15/02/2011, 00.00
NEPAL
Invia ad un amico

I cristiani nepalesi festeggiano san Valentino aiutando i poveri e regalando bibbie

di Kalpit Parajuli
L’iniziativa spontanea è stata un’occasione per mostrare ai non cristiani l’amore di Dio. Essa ha coinvolto protestanti e cattolici delle parrocchie di Kathmandu ed è stata apprezzata anche dagli indù. Komal Oli, cantante indù: “Quando hai fede in Dio lui ti insegna ad amare tutta l’umanità e questo è presente in tutte le religioni”.
Kathmandu (AsiaNews) – Migliaia di cristiani nepalesi hanno festeggiato san Valentino portando aiuto ai bisognosi e regalando bibbie. L’iniziativa è avvenuta in modo spontaneo fra i fedeli e i giovani  delle comunità cristiane di Kathmandu.

Selestina Gurung, ragazza cattolica di 19 anni originaria di Pokhara  (200 chilometri da Kathmandu), si è recata nella capitale per acquistare delle bibbie da regalare ai suoi amici. "Per me - afferma - questo san Valentino è un giorno per diffondere l'amore di Dio tra gli uomini. Una volta a casa regalerò queste bibbie alle persone che mi vogliono bene”.

Il modo diverso di festeggiare la festa degli innamorati è stata apprezzata anche dagli indù.

Komal Oli, popolare cantante indù, dice: "Ho apprezzato molto l’iniziativa dei cristiani che hanno scelto di celebrare l’amore di Dio nel giorno di San Valentino”. “Quando hai fede in Dio – continua – lui ti insegna ad amare tutta l’umanità e questo aspetto è presente in tutte le religioni: indù, cristianesimo e islam”. 

In Nepal vivono circa 150mila cristiani, di questi circa 8mila sono cattolici. Con il crollo della monarchia indù nel 2006 e la nascita di uno Stato laico ai cristiani è stata concessa una maggiore libertà di culto. Nonostante siano ancora frequenti le discriminazioni da parte degli indù le conversioni sono in crescita. Secondo le stime della comunità cattolica di Kathmandu ogni domenica sono circa 200 i non cattolici che assistono alla messa nella cattedrale.   Anche il numero dei sacerdoti è in aumento. Lo scorso 12 febbraio a Maheshpur, 600 chilometri a est di Kathmandu, mons. Anthomy Sharma, arcivescovo di Kathmandu, ha ordinato tre nuovi sacerdoti di origine indiana. Dalla sua nomina a vicario apostolico per il Nepal nel 2007, il prelato ha ordinato sette sacerdoti.    

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Nepal, gli indù dedicano il giorno di San Valentino al Papa
13/02/2013
Nepal: Per San Valentino boom di cartoline ispirate al messaggio di pace del Papa
14/02/2012
Kathmandu, otto cristiani a processo per proselitismo: distribuivano copie della Bibbia
21/07/2016 11:20
Distribuivano Bibbie ai terremotati, cristiani nepalesi arrestati per proselitismo
11/07/2016 13:01
Nepal, chiese cattoliche blindate per il pericolo di attentati
05/04/2011