02 Luglio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 29/01/2014, 00.00

    GIAPPONE - VATICANO

    I Rotoli di Marega "importantissimi non solo per la Chiesa, ma per tutto il Giappone"



    L'ambasciatore di Tokyo presso la Santa Sede, Teruaki Nagasaki, commenta ad AsiaNews l'accordo fra Giappone e il Vaticano per tradurre e catalogare i documenti sulla presenza e sulla persecuzione dei cristiani nel Sol Levante: "Atti di enorme rilevanza storica. L'anno prossimo celebriamo i 150 anni dalla riemersione dei 'cattolici nascosti'. Speriamo che il Papa festeggi con noi questo avvenimento!".

    Roma (AsiaNews) - L'accordo fra la Biblioteca vaticana e il governo giapponese per tradurre e catalogare i Rotoli di Marega "è importantissimo non solo dal punto di vista dei cattolici, ma anche da un punto di vista storico. Sono molto felice di questa decisione: penso che in Giappone ci siano molti ricercatori che aspettano questi testi per gettare una luce migliore su quel periodo. E ovviamente è molto bello che sia nata questa collaborazione". È il commento rilasciato ad AsiaNews dall'ambasciatore nipponico presso la Santa Sede, Teruaki Nagasaki, sulla decisione presa ieri dagli enti interessati.

    I "Rotoli di Marega"sono una raccolta di circa 10mila documenti, che descrivono la presenza e la persecuzione della comunità cattolica in Giappone. Coprono un periodo temporale che va dal 17mo al 19mo secolo, e furono portati in Vaticano dal missionario italiano Mario Marega negli anni '40 del 20mo secolo. Da allora sono rimasti negli archivi vaticani fino al 2010, quando sono stati ritrovati dal ricercatore Delio Proverbio.

    I documenti sono scritti su carta di riso, talmente delicati che devono essere toccati solo con guanti speciali. Mons. Cesare Pasini, prefetto della Biblioteca apostolica vaticana, li ritiene "la più ampia collezione di documenti di questo tipo". L'accordo durerà 6 anni ed è stato stipulato fra la Biblioteca e 4 Istituti storici giapponesi.

    Il primo dei testi è datato 1719, e parla dell'arrivo del cristianesimo in Giappone nel 1549 grazie ai missionari gesuiti. Per descrivere quanto si fosse diffusa la fede cristiana nel Paese, in uno dei testi ritrovati si legge che quattro nobili giapponesi si recarono a Roma nel 1585 per assistere all'elezione di papa Sisto V. Ovviamente una larghissima parte dei documenti parla della persecuzione ordinata dallo Shogunato contro la nuova comunità, e descrive nei particolari il martirio dei 26 cristiani di Nagasaki che portò al bando del cristianesimo nel 1612.

    Proprio l'esempio dei cristiani giapponesi è stato da poco ricordato da papa Francesco, che durante l'udienza generale del 15 gennaio ha detto: "La storia della comunità cristiana in Giappone è esemplare. Sentite bene: essa subì una dura persecuzione agli inizi del secolo XVII. Vi furono numerosi martiri, i membri del clero furono espulsi e migliaia di fedeli furono uccisi. In Giappone non c'era più nessun prete, tutti sono stati espulsi. Allora la comunità si ritirò nella clandestinità, conservando la fede e la preghiera nel nascondimento, e quando nasceva un bambino, il papà e la mamma lo battezzavano, perché tutti noi possiamo battezzare. Quando, dopo circa due secoli e mezzo, i missionari ritornarono in Giappone, migliaia di cristiani uscirono allo scoperto e la Chiesa poté rifiorire. Erano sopravvissuti con la grazia del loro battesimo!".

    Per l'ambasciatore Nagasaki, queste parole "sono molto belle e molto importanti. Siamo stati molto felici di sentire le parole del Papa sui cristiani giapponesi! Tra l'altro, proprio l'anno prossimo festeggiamo i 150 anni della riemersione dei 'cristiani nascosti', i "kakure kirishitan" di cui parla Francesco. La comunità cattolica e il Giappone in generale sarebbero molto felici di ricevere una visita del Papa, e questo anniversario è molto importante. Sappiamo che ha ricevuto tanti inviti, ma speriamo lo stesso in un suo viaggio in Giappone".

