29/04/2013, 00.00
RUSSIA – GIAPPONE
Invia ad un amico

Dopo 10 anni un premier nipponico visita Mosca. A tema: energia e Kurili

Giappone e Russia non hanno mai firmato il trattato di pace dopo la II Guerra mondiale per questioni legate alla sovranità di un gruppetto di isole vicino a Hokkaido. Shinzo Abe sarà poi in Medio Oriente per cercare nuove fonti energetiche.

Mosca (AsiaNews/Agenzie) - Dopo dieci anni di gelo diplomatico, il governo giapponese e quello russo si preparano per far ripartire i rapporti economici, energetici e diplomatici. Il premier nipponico Shinzo Abe è arrivato questa mattina a Mosca ed "è pronto" ad annunciare insieme al presidente russo Vladimir Putin il rilancio dei colloqui sulla sovranità delle Kurili meridionali, gruppetto di isole al centro di una disputa diplomatica nata alla fine della II Guerra mondiale.

Quella in Russia è la prima tappa di una missione lunga una settimana che porterà il conservatore Abe in Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Turchia. Al centro del viaggio vi sono i rapporti energetici con questi Paesi e la possibilità di usare l'oleodotto russo - il South Stream - per portare petrolio e gas naturale più vicino alle coste giapponesi. Dal disastro di Fukushima, Tokyo ha chiuso le sue centrali nucleari e si trova con un disavanzo di fonti energetiche che mette a rischio la crescita economica.

Il primo punto dei dialoghi fra Abe e Putin riguarda la sovranità delle quattro isole delle Kurili meridionali (Shikotan, Kunashiri, Etorofu e Habomai, anche note in Giappone come "Territori del Nord"): si tratta di un arcipelago nei pressi di Hokkaido che venne occupato dall'Urss alla fine del 1945. A causa di questo stallo Mosca e Tokyo non hanno mai firmato un vero trattato di pace. Prima di partire dall'aeroporto di Tokyo, il premier Abe ha detto di "voler mostrare la volontà politica di riavviare il negoziato".

Ma, come nota il famoso quotidiano giapponese Asahi Shimbun, "gli oltre 100 manager della Corporate Japan che lo accompagnano sono un segnale importante per rafforzare i legami economici fra le aziende nipponiche e quelle russe, pronte a sviluppare progetti nell'energia e in altri settori". In quest'ottica rientra anche lo scambio che Abe proporrà ai Paesi mediorientali: infrastrutture in cambio di energia. Al momento Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti sono il primo e il secondo principale fornitore di petrolio del Giappone.

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Shinzo Abe: Vicini a una svolta epocale nei rapporti con Mosca
07/05/2016 13:16
Medvedev alle Curili e il Giappone richiama il suo ambasciatore a Mosca
02/11/2010
Isole Kurili: cresce la tensione tra Mosca e Tokyo
19/02/2011
Pechino invita Tokyo a riaprire i negoziati sulle isole contese
19/02/2007
Curili, tra Tokyo e Mosca business a rischio
05/11/2010