28 Marzo 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 01/04/2004
filippine
Il cardinale Sin celebra sabato il suo Giubileo d'oro

Manila (AsiaNews) – Il cardinale Jaime Sin, arcivescovo emerito dell'Arcidiocesi di Manila, celebrerà sabato 3 aprile, nella cattedrale della capitale filippina, il cinquantesimo anniversario della sua ordinazione sacerdotale. Tra i prelati con-celebranti ci saranno anche l'arcivescovo di Manila Gaudencio Rosales, il cardinale Ricardo Vidal, di Cebu, l'arcivescovo Antonio Franco, nunzio papale nelle Filippine, oltre a sacerdoti di Manila e delle diocesi circostanti.

Il cardinale è stato ordinato 50 anni fa, il 3 aprile 1954, a Roxas City, Capiz nel sud delle Filippine. Ha cominciato il suo insigne ministero ecclesiastico come prete missionario nei villaggi dell'isola di Panay, contro la volontà del suo vescovo che voleva frequentasse invece alcuni corsi di studio a Roma.

Noto per la sua franchezza e il suo coraggio, il cardinale Sin ha avuto un ruolo importante in tanti eventi storici avvenuti nelle Filippine, quali la prima Rivoluzione del Rosario, nel 1986, che gettò le basi per il ritorno della democrazia dopo 20 anni di guida autoritaria di Ferdinando Marcos, e la seconda Rivoluzione del Rosario che ha portato alla deposizione del presidente Joseph Estrada.

Il 31 agosto 2003, giorno del suo 75esimo compleanno, il cardinale Sin ha dato le dimissioni dal suo mandato, come richiesto dal diritto canonico cattolico. Il Santo Padre Giovanni Paolo II ha accettato le sue dimissioni il 15 settembre e ha nominato come suo successore l'arcivescovo Rosales, allora arcivescovo di Lipa.

Il Santo Padre ha inviato al cardinale due pagine di ringraziamenti speciali, in latino, per congratularsi per il suo Giubileo sacerdotale. Il Papa ha affermato che si tratta di una celebrazione meritata visto il grande impegno pasatorale del cardinale Sin. Ha aggiunto che il servizio sacerdotale dato dal cardinale Sin alla Chiesa, specie nel suo lungo e dinamico incarico come arcivescovo di Manila, è stato lo specchio del suo fruttifero impegno pastorale tra la gente e del suo amore per Cristo e il Vangelo (S.E.)   


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
28/06/2005 FILIPPINE
Filippine: celebrati i funerali del cardinal Sin
21/06/2005 FILIPPINE-VATICANO
Cardinale Jaime Sin: "Portare Cristo nella politica" (scheda biografica)
21/06/2005 FILIPPINE
Mons. Cruz: il card. Sin, “un uomo più grande della vita”
21/06/2005 filippine-vaticano
Il card. Jaime Sin, leader della Rivoluzione del rosario, è morto
01/08/2009 FILIPPINE
È morta Cory Aquino, la prima donna presidente in Asia e simbolo della democrazia
di Santosh Digal

In evidenza
IRAN
E’ ora di giungere all’accordo con Teheran, partner affidabile nella lotta contro lo Stato islamico
di Bernardo CervelleraUna bozza di accordo sul nucleare iraniano dovrebbe essere pronta per il 31 marzo. Ma i repubblicani Usa, Israele e l’Arabia saudita sono nettamente contrari. I motivi “secondari” della loro opposizione. Con Hassan Rouhani l’Iran vuole tornare nell’alveo della comunità internazionale. La funzione mediatrice di Teheran in Medio oriente. Il nunzio vaticano: “Non vi è una sola prova che l’Iran stia preparando una bomba nucleare”.
CINA-VATICANO
ULTIMO'ORA: La polizia cinese rapisce due sacerdoti a Mutanjiang
di Bernardo Cervellera
CINA-VATICANO
Niente brindisi fra Cina e Vaticano: Pechino vuole il dominio assoluto
di Bernardo CervelleraPer il Global Times (Quotidiano del popolo) alla Cina non piacciono le ordinazioni episcopali concordate, "modello Vietnam". Imbarazzo del Ministero cinese degli esteri di fronte ai mille passi della Santa Sede. La Cina vuole che il Vaticano accetti tutti i vescovi scomunicati e faccia silenzio su quelli sotterranei e imprigionati. Il caso di mons. Cosma Shi Enxiang. Senza libertà religiosa non vale la pena avere rapporti diplomatici. Lavorare per la missione e l'unità dei cattolici in Cina. Un lavoro per Xi Jinping: attuare la campagna anti-corruzione verso il ministero degli affari religiosi e l'Associazione patriottica, arricchitisi in questi decenni alle spalle dei cristiani.

Dossier


by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate