadu; le dissacrazioni a Goa; le restrittive regolamentazioni sulle chiese di alcuni amministratori), Naidu ha promesso che sottoporrà le questioni all’attenzione delle più alte cariche dello Stato.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Card. Bo: La Chiesa del Myanmar incontra quella indiana
06/02/2018 16:08
Mumbai, incontro di vescovi per riflettere sulla ‘missione della Chiesa’
09/07/2018 08:27
Tempeste in India del Nord, la Caritas in campo per i soccorsi
07/05/2018 08:59
Card. Gracias: Il ruolo dell’educazione per promuovere l’armonia interreligiosa
01/02/2018 11:52
Vescovi dell’India: La maggioranza degli indù è laica, ma esistono minoranze aggressive e intolleranti
03/03/2016 12:02