02/03/2006, 00.00
cina

Gao Zhisheng ed il suo gruppo, "la speranza della Cina post-comunista"

L'avvocato e gli attivisti per i diritti umani che si raccolgono intorno a lui sono "la coscienza ed il futuro della Cina quando crollerà il Partito Comunista". La leadership "ne ha paura e per questo cerca di metterli a tacere".

Pechino (AsiaNews) – Nel mese scorso la polizia ha fatto "sparire nel nulla" Hu Jia e Qi Zhiyong, attivisti per i diritti umani legati al gruppo di Gao Zhisheng, l'avvocato "che sfida il Partito Comunista". La loro sparizione – denuncia Gao ad un quotidiano di Hong Kong – è collegata ai preparativi per l'Assemblea Nazionale del Popolo, prevista per i prossimi giorni nella capitale.

L'aumento delle pressioni contro coloro che si radunano intorno a Gao è indicativo del timore che la leadership cinese nutre nei confronti di questo attivista e di tutti coloro che egli è riuscito a legare alla sua battaglia "per il ritorno della legalità in Cina".

L'operato di Gao, infatti, "riflette l'emergere di una nuova classe" ancora "senza connotazione politica" a causa dell'impostazione anti-democratica del Paese, ma che "ne rappresenta il futuro". Un gruppo di intellettuali, attivisti per i diritti umani e giornalisti vede nell'avvocato "che sfida il Partito Comunista" il leader perfetto per la Cina post-comunista ed invita la comunità internazionale a "guardare da vicino e proteggere" la nascita di una nuova coscienza sociale cinese.

Riportiamo di seguito una serie di interventi a favore dell'operato di Gao Zhisheng raccolti dall'Epoch Times .

Zhou Fengsuo - leader della rivolta studentesca pro-democrazia ed anti-corruzione soppressa nel sangue dai carri armati comunisti a piazza Tiananmen il 4 giugno del 1989 – dice: "Gao rischia la sua vita ogni giorno per avere informazioni aggiornate ed attendibili ed informa il mondo delle persecuzioni che il Partito porta avanti contro il popolo cinese. L'uso della violenza continua, nonostante lo sviluppo economico ed i cambiamenti avvenuti all'interno della leadership comunista: usano questo metodo anche contro di lui, per rispondere alle sue lettere aperte. Hanno paura perché sanno che la verità non può essere nascosta ancora per molto. Molti miei concittadini, oramai, pensano solo ai loro interessi più stretti, anche a rischio di dannare le loro anime. In Gao, noi vediamo il coraggio che nasce dall'amore per la patria che non si spaventa delle difficoltà, anche quando vincere sembra impossibile".

Yuan Hongbin, avvocato e professore universitario, definisce il collega "la coscienza della Cina". "Le sue lettere aperte al Partito – dice in un'intervista alla radio Voce della Speranza – sono la più grande sfida che la leadership si trova ad affrontare. Il Falun Gong è un argomento tabù nel Paese, ma i suoi aderenti, affrontando la persecuzione, il più delle volte non riescono o non possono parlare. Gao non solo tratta con competenza la loro difesa nei tribunali, ma rende pubblica la persecuzione violenta".

Xu Shuiliang, editore del Digest Online, ha pubblicato sul suo sito le tre lettere aperte del legale che vengono prese ed inoltrate dai suoi lettori alla comunità cinese di tutto il mondo. Per Xu, la comunità internazionale "dovrebbe fare più attenzione al fenomeno". "Gao è un avvocato, sa che ha la responsabilità legale di ogni parola che ha scritto. La cosa importante è che, essendo un cristiano, vede la persecuzione contro il Falun Gong con obiettività e le sue parole pesano molto più di tante altre. La comunità internazionale lo deve seguire da vicino, perché più visibilità riesce ad ottenere e più sicura è la sua vita".

Wu Fan, editore del China Affairs, vede nell'operato di Gao "l'emergere di una nuova classe politica". "Questa classe comprende Gao, Guo Guoting, Guo Feixiong e Zheng Enchong, tutti attivisti molto vicini alla popolazione: hanno buon cuore, fede in Dio, nobili principi, conoscenza legale, morale e immensa popolarità. Quando il Partito Comunista crollerà, loro saranno i migliori talenti da impiegare nella ricostruzione della Cina: la leadership lo sa e cerca di annullare questi talenti che il mondo ha il dovere di proteggere. Con loro alla guida – sui binari della democrazia e della legge - vi sarà una minaccia in meno per tutti ed una fortuna in più. Se Gao avesse la possibilità di candidarsi alla carica presidenziale, voterei per lui ad occhi chiusi".

Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Gao: "La persecuzione contro i cristiani distrugge i nostri valori più puri"
21/02/2006
La prima sfida di Gao: il governo fermi la persecuzione contro il Falun Gong
20/02/2006
Cina: l'attivista cristiano Gao Zhisheng "è libero ma sotto controllo"
08/08/2014
Gao Zhisheng, l'avvocato "che sfida il Partito Comunista"
17/02/2006
La moglie dell’avvocato attivista Gao Zhisheng si appella al Congresso Usa
24/04/2009