21 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 02/10/2017, 14.55

    PALESTINA

    Fatah arriva a Gaza, primo passo verso la riconciliazione con Hamas



    Domani si terrà l’incontro di gabinetto. Possibile il controllo di Gaza all’Autorità palestinese. Sarà presente una delegazione egiziana. Sabella, membro di Fatah: cauto ottimismo, bisognerà vedere i dettagli. Necessaria unità, ed elezioni per il cambio della guardia.

    Gaza (AsiaNews) – Si terrà quest’oggi l’incontro fra i leader di Fatah, partito al governo dell’Autorità nazionale palestinese (Anp), e di Hamas, gruppo islamico alla guida della Striscia di Gaza. Un simile evento non si verificava dal 2015. Nei mesi passati, la tensione fra le due parti ha esacerbato la difficile situazione umanitaria della Striscia, afflitta da una grave crisi energetica.

    Oggi il primo ministro palestinese Rami Hamdallah è arrivato a Gaza. Nel pomeriggio si incontrerà con il capo generale di Hamas, Ismail Haniya e la guida del gruppo per la Striscia, Yahya Sinwar. Per domani è previsto un incontro di gabinetto. Una delegazione egiziana sarà presente in qualità di osservatrice.

    L’incontro dovrebbe essere il primo importante passo verso il passaggio del governo della Striscia all’Anp. Lo scorso 17 settembre, Hamas ha annunciato di essere pronto a sciogliere il comitato governativo e a indire elezioni generali per la prima volta dal 2006.  

    Dal 2006 Hamas ha cacciato i rappresentanti di Fatah dalla Striscia, diventando l’unica autorità. Tale divisione è stata spesso citata come motivo per ritardare le elezioni presidenziali dell’Autorità palestinese sin dal 2009.

    Per Bernard Sabella, cattolico, rappresentante di Fatah per Gerusalemme e segretario esecutivo del servizio ai rifugiati palestinesi del Consiglio delle Chiese del Medio Oriente, l’incontro rappresenta un “importante passo avanti verso l’unità dei palestinesi” che “non possono continuare ad essere divisi. Ma ci sono degli ostacoli”. Sarà necessaria chiarezza su cosa significa “riconciliazione”, in particolar modo per quanto riguarda le questioni di sicurezza. “È un lungo percorso – commenta Sabella – è necessario tentare, altrimenti siamo tutti bloccati”.

    Il principale obbiettivo è quello di assicurare le prossime elezioni presidenziali e parlamentari, affinché “la vecchia guardia sia sostituita dalle generazioni più giovani, più coinvolte nella vita di tutti i giorni”.

    Nonostante il diffuso ottimismo, Sabella invita alla cautela: “Spero che abbiano ragione. Che il tempo della divisione sia davvero finito, ma tutto quanto si gioca nei dettagli”. 

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    13/06/2017 09:10:00 ISRAELE - PALESTINA
    Israele riduce la fornitura elettrica a Gaza. Le autorità palestinesi si accusano l’un l’altra

    Autorità nazionale palestinese accusa Hamas di non rimborsare le spese e preme per riaprire dialogo sull’unità. Ministro israeliano: “Non pagheremo le bollette della luce di Gaza”. Peggiora la crisi umanitaria.



    21/11/2009 PALESTINA
    Rinviate le elezioni palestinesi. A dicembre l'annuncio di una nuova data
    Hamas e Fatah cercano l’accordo con la mediazione egiziana. Il presidente in carica Abbas conferma di non volersi ricandidare. Il suo mandato scade il 25 gennaio e l’Autorità nazionale palestinese dovrà trovare una soluzione temporanea per gestire il vuoto di potere sino al voto.

    22/06/2017 08:59:00 PALESTINA - EGITTO
    Il Cairo dona un milione di litri di carburante per evitare il collasso di Gaza

    La Striscia ora ha due ore di elettricità al giorno. La centrale tornerà a funzionare nelle prossime ore. La settimana scorsa i leader di Hamas si sono incontrati con funzionari egiziani. 



    12/10/2017 16:05:00 EGITTO-PALESTINA
    Gaza passerà sotto il controllo dell’Autorità palestinese entro il 1 dicembre

    L’accordo fra Fatah e Hamas firmato oggi al Cairo, dopo due giorni di intensi negoziati. La sicurezza del valico di Rafah sarà gestita dell’Autorità palestinese. Abbas: accordo definitivo.



    18/09/2017 08:59:00 PALESTINA - GAZA
    Hamas verso la riconciliazione con Fatah. Dai vertici palestinesi invito alla cautela

    Il movimento che controlla la Striscia disponibile a sciogliere il comitato amministrativo e a indire elezioni generali. Apertura a nuovi negoziati e a un “governo di unità”. Ma il numero due di Fatah predica prudenza: Valutare “cosa succede sul terreno prima di compiere ulteriori passi”. 

     





    In evidenza

    MYANMAR
    Non solo Rohingya: la persecuzione delle minoranze cristiane in Myanmar



    La sofferenza di Kachin, Chin e Naga. La discriminazione su basi religiose è in certi casi addirittura istituzionalizzata. I cristiani sono visti come espressione di una fede straniera ed in contrasto con la visione nazionalista. Per anni il regime militare ha introdotto feroci misure discriminatorie.


    VATICANO - ASIA
    Il mondo ha urgenza della missione della Chiesa

    Bernardo Cervellera

    Ottobre è un mese consacrato al risveglio della missione fra i cristiani. Nel mondo c’è indifferenza o inimicizia verso Dio e la Chiesa. Le religioni sono considerate la fonte di tutte le guerre. Il cristianesimo è l’incontro con una Persona, che cambia la vita del fedele e lo mette al servizio delle ferite del mondo, lacerato da frustrazioni e guerre fratricide. L’esempio del patriarca di Baghdad e del presidente della Corea del Sud.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®