21 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 18/03/2017, 11.50

    CINA-USA

    Il segretario di Stato Usa giunge in Cina, dopo le minacce di opzioni militari contro Pyongyang

    Wang Zhicheng

    Oggi l’incontro col ministro degli esteri Wang Yi; domani quello con Xi Jinping. La pazienza Usa verso la Corea del Nord “è finita”. Allo studio il boicottaggio di banche e ditte cinesi che commerciano con Pyongyang.

    Pechino (AsiaNews) – Rex Tillerson, segretario di Stato Usa è giunto stamane in Cina, accolto da Wang Yi, ministro cinese degli esteri e domani vedrà il presidente Xi Jinping. A tema vi è la preparazione di un incontro fra i leader delle due potenze, Donald Trump e Xi Jinping, ma quasi senz’altro vi è un altro tema da affrontare: la minaccia nucleare della Corea del Nord e le opzioni per disinnescarla.

    Per quanto riguarda l’incontro fra Xi e Trump, i media americani da tempo diffondono la voce che essi si vedranno il mese prossimo in Florida. In una telefonata lo scorso mese, i due leader si sono promessi a vicenda di plasmare rapporti bilaterali costruttivi per entrambe le parti. Nella telefonata Trump ha anche ribadito l’adesione degli Stati Uniti al principio dell’unica Cina, messo in dubbio settimane prima.

    Ma è probabile che in questa visita a prendere tutta la scena saranno la Corea del Nord e la minaccia del suo programma nucleare.

    Tillerson giunge a Pechino dopo aver visitato Giappone e Corea del Sud. Proprio a Seoul ieri, in una conferenza stampa, egli ha dichiarato che se la tensione militare e la minaccia nucleare crescono nella penisola, gli Stati Uniti non escludono un’operazione militare contro Pyongyang, dato che la “pazienza strategica” è ormai “finita”. Lo stesso Trump, ieri ha twittato che la Cina fa troppo poco per risolvere la crisi nucleare nordcoreana.

    Per bocca del premier Li Keqiang, lo scorso fine settimana la Cina ha ribadito che è necessario fermare il programma nucleare del Nord, ma anche evitare provocazioni da parte del Sud e degli Stati Uniti, soprattutto tenendo esercitazioni militari congiunte. In un editoriale pubblicato oggi dalla Xinhua, si suggerisce a Washington di aprire un dialogo con la Corea del Nord piuttosto che terrorizzarla con minacce.

    Dietro il problema della Corea del Nord si nascondono tensioni fra le due potenze. La Reuters, raccogliendo dichiarazioni di un non ben definito rappresentante Usa, ha detto che gli Stati Uniti vorrebbero sanzionare le banche e le ditte cinesi che operano con Pyongyang. Da parte sua, Pechino accusa gli Stati Uniti di aver venduto un sistema antimissilistico alla Corea del Sud, il Thaad, che serve non solo a fermare possibili missili lanciati da Pyongyang, ma anche a spiare le istallazioni militari della Cina.

    In ogni modo, come afferma l’editoriale di Xinhua, “le due più grandi economie del mondo hanno tutte le ragioni per rimanere decisi a una forte relazione, dato che condividono un ampio raggio di interessi, specie nel commercio”. La Cina è il primo partner commerciale degli Usa e questi sono il secondo partner commerciale di Pechino. Il volume degli scambi dello scorso anno è stato di 519, 6 miliardi di dollari.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    07/09/2017 08:57:00 CINA-USA-COREA
    Xi Jinping e Trump condannano insieme il test nucleare di Pyongyang

    Il test nucleare è “un’azione provocatoria e destabilizzante”, “pericolosa per il mondo” e che non fa gli interessi di Pyongyang. Ambasciatore del Nord all’Onu: Il test è “un pacco-regalo agli Usa”. Istallate altre quattro rampe del sistema antimissilistico Thaad, inviso a Pechino e Mosca.



    05/04/2017 08:29:00 COREA DEL NORD
    Nuovo test missilistico di Pyongyang, alla vigilia dell’incontro fra Xi Jinping e Donald Trump

    Il lancio di stamattina sembra voler provocare maggior disaccordo fra Cina e Stati Uniti. Il missile di medio raggio è partito da Sinpo ed è finito nel mar del Giappone. Pechino non vuole la caduta di Kim Jong-un e nemmeno l’unificazione delle due Coree.



    31/10/2017 08:57:00 COREA DEL SUD - CINA
    Seoul e Pechino riprendono le relazioni ‘normali’

    I rapporti si erano deteriorati a causa dello spiegamento del sistema anti-missilistico Thaad. Pechino aveva boicottato voli, turismo, vendita al dettaglio di prodotti sudcoreani. La ripresa delle comunicazioni avviene alla vigilia del viaggio di Trump in Asia.



    05/09/2017 09:12:00 ONU-COREA
    Consiglio di sicurezza Onu sulla Corea del Nord: Guerra, sanzioni, dialogo

    Ambasciatrice Usa: Pyongyang sta supplicando per una guerra. La pazienza degli Usa “non è senza limiti”. Per Cina e Russia occorre frenare che fanno crescere la tensione. Stop alle esercitazioni militari congiunte in cambio di dialogo con il Nord. Putin al telefono con Moon Jae-in. Trump propone vendita di armi alla Corea del Sud.



    04/09/2017 09:13:00 COREA-ASIA
    Il ‘terremoto’ del test nucleare di Pyongyang. Le reazioni nel mondo

    Oggi pomeriggio riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza dell'Onu. La bomba ad idrogeno fatta scoppiare ieri è quasi 10 volte più forte delle precedenti. Per la Corea del Nord è un “perfetto successo”. Seoul e Tokyo chiedono un incremento al massimo delle sanzioni per portare Kim Jong-un al tavolo delle trattative. Esercitazioni militari con missili nel sud. Minacce di operazioni militari da parte degli Usa. Per alcuni analisti, l’obbiettivo dei test è provocare l’imbarazzo della Cina.





    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®