24 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  •    - Kazakistan
  •    - Kyrgyzstan
  •    - Tagikistan
  •    - Turkmenistan
  •    - Uzbekistan
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 19/08/2017, 09.21

    TAJIKISTAN

    Dushanbe, la polizia ferma 8mila donne perché non portano bene il velo



    Lanciata una campagna per portare in modo "corretto" gli abiti islamici. Secondo fonti governative, il velo è uno strumento per identificare le donne appartenenti a gruppi terroristi.  

    Dushanbe (AsiaNews/Rfe) – Dall’inizio del mese circa 8mila le donne islamiche sono state fermate dalle autorità per non aver indossato il velo alla maniera “tagika”. Dall’inizio del mese, infatti, il governo ha lanciato una campagna per istruire le donne musulmane a portare il copricapo in maniera “corretta” e scoraggiare uno stile di abbigliamento “straniero”.

    Dildora, 30 anni, era in una clinica dove si era recata con i suoi bambini quando è stata avvicinata da un piccolo gruppo di ufficiali statali, fra cui c’erano due donne. Insieme ad altre che come lei indossavano il velo, la donna è stata separata dai figli e portata in una stanza dove le è stato spiegato che il modo “tradizionale nazionale” di legare il copricapo è con il nodo dietro il collo, lasciandolo scoperto, e non avanti. “Ci hanno detto che potevamo indossare solo abiti tradizionali”, ha riferito Dildora a Radio Free Europe/Radio Liberty (Rfe/Rl). “Li ho sfidati, chiedendo alle poliziotte perché allora portassero pantaloni occidentali e non si coprissero la testa. C’è stato un acceso scambio”.

    Gli attivisti per i diritti umani affermano che il governo utilizza il termine “abito non-tradizionale” come eufemismo per “hijab”. A quanto riferisce Rfe/Rl le pattuglie “fashion” hanno come obiettivo solo le donne in abiti islamici.

    Secondo Sharif Nazarzoda, capo del dipartimento regionale del Suǧd [una delle quattro regioni in cui è diviso il Paese, ndr] per il ministero degli interni, il controllo degli abiti permetterebbe di verificare l’adesione o meno delle donne e delle loro famiglie a organizzazioni terroriste.

    In Tajikistan il 90% dei 8,3 milioni di cittadini è musulmano, per lo più della scuola moderata hanafita. Nel Paese, il controllo sulla vita religiosa si è intensificato dopo la notizia dell’adesione di molti cittadini a gruppi islamisti in Siria e Iraq: il velo è vietato nelle scuole, i minori non possono entrare nelle moschee e diversi studenti di scuole islamiche estere sono stati costretti a tornare a casa.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    12/07/2017 10:45:00 TAJIKISTAN
    Rahmon: no al velo e alla barba, ‘rispettare la tradizione tagika’

    Presidente tagiko: il velo e i vestiti neri non sono in linea con la cultura del Paese, così come la barba non è un segno di religiosità. I tagiki dovrebbero “amare Dio con i loro cuori” e non con “attributi esterni”.



    04/03/2010 INDIA
    Conquiste delle donne islamiche possibili anche con il velo
    Alcuni giorni fa in Karnataka la popolazione islamica si è rivoltata dopo la pubblicazione di un articolo contro il velo islamico pubblicato dal quotidiano Kannada Prabha e attribuito alla nota scrittrice Taslima Nasreen. La Nasreen per le sue posizioni liberali nei confronti dell’islam e dalla donna vive da 16 anni in esilio. Il bilancio degli scontri è stato di 2 morti e 50 feriti, portando rabbia e paura nella popolazione di religione indù. Asghar Ali Engineer, musulmano e responsabile del centro Studi sulla società e il secolarismo di Mumbai, descrive agli indiani la battaglia delle donne islamiche per i loro diritti. Egli accusa i giornali indiani di dare una visione distorta della realtà, che impedisce una reale riforma dell’islam.

    10/11/2004 TAJIKISTAN
    "Per decenza", moschee vietate alle donne


    29/10/2016 09:22:00 ISLAM
    Il velo islamico e la politica, il difficile cammino di affermazione della donna nell’islam

    Imam estremisti e leader radicali attaccano un intellettuale egiziano secondo cui il velo non è obbligatorio. Secondo i critici sono affermazioni contrarie al Corano, che fomentano “indecenza e sedizione”. In tv uno scontro sul velo sfocia in una rissa. Intellettuali e accademici chiedono un ruolo maggiore in politica e nelle istituzioni per la donna nei Paesi arabi.



    30/04/2010 KIRGHIZISTAN
    A Bishkek tornano l’integrismo e il velo islamico
    Nel Paese (80% di musulmani) si riaffermano precetti islamici rigidi, come l’obbligo per le donne di portare l’hjiab. Molti datori di lavoro lo proibiscono e si diffonde la polemica. Esperti si chiedono come questo modificherà la società kirghiza.



    In evidenza

    MYANMAR-VATICANO
    Yangon, ‘ore frenetiche’ per l’arrivo del papa. L’impegno dei cattolici per i pellegrini

    Paolo Fossati

    Attese 200mila persone per la messa solenne al Kyaikkasan Ground. Tra loro anche leader buddisti e musulmani. In arrivo 6mila ragazzi per la messa dei giovani del giorno seguente. Anche filippini, australiani e thailandesi per lo storico viaggio apostolico di papa Francesco. Dal nostro inviato.


    YEMEN
    Il genocidio dello Yemen: dopo le bombe, la fame, la sete e il colera

    Pierre Balanian

    La coalizione guidata da Riyadh blocca l’arrivo di carburante necessario per far funzionare i pozzi. Oltre un milione di persone senza acqua a Taiz, Saada, Hodeida, Sana’a e Al Bayda. Secondo l’Unicef, 1,7 milioni di bambini soffrono di malnutrizione acuta”; 150mila bambini rischiano di morire di stenti nelle prossime settimane. Il silenzio e l’incuria della comunità internazionale. La minaccia di colpire le navi-cargo del greggio. Ieri l’Arabia saudita ha permesso la riapertura dell’aeroporto di Sana’a e del porto di Hudayda, ma solo per gli aiuti umanitari. Una misura insufficiente.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®