12 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 20/11/2017, 12.10

    COREA DEL NORD

    Disertore nordcoreano afflitto da decine di parassiti: una preoccupante condizione umanitaria



    Rinvenuto la scorsa settimana, ferito da colpi d’arma da fuoco. I vermi si contraggono mangiando verdure non cotte coltivate con concime ricavato da escrementi non trattati. La Corea del Nord non ha risorse per un servizio sanitario moderno, ma si rifiuta di ammettere le cattive condizioni di salute e la malnutrizione per tutelare la sua immagine. 

    Seoul (AsiaNews/Agenzie) – Decine di parassiti affliggono il disertore nordcoreano che la scorsa settimana ha attraversato il confine fra le due Coree, colpito almeno sei volte da proiettili delle guardie di confine di Pyongyang. Oltre ad aggravare il quadro clinico dell’uomo, la parassitosi riflette una preoccupante situazione umanitaria nel Paese.

    Il fuggitivo, la cui identità è ancora sconosciuta, è stato rinvenuto lo scorso 13 novembre su una pila di foglie, ferito. Portato dai medici sudcoreani, è stato per giorni in uno stato d’incoscienza, attaccato a un respiratore che lo teneva in vita. Nel corso del passato fine settimana il paziente ha dato segni di stabilizzazione, ma il suo destino è ancora incerto.

    I dottori affermano che “l’enorme numero di vermi” all’interno del suo corpo stanno contaminando le ferite, rendendo la sua guarigione sempre più difficile. Il dott. Lee Cook-jong, sudcoreano, commenta di non aver “mai visto niente del genere in 20 anni di carriera di medico”, spiegando che il verme più lungo estratto dall’intestino del paziente era di 27 cm.

    Le sue condizioni lasciano intendere un’allarmante quadro degli standard salutari e igienici della Corea del Nord.

    Gli esseri umani possono contrarre parassitosi mangiando cibo contaminato, con punture di insetto o se il parassita penetra attraverso la pelle. Nel caso del disertore, il primo caso è il più probabile. Infatti, come riferisce Lee Min-bok, esperto di agricoltura nordcoreano a Reuters, in Corea del Nord si fa utilizzo di feci umane come concime. “I fertilizzanti chimici sono stati forniti dallo Stato fino agli anni '70. Ma negli anni '90, lo Stato non poteva più provvedere, quindi gli agricoltori hanno cominciato ad utilizzare escrementi”, afferma Lee. Quando non trattati, essi possono diventare veicolo di parassiti se le verdure non vengono cotte.

    I parassiti indeboliscono il corpo sottraendogli sostanze nutrienti e, qualora l’intestino venga squarciato e i vermi si riversino nel resto del corpo, il pericolo aumenta,  insieme alla difficoltà nel curare.

    Pur precisando che la popolazione nordcoreana riversa in condizioni migliori di altri Paesi con un simile tasso di povertà, il prof. Andrei Lankov, dell’università Kookmin di Seoul riferisce: “La Nordcorea non ha le risorse per un sistema sanitario moderno. I suoi medici hanno una formazione inadeguata e lavorano con strumenti primitivi”.

    Si pensa che i parassiti siano un problema serio in Corea del Nord, come accade in molti Paesi poveri che utilizzano le feci come fertilizzante e non cuociono le verdure. Esistono metodi per rendere sicure le feci come concimi, ma molti Paesi poveri tendono a trascurarli. È probabile che la Corea del Nord sia fra questi. Studi condotti dai ricercatori sudcoreani, basati sulle condizioni di salute dei disertori visitati, mostrano un alto tasso di parassitosi, epatiti B e C, tubercolosi.

    Il prof. Lankov ribadisce che le cattive condizioni di salute e la malnutrizione provocano gravi conseguenze, ma la “Corea del Nord si rifiuta d’ammetterlo perché sono preoccupati che possa danneggiare troppo la loro immagine”.

    Il 21 marzo scorso un rapporto dell'Onu ha rivelato che il 70% dei nordcoreani ha bisogno di assistenza alimentare per sopravvivere e che due su cinque persone in Corea del Nord sono denutrite. Il regime di Pyongyang spende il 22% del suo prodotto interno lordo in spese militari, svantaggiando altri settori. Ed è proprio il fatto che si tratti di un soldato ad essere indicativo sulla situazione nel Paese: come sottolinea The Washington Post, i membri dell’esercito hanno priorità nella distribuzione del cibo.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    09/11/2006 COREA DEL SUD – COREA DEL NORD
    Ex leader di Pyongyang: "Solo la caduta di Kim può fermare la crisi nucleare coreana"

    Hwang Jang-yop, un tempo mentore del Caro Leader di Pyongyang ed ex segretario del Partito dei lavoratori nordcoreani, ha spiegato ai parlamentari di Seoul che solo la volontà cinese può portare al crollo del regime. Critiche alla politica "del sole splendente".



    16/11/2015 COREA
    Ban Ki-moon visiterà la Corea del Nord, piagata dalla tubercolosi
    Il Segretario generale delle Nazioni Unite sarà a Pyongyang entro questa settimana. È la prima visita di un leader internazionale nella nazione da più di 20 anni. A maggio il viaggio venne cancellato il giorno prima dell’arrivo. Fonti di AsiaNews: “Il Paese apre qualche spiraglio per la crisi economica e quella sanitaria. Aumentano i contagi da tbc”.

    18/08/2006 Corea del Nord - Corea del Sud
    Nord e Sud Corea si incontrano, ma vi sono dubbi sulle cifre delle inondazioni

    La Croce Rossa crede che il bilancio di oltre 50 mila morti sia gonfiato.



    19/04/2011 COREA DEL NORD
    Pyongyang nel panico per un’epidemia di tifo
    Le autorità della capitale non sanno cosa fare: la febbre para-tifoidea colpisce una persona ogni due famiglie e non ci sono antibiotici o soldi per comprarli. I fondi statali per la sanità, infatti, sono finiti nel budget dei militari. Una fonte di AsiaNews: “Potevamo aiutarli, fino a che non hanno attaccato la Corea del Sud”.

    04/02/2010 COREA DEL NORD
    Pyongyang allenta le restrizioni ai mercati, per contenere le rivolte popolari
    A rivelarlo è un istituto di intelligence sud-coreana. La recente riforma monetaria e i limiti imposti dalla dittatura comunista hanno causato un innalzamento nei prezzi del riso e dei generi prima necessità. Kim Jong-il licenzia il manager incaricato di gestire il patrimonio personale perché inserito nella lista nera della Ue.



    In evidenza

    RUSSIA-UCRAINA
    La riconciliazione possibile fra Mosca e Kiev

    Vladimir Rozanskij

    Il Sinodo straordinario per i 100 anni della restaurazione del Patriarcato di Mosca, ha rivolto un appello per il ritorno alla comunione con il Patriarcato di Kiev. La risposta di Filaret , molto positiva,  chiede perdono e offre perdono. Da anni vi sono prevaricazioni, espressioni di odio, sequestri di chiese. L’invasione della Crimea ha acuito la divisione. Il governo ucraino rema contro.


    VATICANO-MYANMAR-BANGLADESH
    Non solo Rohingya: il messaggio di papa Francesco a Myanmar e Bangladesh

    Bernardo Cervellera

    L’informazione troppo concentrata sul “dire/non dire” la parola Rohingya. Il papa evita il tribunale mediatico o la condanna, ma traccia piste costruttive di speranza. Una cittadinanza a parte intera per le decine di etnie e uno sviluppo basato sulla dignità umana. L’unità fra i giovani e le diverse etnie, ammirata da buddisti e musulmani.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®