19 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 27/09/2017, 14.19

    FILIPPINE

    I musulmani del Milf a difesa dei cristiani per la ricostruzione di Marawi

    Santosh Digal

    Il leader del gruppo, Al Haj Murad Ebrahim, ha promesso aiuto al programma della prelatura. A Roma l’incontro con mons. Edwin dela Peña, vescovo di Marawi. L’iniziativa “Duyog Marawi” coinvolgerà 13 comunità costiere nelle vicinanze del capoluogo. Il vescovo: “Facciamo vedere al mondo che idee estremiste violente non prosperano nelle nostre terre”.

    Manila (AsiaNews) – Il Moro Islamic Liberation Front (Milf), il più grande gruppo ribelle islamico delle Filippine ora in dialogo con il governo, si è offerto di provvedere alla sicurezza di un programma di solidarietà della Chiesa cattolica rivolto gli sfollati del conflitto di Marawi, nell’isola di Mindanao.

    Mons. Edwin dela Peña (foto), vescovo di Marawi, la “città islamica” delle Filippine, afferma che il leader del gruppo, Al Haj Murad Ebrahim, ha promesso aiuto al programma finalizzato alla ricostruzione, alla guarigione ed alla promozione della pace nella città distrutta dal conflitto.

    L’iniziativa “Duyog Marawi”, intrapresa dalla prelatura, coinvolgerà 13 comunità costiere nelle vicinanze del capoluogo della Provincia di Lanao del Sur. Esse sono: Sultan Naga Dimaporo, Malabang, Balabagan, Picong, Marantao, Balindong, Bacolod-Calawi, Madamba, Ganassi, Calanogas, Marogong, Kapatagan e Tugaya.

    Queste zone sono state “fortemente colpite” dal conflitto, perché hanno perso mezzi di sussistenza e servizi di base in seguito all’isolamento di  Marawi. I villaggi ospitano tuttora migliaia di sfollati interni (Idf). Il programma aiuterà anche le comunità dell'Università Statale di Mindanao e la cattedrale provvisoria di Balo-i, consacrata in seguito alla devastazione della cattedrale di St. Mary.

    “Faremo quello che facciamo meglio: impegni comunitari e opportunità di guarigione e riconciliazione”, ha dichiarato il vescovo. Mons. Dela Peña ha ripetuto il suo invito rivolto alle comunità cristiane a sostenere il popolo di Marawi e le sue aree adiacenti, prestando assistenza attraverso la Chiesa, il governo e altre organizzazioni umanitarie.

    “È un momento critico nella storia delle relazioni tra musulmani e cristiani a Marawi. Questo ci avvicinerà o allargherà il divario. La pace a Marawi non solo beneficerà i Maranao [etnia musulmana locale, ndr], tutti noi ne trarremo beneficio, l'intera umanità. Facciamo vedere al mondo che idee estremiste violente non prosperano nelle nostre terre”, dichiarato il vescovo.

    Il Milf è un gruppo armato islamista che ha base nell’isola di Mindanao, nel sud del Paese, dove è concentrata la minoranza islamica filippina (circa il 20% della popolazione). Esso mira alla creazione di una regione autonoma dal governo centrale per il popolo Moro ed in passato ha condotto numerose azioni militari e terroristiche. Il Milf è attualmente impegnato in colloqui di pace con l’amministrazione Duterte e sostiene le truppe governative per la risoluzione del conflitto a Marawi.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    13/01/2018 09:56:00 FILIPPINE
    Il vescovo di Marawi ritorna nella cattedrale devastata dalle violenze

    “È stato straziante”. Mons. Dela Peña guida una preghiera intorno all’altare della chiesa dissacrata dai terroristi. Fondamentale la riconciliazione tra cristiani e musulmani. La Chiesa cattolica presta aiuto alla popolazione colpita dal conflitto con un programma di assistenza.



    19/09/2017 11:46:00 FILIPPINE
    Mons. Edwin dela Peña: cristiani e musulmani per la pace a Marawi

    La Chiesa deve essere “presenza di riconciliazione”. Bisogna costruire ponti, non divisione e odio. L’impegno della Chiesa filippina e della Caritas per gli sfollati. Giovani Moro disegnano e vendono magliette per raccogliere fondi.



    21/06/2017 15:34:00 FILIPPINE
    Duterte: ‘Guerra religiosa a Mindanao’. Chiesa e analisti in disaccordo

    Il presidente: “I cristiani hanno fucili migliori e ne stanno comprando altri”. Gli esperti respingono con forza questa eventualità: “Solo una boutade priva di fondamento per giustificare la legge marziale”. Il card. Orlando Quevedo, arcivescovo di Cotabato: “Il governo affronti le radici economiche e politiche del terrorismo, anziché limitarsi al solo intervento militare”.



    19/07/2017 11:01:00 FILIPPINE
    Marawi, vescovo contro Duterte: no al prolungamento della legge marziale

    Mons. Edwin de la Peña contro il governo che vuole estendere lo stato di emergenza e le leggi speciali. Per il vescovo all’inizio erano una necessità, ma ora il provvedimento è inutile. Evacuate oltre 465mila persone, la Chiesa in prima fila negli aiuti umanitari. Dalla Caritas altri 200mila dollari.

     



    04/12/2009 FILIPPINE
    Settimana della pace a Mindanao: dialogo fra Milf e governo, fine dei massacri
    Dal 26 novembre al 2 dicembre nell’isola meridionale dell’arcipelago cristiani e musulmani uniti per la pace. Preghiere per le vittime della strage a Maguindanao e per un accordo definitivo fra Manila e ribelli islamici. Sacerdote cattolico: proteggiamo la “comune terra natale”.



    In evidenza

    EGITTO-LIBANO
    Al Cairo, musulmani e cristiani si incontrano per Gerusalemme, ‘la causa delle cause’

    Fady Noun

    Si è tenuta il 16 e 17 gennaio all’istituto sunnita al-Azhar. Hanno preso parte molte personalità del Libano, fra cui il patriarca maronita Bechara Raï. I mondo arabo diviso fra “complice passività” e “discorsi rumorosi ma inefficaci”. Ex-premier libanese: coordinare le azioni per una maggiore efficienza al servizio di una “identità pluralistica di Gerusalemme” e della “libertà religiosa”. Card. Raï: serve preghiera congiunta, la solidarietà interreligiosa islamico-cristiana in tutto il mondo arabo e sostenere i palestinesi.


    CINA
    Yunnan: fino a 13 anni di prigione per i cristiani accusati di appartenere a una setta apocalittica



    Le setta in questione è quella dei Tre gradi del Servizio, un gruppo pseudo-protestante sotterraneo fondato nell’Henan e diffuso soprattutto nelle campagne. I condannati rivendicano di essere solo cristiani e di non sapere nulla della setta. Gli avvocati difensori minacciati della revoca della loro licenza.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®