23/03/2009, 00.00
NEPAL
Invia ad un amico

I musulmani nepalesi vogliono che la costituzione riconosca la legge coranica

di Kalpit Parajuli
La Nepal Muslim Sangh chiede il riconoscimento di una identità separata alla comunità islamica del Paese. Al governo e ai partiti politici ricorda che i musulmani non possono essere considerati come “banche di voti” e reclama programmi concreti a favore dei fedeli islamici.
Kathmandu (AsiaNews) - Nella nuova costituzione del Nepal ci deve essere un posto di riguardo per l’islam. È questa, in sintesi, la richiesta che la Nepal Muslim Sangh, federazione delle comunità musulmane del Paese, fa al governo di Kathmandu. Si tratta di una raccomandazione in sei punti presentata sabato 21 in occasione dell’incontro con membri dell’Assemblea costituente e rappresentanti dei partiti politici.
 
La Sangh chiede al governo maoista di riconoscere una identità separata alla comunità musulmana attraverso l’istituzione di una commissione per gli affari islamici, un board dedicato alle madrasse, un comitato per l’Hajj, l’annuale pellegrinaggio alla Mecca, e di contemplare nella nuova costituzione la legge coranica per i fedeli musulmani.
 
Abdul Sattar, presidente della Sangh, afferma che i musulmani non possono essere considerati come “banche di voti” e che né il governo né i partiti possono continuare ad ignorare le richieste delle comunità islamiche per cui, sino ad oggi, “non sono stati promossi programmi concreti”.
 
I musulmani in Nepal sono poco più di 800mila e rappresentano il 3,5% della popolazione. Dopo i buddisti, sono la minoranza religiosa più significativa all’interno di una popolazione di oltre 26milioni di abitanti, per la maggior parte induisti. Il governo di Kathmandu li ha inseriti nella categoria dei Madeshi, i nativi del sud del Paese, insieme alle comunità indigene della regione del Tarai.
 
Il 15 marzo l’esecutivo maoista ha firmato con i musulmani un accordo in cui concede loro garanzie politiche, sociali e culturali nel tentativo di arginare possibili pretese d’indipendenza. Nell’accordo tuttavia non viene menzionata l’ipotesi di una legge coranica per i soli musulmani come invece il Sangh ha chiesto per la Costituzione.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Egiziani delusi celebrano la fine della Primavera araba
02/01/2013
La minoranza islamica chiede seggi e posti di lavoro
13/04/2007
Nuove tensioni tra ribelli maoisti e governo
26/10/2009
Kathmandu, minoranze religiose contro il presidente: “Favorisce la religione indù”
25/10/2016 12:16
Musulmani nepalesi rivendicano i loro diritti nella nuova costituzione
18/04/2012