19 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 21/10/2014, 00.00

    HONG KONG - CINA

    Hong Kong, il primo round di colloqui si chiude con un nulla di fatto



    La delegazione del governo, guidata da Carrie Lam, "spera" di poter avere altri meeting con i rappresentanti ma definisce le richieste democratiche "irricevibili". I leader della protesta rimarranno per le strade per dimostrare che la battaglia "è a lungo termine".

    Hong Kong (AsiaNews) - I funzionari del governo di Hong Kong hanno chiuso il primo round di colloqui con gli studenti che da settimane bloccano le zone centrali della città per chiedere democrazia e suffragio universale. Carrie Lam, Segretaria dell'esecutivo, ha dichiarato che "spera di poter avere altri incontri" con i leader della protesta. Tuttavia, sia il governo dell'ex colonia che quello centrale di Pechino hanno ripetuto che le richieste avanzate dai giovani "sono irricevibili".

    Secondo alcuni osservatori, sia i giovani studenti che i manifestanti del gruppo democratico di Occupy Central sanno bene che non hanno possibilità di raggiungere un accordo favorevole. Tuttavia, essi hanno deciso di rimanere sulle strade per dimostrare che la battaglia per la democrazia è a lungo termine.

    Gli incontri di questa sera, condotti da alcuni funzionari guidati dalla Lam e da cinque studenti, era incentrati sulla richiesta di eliminare le "scrematura preventiva" dei candidati alla carica di Capo dell'esecutivo. La prossima elezione generale per l'incarico politico più alto di Hong Kong è prevista per il 2017.

    Secondo la Lam "fino a che le richieste sono queste, temo che saremo d'accordo soltanto sul fatto che siamo in disaccordo". Per Alex Chow, Segretario generale della Federazione degli studenti, la posizione del governo "è vaga. Potremmo dire che l'esecutivo deve spiegarsi meglio davanti alla popolazione".

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    11/10/2014 HONG KONG - CINA
    Decine di migliaia di persone in piazza, per lanciare una “Occupy di lunga durata”
    Le proteste hanno ripreso nuovo vigore, dopo la decisione delle autorità di cancellare l’incontro con gli studenteschi. Un leader invita a occupare “ogni centimetro delle strade”. La gente è “disillusa” verso il governo. Il premier cinese rilancia l’obiettivo di “stabilità sociale” e l’approccio “una nazione, due sistemi”.

    10/10/2014 HONG KONG - CINA
    Hong Kong, il governo cancella i colloqui. Gli studenti: Occupate tutto
    La Segretaria generale dell'esecutivo annulla l'incontro di oggi: "Non ci sono le basi per discutere, usano il pubblico per ottenere quello che vogliono". Studenti, deputati democratici e Occupy Central uniti: "Da Harcourt Road partirà una nuova ondata, fermeremo ogni millimetro di Hong Kong".

    23/09/2014 HONG KONG - CINA
    Hong Kong, migliaia di studenti in piazza "per la democrazia e la libertà"
    Oltre 13mila giovani del Territorio aderiscono allo sciopero delle lezioni. Una settimana di dimostrazioni pacifiche per chiedere a Pechino di concedere il suffragio universale. Fra i presenti anche ragazzi della Cina continentale: "Grande ammirazione per i nostri colleghi. Da noi, se pensi qualcosa non puoi dirlo ad alta voce". Xi Jinping ammonisce Occupy Central: "Potremmo giocare un ruolo più pressante nella politica locale".

    18/11/2014 HONG KONG - CINA
    Hong Kong, la polizia rimuove le barricate di Occupy da Admiralty
    Un'ingiunzione dell'Alta Corte impone la liberazione di alcune zone, occupate da studenti e membri di Occupy Central. I dimostranti "non vogliono protestare" contro questa mossa, ma i leader della protesta chiedono al governo una soluzione politica "senza nascondersi dietro i tribunali".

    08/10/2014 HONG KONG - CINA
    Bao Tong: Lo stallo di Occupy non è un problema, i semi della democrazia sono stati gettati
    Il grande dissidente esprime il proprio "orgoglio" per le manifestazioni democratiche a Hong Kong, ma invita i dimostranti a "prendersi un momento di pausa. Non serve controllare tutti i giorni se i semi stanno germogliando, ogni grande momento ha bisogno di un periodo di gestazione". Fissati per il 10 ottobre i colloqui fra gli studenti e il governo del Territorio. Scontro sull'agenda dei dialoghi.



    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®