28/07/2021, 08.49
ISRAELE - PALESTINA
Invia ad un amico

Gaza, Hrw: da esercito israeliano e Hamas ‘sospetti crimini di guerra’

Sotto inchiesta tre raid aerei dell’aviazione con la stella di David e il lancio di 4.300 razzi nel sud di Israele dalla Striscia. Per l’ong non sarebbero emerse prove di obiettivi militari strategici nell’area degli attacchi. Per l’esercito israeliano sono “illazioni già smentite” in passato. Il movimento estremista islamico dice di non aver “preso di mira civili”. 

Gaza (AsiaNews/Agenzie) -  L’esercito israeliano e il movimento estremista islamico Hamas, che controlla la Striscia, hanno commesso “sospetti crimini di guerra” nel conflitto lampo del maggio scorso, che ha causato centinaia di vittime e acuito la disperazione di un popolo che vive già in una prigione a cielo aperto. È l’accusa lanciata in queste ore dall’ong internazionale Human Rights Watch (Hrw), che ha indagato tre attacchi aerei dell’aviazione con la stella di David e il lancio di oltre 4.300 razzi dalla Striscia in territorio israeliano, effettuando anche “attacchi illegali”. 

L’esercito israeliano ha sempre affermato di aver colpito obiettivi militari a Gaza. In realtà, dall’inchiesta di Hrw emerge che tre raid aerei - il 10 maggio a Beit Hanoun, il 15 nel campo di al-Shati e il 16 su al-Wahda Street - in cui sono morti 62 civili non sarebbero emerse prove di obiettivi militari strategici nell’area circostante.

Nella guerra che si è consumata nella Striscia fra il 10 e il 21 maggio fra Israele e Hamas (e Jihad islamica) sono morti 264 palestinesi, inclusi 67 bambini, e 13 persone in Israele, tra cui un soldato, un bambino e un adolescente. Secondo l’Onu, almeno 129 vittime a Gaza erano civili, mentre per gli israeliani oltre 200 erano miliziani. Hamas ha sempre ammesso la morte di 80 combattenti. 

Sottolineando che “non vi erano prove di target militari nelle vicinanze” dei tre siti, il rapporto elaborato da Hrw ricorda che “un attacco non diretto verso uno specifico obiettivo militare” è da considerarsi “fuorilegge”. Da qui l’invito alle parti a prendere tutte le misure necessarie per ridurre al minimo morti e feriti fra la popolazione civile, fornendo anche allerta anticipati “efficaci”. 

Commentando il rapporto, un portavoce dell’esercito israeliano respinge le accuse affermando che i raid aerei dell’aviazione a Gaza hanno colpito “esclusivamente target militari” e che sono state prese tutte le misure “per ridurre i danni a persone non coinvolte” compresi “allerta preventivi”. 

Una fonte militare interpellata dal Jerusalem Post aggiunge che “Hamas posiziona in modo deliberato risorse militari in aree densamente abitate da civili”. Inoltre, il rapporto di Hrw anche in questo caso avrebbe “riciclato illazioni già smentite” in passato. 

Sul fronte palestinese, l’Ong internazionale sottolinea che i miliziani hanno violato il “divieto di attacchi deliberati o indiscriminati contro i civili” lanciando razzi non guidati verso città e villaggi israeliani. Il mese prossimo verrà pubblicato un rapporto separato e ad hoc sugli attacchi missilistici di Hamas verso il sud di Israele. Immediata la replica del gruppo estremista che controlla la Striscia, che dice di aver “cercato di evitare di prendere di mira i civili, nonostante i massacri commessi dalle forze di occupazione israeliana”. 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Cisgiordania, 12enne palestinese ucciso da un soldato israeliano
29/07/2021 08:53
Gaza, scontri fra palestinesi ed esercito israeliano: un morto e 15 feriti
03/09/2021 08:47
Israele allenta il blocco sulla Striscia. Parroco di Gaza: ‘Eccellente’
01/09/2021 11:50
Gaza, nuovi raid israeliani in risposta al lancio di palloncini incendiari
02/07/2021 08:48
Sheikh Jarrah, ancora violenze nel quartiere conteso: feriti 20 palestinesi
22/06/2021 14:50