23 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 26/03/2007, 00.00

    RUSSIA - CINA

    Hu a Mosca per rinsaldare i rapporti politici ed economici



    Il viaggio di tre giorni avviene per l’inizio dell’Anno della Cina in Russia. Per Pechino sono importanti petrolio e gas della Russia, che guarda con interesse ad Oriente, ma anche commercio e collaborazione militare. Entrambi gli Stati vogliono diminuire il ruolo degli Usa.

    Pechino (AsiaNews/Agenzie) – Inizia oggi la visita di tre giorni del presidente cinese Hu Jintao a Mosca. Sull’agenda questioni energetiche e commerciali, con la non celata aspirazione a consolidare una alleanza che vuole togliere spazio agli Stati Uniti. Ma c'è il problema della crescente penetrazione dei cinesi nella Siberia russa.

    Hu sarà accompagnato dal ministro per il Commercio Bo Xilai e dal vicepremier Wu Yi. La visita avviene in occasione dell’Anno della Cina, che sarà aperto il 28 marzo a Mosca con l’inaugurazione di un’importante mostra sulla Cina. Lo stesso giorno è previsto l’incontro con il premier Vladimir Putin per la firma di accordi economici.

    I due Stati parleranno anzitutto della cooperazione energetica. Li Hui, funzionario del ministero cinese degli Esteri, ha detto che è prevista la firma di contratti per un valore di 2 miliardi di dollari; tra gli accordi,  l’aumento dell’importazione di greggio russo tramite ferrovia. Nel 2006 il commercio tra i due Paesi è stato di 33,4 miliardi di dollari (+14,7%), ma è appena il 2% del commercio cinese, che ha rapporti molto maggiori con gli Stati Uniti. Mosca ha le maggiori riserve mondiali di gas naturale ed è il 2° esportatore di petrolio che vende soprattutto in Europa. Ma petrolio e gas russo sono essenziali per Pechino, mentre Putin a sua volta guarda con crescente interesse ad Oriente.

    E’ in atto la costruzione di un oleodotto che per il 2015 porterà 1,6 milioni di barili di greggio dalla Siberia orientale fino al porto russo di Nakhodka sull’Oceano Pacifico, davanti al Giappone e vicino alla Corea. Pechino da tempo insiste perché l’oleodotto arrivi in Cina, ma finora senza esito. La Russia esporta circa 5 milioni di barili di greggio al giorno, ma solo 320 mila vanno in Cina, per ferrovia. La Cina riceve molto più petrolio da Arabia Saudita, Angola e Iran, nonostante abbia 4.200 chilometri di confine con Mosca. I due Paesi, divenuti rivali e che nel 1969 hanno anche avutp scontri armati di confine, solo da qualche anno hanno ripreso crescenti rapporti economici e solo nel 2004 hanno concluso un trattato per risolvere la disputa sui confini.

    Oltre al commercio, i due Paesi vogliono aumentare la collaborazione politica, anche per diminuire l’influenza degli Stati Uniti. Nella crisi nucleare iraniana finora hanno usato la minaccia del diritto di veto per limitare l’imposizione di sanzioni a Teheran da parte della Nazioni Unite. Entrambi i Paesi sono membri dello Shanghai Cooperation Organization, istituzione di importanza crescente che raccoglie gli Stati caucasici dell’Asia centrale, ma cui partecipano anche India, Iran e Pakistan.

    La Russia è anche il primo fornitore di armi alla Cina. Nel 2006 i due Stati per la prima volta hanno compiuto operazioni militari congiunte e Li ha annunciato che avverrà di nuovo quest’anno.

    Ma decine di migliaia di imprenditori e commercianti cinesi emigrano e lavorano in Russia, specie nella vasta regione siberiana. Anche se hanno fatto crescere l’economia locale, Mosca non vuole che giungano a controllarla. Ma non si ritiene che la questione sia affrontata questi giorni. (PB)

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    25/01/2007 INDIA - RUSSIA
    Putin in India per rilanciare i rapporti tra i due Stati
    Analisti e politici si aspettano che i due Paesi discutano come rianimare la collaborazione, per lunghi anni molto stretta, ma ora in gran parte sostituita da quella con Usa e Cina. Possibile una joint-venture per la ricerca di petrolio e gas in Siberia.

    12/10/2009 RUSSIA - CINA
    Russia e Cina sfrutteranno insieme i ricchi giacimenti siberiani
    Il premier russo Putin arriva a Pechino, per due giorni di incontri con i leader cinesi. Attesi importanti accordi per energia e commercio, ma si parlerà anche di politica internazionale, Iran, Corea del Nord e crisi finanziaria globale.

    04/04/2006 CINA - ANGOLA
    L'Angola è il primo fornitore di petrolio per la Cina

    Pechino, in cambio del greggio, concede ampi finanziamenti agevolati e le ditte cinesi partecipano alle opere di ricostruzione. Ma si teme che di questa ricchezza non benefici la popolazione.



    30/01/2017 13:05:00 STATI UNITI - A. SAUDITA - IRAN
    Trump e re Salman favorevoli a un applicazione “rigorosa” dell’accordo nucleare iraniano

    Il presidente Usa e il monarca saudita hanno discusso ieri della questione in una conversazione telefonica. L’obiettivo è “fronteggiare” le attività “destabilizzanti” di Teheran nella regione. In campagna elettorale Trump aveva minacciato di stralciare l’accordo. I due leader hanno parlato anche di terrorismo islamico e zone sicure in Yemen e Siria. 

     



    19/06/2008 CINA - STATI UNITI
    Pechino e Washington soddisfatti di “fare affari” e “rinviare” le decisioni
    I due Paesi vogliono concordare un trattato bilaterale sul commercio e sviluppare energie alternative e rispettose dell’ambiente. Elogi reciproci e soddisfazione per la rivalutazione dello yuan. Intanto sono stati conclusi affari per 13,8 miliardi e Pechino annuncia la presenza di Bush alle Olimpiadi.



    In evidenza

    VATICANO
    Papa: Lettera per i 100 anni della Maximum Illud sull’attività svolta dai missionari nel mondo



    Per l’ottobre 2019, papa Francesco lancia un Mese Missionario Straordinario per risvegliare l’impegno della missione ad gentes e per trasformare in modo missionario la pastorale ordinaria, sfuggendo alla stanchezza, al formalismo e all’autopreservazione. Il “compito imprescindibile della missione ad gentes da Benedetto XV al Concilio Vaticano II, a papa Giovanni Paolo II, fino all’Evangelii Gaudium.


    CINA-VATICANO
    Wang Zuoan: Papa Francesco è sincero, ma deve sottostare a due condizioni

    Li Yuan

    In un’intervista alla Commercial Radio, il direttore dell’Amministrazione statale per gli affari religiosi ribadisce l’urgenza di tagliare i rapporti con Taiwan e di non interferire negli affari interni della Cina, nemmeno quelli religiosi. Grandi elogi al discorso di Xi Jinping da parte dei due vescovi ospiti del Congresso del Partito, Fang Xinyao e Ma Yinglin. “Falsi pastori, ma reali schiavi”. I timori di un cattolico sotterraneo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®