10/09/2015, 00.00
GIAPPONE
Invia ad un amico

Emergenza tifone in Giappone: 100mila sfollati, tonnellate di acqua radioattiva nel mare

Etau ha colpito l’arcipelago ieri, causando piogge torrenziali che hanno inondato diverse prefetture. Tochigi e Ibaraki e le più colpite. Torrenti d’acqua invadono la centrale nucleare di Fukushima, contaminandosi e finendo nell’oceano. Le pompe di drenaggio non sono abbastanza.

Tokyo (AsiaNews/Agenzie) – Decine di migliaia di persone sono costrette ad evacuare a causa delle forti piogge che hanno colpito il Paese al passaggio del tifone Etau. L’emergenza ambientale è aggravata dal fatto che centinaia di tonnellate di acqua contaminata dalle radiazioni della centrale nucleare di Fukushima si stanno riversando nell’oceano. Al momento si contano 12 feriti, inclusa una donna di 77 anni che è caduta a causa dei forti venti, rompendosi una gamba. Si cercano alcune persone disperse, probabilmente sommerse dal fango. Takuya Deshimaru, meteorologo, ha dichiarato: “Non abbiamo mai sperimentato prima dei nubifragi di tale portata”.

Il tifone Etau ha lambito le coste dell’arcipelago nella giornata di mercoledì, per poi allontanarsi verso il Mar del Giappone lasciando un seguito di acquazzoni che, nella prefettura di Tochigi, hanno fatto salire il livello d’acqua a 60 centimetri. L’Agenzia metereologica giapponese ha dichiarato lo stato d’allerta lì e nella prefettura di Ibraki, a nord di Tokyo, mettendo in guardia dal pericolo di colate di fango e inondazioni.

Le autorità di Tochigi hanno ordinato a 90mila residenti di abbandonare le proprie case, mentre altre 116mila sono state consigliate di farlo. Secondo la tv nazionale Nhk, nella prefettura di Ibaraki sono state evacuate 20mila persone. L’osservatorio meteorologico di Tochigi ha fatto sapere che oggi il fiume Kinugawa, che scorre anche attraverso Ibaraki, è straripato.

I continui torrenti di acqua piovana stanno complicando la già difficile situazione di Fukushima dove, secondo un operatore della Tokyo Electric Power (Tepco), le pompe di drenaggio non sono in grado di evacuare tutta l’acqua che invade la centrale, contaminandosi e danneggiando l’ambiente circostante. Dal 2011, la Tempco si occupa di immagazzinare tonnellate di acqua radioattiva usata per raffreddare i reattori della centrale, mandati al collasso dallo tsunami.

Il primo ministro Abe, parlando alla stampa, ha assicurato che “il governo rimarrà unito e farà il suo meglio per affrontare il disastro, mettendo la più alta priorità alle vite umane”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Fukushima, pescatori contro la Tepco: Niente acqua contaminata in mare
06/09/2013
Fukushima, acqua radioattiva. Il governo verso l’emergenza nucleare
21/08/2013
Giappone, centinaia di migliaia evacuati per il tifone Etau: "E' come uno tsunami"
11/09/2015
Tifone Morakot: i soccorritori salvano 700 persone, migliaia ancora disperse
12/08/2009
Taiwan: villaggio cancellato dal fango, oltre 600 dispersi
11/08/2009