20 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 05/06/2017, 08.55

    QATAR - GOLFO

    Fronte arabo contro il Qatar: fomenta il terrorismo e mina la sicurezza della regione



    Arabia Saudita, Bahrain, Egitto ed Emirati Arabi Uniti chiudono le frontiere e rompono le relazioni diplomatiche con Doha. Le sue politiche e il sostegno ai gruppi estremisti sono fonte di instabilità per il Medio oriente. Nelle scorse settimane presunte dichiarazioni sull’Iran dell’emiro del Qatar avevano alimentato la tensione. 

     

    Doha (AsiaNews/Agenzie) - Arabia Saudita, Egitto, Bahrain ed Emirati Arabi Uniti (Eau) hanno rotto le relazioni diplomatiche con il Qatar, le cui politiche rischiano di “destabilizzare” la regione mediorientale. Il fronte arabo accusa l’ex alleato di “sostenere gruppi terroristi”, fra i quali i Fratelli musulmani al potere in Egitto nel recente passato.

    L’agenzia di stampa saudita Spa annuncia che Riyadh ha chiuso le frontiere, tagliando ogni forma di comunicazione - via terra, mare e aria - con il Qatar. Fonti ufficiali del regno sottolineano che dietro il provvedimento vi è l’obiettivo di “proteggere la sicurezza nazionale” dal pericolo del “terrorismo ed estremismo”. 

    Anche l’Egitto ha chiuso lo spazio aereo e i porti ai mezzi battenti bandiera del Qatar. Gli Emirati Arabi Uniti hanno concesso 48 ore ai diplomatici del Qatar per lasciare il Paese. La stessa Abu Dhabi si unisce al fronte comune contro Doha, colpevole di “sostenere, finanziare e abbracciare il terrorismo, l’estremismo e le organizzazioni confessionali”. 

    Infine il Bahrain punta il dito contro il Qatar, che alimenterebbe le tensioni interne immischiandosi negli affari del Paese [teatro di recente di scontri e rivolte]. 

    La coalizione araba a guida saudita che combatte i ribelli sciiti Houthi in Yemen ha decretato l’espulsione del Qatar dall’alleanza. Doha promuoverebbe politiche che “rafforzano il terrorismo” e sostengono gruppi miliziani “fra cui al Qaeda e Daesh” [acronimo arabo per lo Stato islamico].

    Finora non si sono registrate prese di posizione ufficiali del Qatar, già da tempo ai ferri corti con gli (ex) alleati della regione per presunte dichiarazioni sull’Iran apparse sui media ufficiali di Doha, attribuite all’emiro Sheikh Tamin bin Hamad al-Thani. I vertici dell’emirato, una nazione ricca di gas chiamata ad ospitare i mondiali di calcio del 2022, hanno bollato come false le dichiarazioni, denunciando un “vergognoso crimine informatico”. 

    Fra i nodi irrisolti della contrapposizione fra il Qatar e le altre nazioni del Golfo, il sostegno dato da Doha ai Fratelli Musulmani, un movimento politico musulmano sunnita dichiarato fuorilegge sia in Arabia Saudita che negli Emirati Arabi Uniti. Il Qatar era il principale sostenitore dell’ex presidente egiziano Mohammed Morsi, vicino alla Fratellanza, nell’anno (dal giugno 2012 al luglio 2013) in cui ha ricoperto la carica di presidente egiziano (il primo scelto in seguito ad elezioni). 

    L’alleanza fra Qatar e Fratelli musulmani aveva già provocato tensioni con le nazioni del Golfo, che nel 2014 avevano ritirato una prima volta i loro rappresentanti diplomatici. Doha ha sempre respinto le accuse di finanziamento ai gruppi terroristi, sebbene rimanga il principale finanziatore di Hamas che controlla la Striscia di Gaza. Diverse cancellerie occidentali hanno inoltre legato il nome del Qatar a gruppi estremisti attivi in Siria, come l’ex Fronte di al Nusra legato alla rete di al Qaeda.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    05/07/2017 08:52:00 EGITTO - QATAR - GOLFO
    Crisi del Golfo: il fronte anti-Qatar si incontra al Cairo. Per Doha richieste “impraticabili”

    Previsto per oggi un vertice fra Arabia Saudita, Bahrain, Emirati Arabi Uniti ed Egitto. Ieri è arrivata la risposta del Qatar alla lista di richieste avanzate dagli alleati del Golfo. Nessuna notizia è trapelata sul contenuto della missiva. Ieri il ministro degli Esteri del Qatar aveva definito “irreali e impraticabili” le imposizioni a Doha e denunciato un attacco alla “ libertà di pensiero”. 

     



    17/07/2017 11:43:00 QATAR - GOLFO
    Gli Emirati dietro le false notizie che hanno innescato la crisi del Golfo

    È quanto rivelano fonti ufficiali Usa rilanciate dal Washington Post. Abu Dhabi smentisce e afferma di “non aver ricoperto alcun ruolo” nella vicenda. La Fifa smentisce le voci secondo cui l’Arabia Saudita e altre nazioni arabe avrebbero chiesto di togliere i mondiali del 2022 al Qatar.

     



    12/07/2017 08:58:00 QATAR - USA - GOLFO
    Crisi del Golfo: per Riyadh è “insufficiente” l’accordo anti-terrorismo fra Usa e Qatar

    Per i leader dei Paesi arabi il patto siglato da Washington e Doha non basta per risolvere la crisi. Resterano in vigore le sanzioni diplomatiche e commerciali sino a che Doha non soddisferà le “giuste richieste”. Il Qatar ricorda che è l’unico Paese della regione ad aver firmato un documento contro il terrorismo. Prosegue la campagna di Al Jazeera per la libertà di stampa.

     



    06/07/2017 11:24:00 QATAR - GOLFO
    Crisi Golfo, analista Al Jazeera ad AsiaNews: stabilità in pericolo, ma l’Occidente è inerte

    Uno scontro inasprito da questioni politiche e personali che vede opposte due “visioni” del Medio oriente. Doha vuole riforme e maggiore libertà; per Riyadh e Abu Dhabi vi sono minacce per le monarchie e il loro dominio. Il Qatar respinge le richieste dei sauditi, che preparano nuove sanzioni. L’anomala escalation della controversia che cancella diplomazie e relazioni internazionali. 

     



    23/06/2017 08:52:00 QATAR - GOLFO - IRAN
    No a Iran, terroristi e al-Jazeera: le condizioni di Riyadh a Doha per chiudere la crisi

    A nome dell’alleanza del Golfo, il Kuwait presenta al Qatar le richieste per ripristinare i rapporti diplomatici e commerciali. Doha vuole come precondizione al dialogo la rimozione dell’embargo. E invia gli auguri al nuovo principe ereditario saudita. Dalla Turchia è partita una nave carica di aiuti. 

     





    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®