18/04/2006, 00.00
THAILANDIA
Invia ad un amico

In occasione del nuovo anno thailandese i parroci parlano di anziani e famiglia

di Weena Kowitwanij

La popolazione thailandese invecchia perché si alza l'età media e diminuiscono le nascite. Ogni anno 30 mila anziani sono abbandonati dalle famiglie.

Bangkok (AsiaNews) – In Thailandia dal 13 al 15 aprile si festeggia il Songkran, il capodanno thailandese. Secondo le tradizioni locali i giovani versano dell'acqua sulle mani degli anziani e dopo una celebrazione gli presentano una ghirlanda. In cambio gli anziano danno la loro benedizione. Questa cerimonia è vissuta come un segno di rispetto, amore e fraternità, e per questo alcuni parroci hanno organizzato delle cerimonie religiose.

"Non solo le statistiche mondiali ma anche quelle nazionali rilevano un complessivo invecchiamento della popolazione", rileva il cardinale Michael Michai Kitbunchu. "La Chiesa thailandese ha a cuore il problema degli anziani e della famiglia. Noi desideriamo fare della famiglia una chiesa domestica. Il secolarismo causato dalla globalizzazione ha distrutto l'istituto familiare. L'unità fra i componenti della famiglia è possibile con l'aiuto dell'eucarestia, la vera forza della nostra vita. Per fare della famiglia una chiesa domestica è necessario pregare insieme, avere buoni rapporti familiari e assistersi in tutte le attività familiari, non importa di che tipo".

Il numero di anziani in Thailandia è cresciuto in modo rapido, dichiara Chatree Banchuen, direttore generale del Dipartimento servizi medici. "La Thailandia diventerà un Paese a maggioranza di anziani. L'età media per un uomo è di 68 anni e per una donna di 73. Il dato è superiore a quello di Vietnam, Indonesia, Myanmar, ma è ancora inferiore a quello di Giappone, Singapore, Brunei e Malaysia. Ci saranno ripercussioni sull'economia, la società. È inoltre necessario l'avanzamento e lo sviluppo della tecnologia medica".

Il dott. Banlu Siripanich conferma che, a causa della bassa natalità, la popolazione invecchia. "Sono tre i problemi principali connessi all'invecchiamento: l'igiene, come mantenersi dopo il ritiro dal lavoro, e la mancanza di amici della stessa, in modo particolare per chi ha perso il proprio sposo".

Dato che uno dei problemi fra i giovani è la bassa natalità e la poca coscienza del valore della sessualità, padre Joseph Phairoj Homjinda, segretario generale della Commissione cattolica per la famiglia, spiega: "abbiamo fatto un programma di studi di formazione di educazione sessuale rivolto a chi andrà a toccare questa delicata materia nelle scuole. Il programma  è stato sottoscritto e certificato dal professor Chitra Sit-thiamorn, direttore dell'Istituto ricerca medica dell'Università Chulalongkorn e rappresentanti dell'arcidiocesi di Bangkok all'Istituto di ricerca".

Secondo l'Ufficio nazionale di statistica sono quasi 700 mila gli anziani senza reddito e ogni anno quasi 30 mila anziani vengono abbandonai dalla famiglia.

Padre Rattanasak Kitsakul della Commissione per lo sviluppo umano ha tenuto un seminario per i cattolici che lavorano nel campo medico. Alcuni di loro sono volontari che aiutano gli anziani ad accedere ai contributi stanziati dal governo.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Cambia la demografia in India: in aumento gli anziani
06/07/2019 09:00
I sudcoreani invecchiano: la popolazione cresce solo dello 0,9%
14/01/2019 11:43
Il mondo ha un nuovo decano: il giapponese Kimura è il più anziano di tutti
28/12/2012
La Chiesa thai difende la terza età: riscopriamo i nonni
29/03/2016 12:58
In Corea meno divorzi ma abitanti sempre più vecchi
09/01/2006