23 Settembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 14/07/2017, 08.55

    EGITTO


    Egitto, rischio attentati: le Chiese evangelica e copta riducono le attività



    Alla base del provvedimento, in vigore per i mesi di luglio e agosto, il timore di attacchi terroristi. Cancellati pellegrinaggi, viaggi di gruppo, festività, ma le funzioni religiose si svolgeranno senza variazioni. Mezzi blindati e cecchini presidiano luoghi di culto.  Pastore anglicano: Preghiamo “per la sicurezza e la stabilità del nostro Paese”.

     

    Il Cairo (AsiaNews) - Le Chiese cristiana copta ed evangelica in Egitto hanno sospeso parte delle loro attività - fra cui pellegrinaggi, colonie estive e conferenze - per motivi di sicurezza, nel timore di nuovi attacchi da parte di gruppi jihadisti o cellule estremiste islamiche. Alla base del provvedimento, che resterà in vigore per i mesi di luglio e agosto, l’allerta diramato in queste ore dalle autorità del Cairo.

    Il reverendo Andrea Zaki, leader della Chiesa evangelica locale, riferisce che “le agenzie [di sicurezza] ci hanno informato in merito alla scoperta di piani di attacco” da parte di gruppi estremisti. Il provvedimento non riguarderà però messe e altre funzioni religiose, che si svolgeranno regolarmente.

    Il portavoce della Chiesa copta ortodossa Bolus Halim ha confermato un analogo provvedimento, a tutela dell’incolumità del fedeli.

    L’allerta è stato diramato ai rappresentati delle Chiese in Egitto nel corso di un incontro che si è tenuto in settimana nella città meridionale di Assiut, alla presenza dei massimi esponenti dell’esercito e della sicurezza. I generali hanno inoltre predisposto lo stanziamento di veicoli armati e di cecchini all’esterno dei monasteri, in occasione delle più importanti celebrazioni.

    Due di questi eventi principali si svolgeranno proprio ad Assiut, sede di una consistente comunità cristiana, e che attirano milioni di fedeli da tutto il Paese.

    In una lettera diffusa ieri un reverendo anglicano ha comunicato la cancellazione di un viaggio-vacanza alla località turistica di Hurghada, sul mar Rosso. Il leader cristiano avrebbe preso la decisione “per la vostra incolumità”. “Uniamoci in preghiera - conclude Mohsen Naeem - per la sicurezza e la stabilità del nostro Paese”.

    Negli ultimi mesi la comunità cristiana egiziana è stata oggetto di una serie di attacchi, l’ultimo dei quali l’assalto a un bus di pellegrini copti il 26 maggio scorso, che ha causato la morte di decine di persone. Da dicembre sono quasi un centinaio i membri della minoranza religiosa (il 10% circa del totale della popolazione, pari a 90 milioni di abitanti) a essere morti sotto i colpi dei fondamentalisti islamici. Fra questi le vittime delle esplosioni alle chiese del mese scorso, la domenica delle Palme, e i fedeli deceduti nel contesto dell’attacco contro la cattedrale copta di san Marco in Abassiya, al Cairo, a dicembre. Nelle ore successive agli attacchi, i vertici di Daesh [acronimo arabo per lo Stato islamico] hanno rivendicato gli attentati e minacciato nuove violenze contro la minoranza nel Paese.

    L’escalation di violenze aveva fatto temere anche la cancellazione del viaggio apostolico di papa Francesco in Egitto, in programma a fine aprile. Tuttavia, il pontefice ha voluto rispettare il programma iniziale incontrando il presidente della Repubblica al-Sisi, il grande imam di al-Azhar Ahmad Al-Tayeb e celebrando una messa davanti a decine di migliaia di fedeli. (DS)

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    27/05/2017 09:58:00 EGITTO
    L’Egitto piange le nuove vittime cristiane. Fra ira e preghiera, i cittadini chiedono sicurezza

    La testimonianza di un sopravvissuto: “Ci hanno chiesto di proclamare la fede musulmana. Noi abbiamo rifiutato. Poi hanno aperto il fuoco”. Nel Paese monta la protesa, autorità e governo sotto accusa per la [debole] lotta al terrorismo. Musulmani e cristiani in fila per donare il sangue. Celebrati ieri i primi funerali.



    26/05/2017 14:22:00 EGITTO
    Minya: uccisi decine di pellegrini copti in un attacco. 'Cristiani obiettivo dei terroristi'

    Secondo p. Rafic, portavoce della Chiesa cattolica egiziana, i miliziani vogliono “purificare l’Egitto e il Medio oriente dalla presenza cristiana”. L’attentato alla vigilia del Ramadan “la peggior pubblicità”. Un momento “triste” per l’Egitto, anche “per i musulmani che vogliono la pace”. Preghiere e messe in serata in ricordo delle vittime. 

     



    22/05/2017 08:49:00 EGITTO
    Cairo, 48 jihadisti a processo per gli attacchi alle chiese copte

    Gli imputati dovranno comparire davanti a un tribunale militare. Fra questi 31 sono in carcere in regime di custodia cautelare. I rimanenti risultano ancora oggi latitanti. Per il pm parte dei fermati sono membri di primo piano dello Stato Islamico nel Paese. I miliziani responsabili anche della morte di alcuni poliziotti. 

     



    08/05/2017 08:54:00 EGITTO
    Nord Sinai, 50enne cristiano giustiziato dallo Stato islamico

    Nabil Saber Ayoub è stato ucciso a colpi di pistola all’interno di un negozio di barbiere nella tarda serata del 6 maggio. Daesh minaccia violenze contro i cristiani; nel mirino persone e proprietà. Rinvenuti anche i cadaveri di un padre e dei suoi due figli, sequestrati in precedenza. Dietro l’esecuzione l’accusa di “collaborazionismo” con le autorità. 

     



    05/05/2017 12:50:00 EGITTO - VATICANO - ISLAM
    Portavoce Chiesa cattolica: papa in Egitto, dono di pace e ponte fra cristiani e musulmani

    Per p. Rafic Greiche Francesco ha “annullato” le distanze fra le persone e le fedi. Una visita di “enorme importanza” dopo gli attentati alle chiese: “Ha portato gioia a tutti”. Presto per dire se cambierà qualcosa con al-Azhar ma “siamo sulla giusta via”. I musulmani colpiti dalla “modestia” di “un uomo di Dio”. Per i cattolici è un invito “all’unità”.

     





    In evidenza

    GIAPPONE-VATICANO
    Mons. Kikuchi: In sintonia col papa e il card. Filoni per la missione in Giappone

    Tarcisio Isao Kikuchi

    Il vescovo di Niigata e presidente di Caritas Japan commenta a caldo il messaggio papale inviato ieri ai vescovi del Giappone. Le tappe del viaggio del card. Filoni, che toccherà anche Fukushima. Rimane ancora “irrisolta” la questione del rapporto con il Cammino neocatecumenale.


    VATICANO-GIAPPONE
    Papa ai vescovi giapponesi: Siate sale e luce della società, anche andando contro-corrente



    In occasione della visita pastorale del card. Fernando Filoni, Prefetto di Propaganda Fide, nel Paese del Sol levante, papa Francesco spinge i vescovi e la Chiesa giapponese a rinnovare il loro impegno missionario nella società, segnata da suicidi, divorzi, formalismo religioso, povertà materiale e spirituale. La richiesta di collaborare coi movimenti ecclesiali, forse in memoria delle polemiche passate con il Cammino neocatecumenale.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®