12/12/2019, 12.06
HONG KONG - CINA
Invia ad un amico

Esperti stranieri abbandonano il gruppo per l’inchiesta governativa sulle violenze della polizia di Hong Kong

Il governo voleva integrarli al Consiglio indipendente per le denunce contro la polizia (Ipcc) per dare più valore e obiettività all’inchiesta. Ma per gli esperti, l’Ipcc non ha sufficienti poteri per agire con libertà.

Hong Kong (AsiaNews) – Cinque esperti stranieri, invitati dal governo di Hong Kong a verificare le denunce contro le violenze della polizia in questi sei mesi di manifestazioni anti-estradizione, hanno deciso di abbandonare il blocco il gruppo perché giudicato incapace di condurre un’inchiesta efficace.

Da quando sono iniziate le manifestazioni nel giugno scorso, vi è stato un crescendo di violenze della polizia, accusata di uso eccessivo della forza e di collusione con gruppi mafiosi. Il movimento anti-estradizione, molte ong e leader cristiani hanno chiesto di continuo che si appronti una commissione indipendente di inchiesta sulle violenze delle forze dell’ordine. Ma il capo dell’esecutivo ha sempre rifiutato, dicendo che vi è già un Consiglio indipendente per le denunce contro la polizia (Independent Police Complaints Council, Ipcc), costituito dal governo.

Di fronte alle pressioni della popolazione, il governo ha promesso un’inchiesta dell’Ipcc e per dare più valore e obiettività ai risultati ha invitato a farne parte alcuni membri da Paesi democratici stranieri. Fra loro vi sono un ispettore britannico e un giudice neozelandese. Ma ieri essi hanno tutti dato le dimissioni.

Secondo gli esperti stranieri, l’Ipcc manca dei poteri necessari che possano soddisfare “gli standard richiesti dai cittadini di Hong Kong”. L’Ipcc non può interrogare testimoni, né costringere la polizia a consegnare prove. Inoltre, le sue inchieste possono dirigersi solo a singoli casi isolati e non a tutta la forza della polizia.

L’abbandono dell’Ipcc da parte degli esperti mostra che il Consiglio ha alcune falle. Ciò rende più urgente la richiesta della popolazione per un’inchiesta indipendente, sostenuta dal 70% dei cittadini di Hong Kong.

Il governo ha dichiarato che studierà le raccomandazioni ricevute e deciderà poi il da farsi. L’Ipcc avrebbe dovuto presentare i risultati dell’inchiesta entro la fine di gennaio prossimo.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Pechino rimbrotta gli Usa per la legge sui diritti umani di Hong Kong
26/09/2019 10:46
Parlamentare pro-democrazia picchiato da tre teppisti
24/09/2019 14:19
Polizia di Hong Kong: spareremo proiettili letali contro chi lancia bottiglie Molotov
17/09/2019 07:26
Mons. Joseph Ha di Hong Kong: Vicini ai giovani, lavoriamo per la riconciliazione
13/09/2019 06:06
‘Gloria ad Hong Kong’, il nuovo inno delle proteste (Video)
11/09/2019 11:53