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    11/09/2015 GIAPPONE – VATICANO
    Vaticano, un Simposio per onorare i martiri cristiani del Giappone
    Organizzato dalla Biblioteca apostolica e dall’università di Tokyo, l’incontro presenterà il lavoro di traduzione e catalogazione dei “Rotoli di Marega”, la maggiore documentazione esistente sulla presenza cristiana nel Sol Levante dal XVII al XIX secolo. Fra i relatori il Bibliotecario mons. Brugues, il prefetto mons. Pasini e l’ambasciatore giapponese presso la Santa Sede Teruaki Nagasaki.

    13/05/2014 GIAPPONE
    Nagasaki, un museo per celebrare i "cristiani nascosti" rimasti fedeli a Gesù sotto le persecuzioni
    La sede sarà inaugurata il prossimo gennaio in occasione dei 150 anni dalla "riemersione" dei "Kakure Kirishitan", i cattolici rimasti per due secoli fedeli all'insegnamento cattolico pur senza alcun contatto con la Chiesa. La zona non è distante dall'area colpita dal bombardamento atomico, un modo per "preservare e tenere viva" la memoria dei cattolici morti durante la II Guerra mondiale.

    10/03/2015 GIAPPONE
    Vescovo di Niigata: I 'cristiani nascosti', stimolo a vivere con pienezza la fede
    Dal 14 al 17 marzo la Chiesa nipponica onora i fedeli di Nagasaki, sopravvissuti a due secoli e mezzo di persecuzione mantenendo saldo il credo cattolico pur senza sacerdoti o missionari. Ad AsiaNews mons. Tarcisio Isao Kikuchi spiega: "Stiamo cercando di trasportarli fuori dai libri di storia e renderli testimoni vivi ancora oggi". Le difficoltà dell'evangelizzazione del Sol Levante e la necessità di testimoniare in prima persona i valori evangelici.

    19/11/2013 GIAPPONE - VATICANO
    Vescovo di Nagasaki: L'Anno della Fede ha portato buoni frutti, ora aspettiamo Francesco
    Mons. Takami, ha concelebrato con il Papa una messa a Santa Marta: "Gli ho detto del nostro invito a visitare il Paese. Non ha risposto in maniera esplicita, ma era molto soddisfatto. Speriamo che venga, anche perché il suo esempio ha riavvicinato tanti cristiani alla Chiesa. Anche i non cristiani del Giappone lo seguono molto, colpiti dal suo esempio e dalle sue parole".

    28/07/2006 giappone
    Saranno beatificati a Nagasaki 188 martiri giapponesi

    Lo ha deciso la Commissione permanente della Conferenza episcopale nipponica, per "accostare le grandi tragedie giapponesi". Lanciata una raccolta fondi nazionale per coprire le spese della cerimonia, che dovrebbe avvenire il prossimo maggio.





    In evidenza

    CINA - VATICANO
    Mons. Ma Daqin, il Vaticano e la “logica da banditi” dell’Associazione patriottica

    Gu Feng

    Un sacerdote della Cina centrale ripensa al “voltafaccia” del vescovo di Shanghai e lo paragona a Giovanni il Battista, confinato in prigione dopo le accuse a Erode. La “logica da banditi” dell’Associazione patriottica e del governo tende a eliminare la religione dal Paese. Il Vaticano rischia di contraddirsi venendo a compromessi con l’Associazione patriottica, che papa Benedetto XVI ha definito “incompatibile” con la dottrina cattolica nella Lettera ai cattolici cinesi che papa Francesco non ha smentito, anzi l’ha ribadita.


    CINA - VATICANO
    Il “voltafaccia” di mons. Ma Daqin, una croce per il bene di Shanghai

    p. Pietro dalla Cina

    Il vescovo ausiliare di Shanghai ha a cuore il benessere della sua diocesi e intende portare da solo il fardello delle sue dichiarazioni di quattro anni fa. Le precisazioni di p. Lombardi sul ruolo della Santa Sede fugano ogni dubbio: la Lettera di Benedetto XVI alla Chiesa cinese è ancora valida, quindi la posizione dell’Associazione patriottica non è accettata dal Vaticano. Il commento di un sacerdote cinese, traduzione a cura di AsiaNews.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®