09/06/2014, 00.00
INDIA
Invia ad un amico

India, 20mila persone danno l'estremo saluto al card. Lourdusamy

di Nirmala Carvalho
Ad AsiaNews il card. Gracias, arcivescovo di Mumbai, parla di "una perdita terribile di un uomo che ha lavorato per lo sviluppo della Chiesa in Asia e nel mondo". Il card. Simon D. Lourdusamy, primo asiatico a ricoprire un incarico curiale, si è spento il 2 giugno scorso e sarà seppellito a Pondicherry, sua diocesi natale.

Mumbai (AsiaNews) - "Una perdita terribile per la Chiesa dell'Asia". Così ad AsiaNews il card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai, commenta la morte del card. Simon D. Lourdusamy, prefetto emerito della Congregazione per le Chiese orientali, avvenuta il 2 giugno scorso a Roma e di cui questa mattina si sono celebrati i funerali in India. Più di 20mila persone hanno partecipato alle esequie nella cattedrale dell'Immacolata Concezione a Pondicherry, sua diocesi natale. La cerimonia è stata presieduta da mons. Salvatore Pennacchio, Nunzio apostolico in India, e concelebrata da 40 vescovi, provenienti da tutto il Paese, e oltre 400 sacerdoti. Insieme al card. Gracias, tra i porporati presenti c'erano il card. Telesphore Toppo (Ranchi) e il card. George Alancherry (Ernakulam dei siro-malabaresi).

Il card. Lourdusamy si è spento all'età di 94 anni. Il 5 giugno scorso si sono svolte le esequie in Vaticano, prima che la salma venisse trasferita in India. Nel rispetto delle ultime volontà del defunto, le sue spoglie saranno sepolte nella cattedrale dell'Immacolata Concezione a Pondicherry.

"Sua Eminenza - spiega ad AsiaNews il card. Gracias - ha lavorato sodo e in modo disinteressato per lo sviluppo della Chiesa in Asia e nel mondo. La sua morte è per me anche una grande perdita personale, di un amico e una persona verso cui nutrivo grande ammirazione e rispetto".

Il card. Lourdusamy è stato uno dei più giovani padri conciliari e il primo asiatico a ricoprire un incarico nella Curia. "Dopo aver servito per oltre 10 anni come segretario della Congregazione per l'evangelizzazione dei popoli - ricorda l'arcivescovo di Mumbai - Sua Eminenza è stato nominato prefetto della Congregazione per le Chiese orientali"

"Al servizio dei papi Giovanni XXIII, Paolo VI, Giovanni Paolo I e Giovanni Paolo II - sottolinea il card. Gracias - ha visitato 110 Paesi di tutti i continenti, e ha ricevuto numerosi riconoscimenti per la sua opera. Egli ha usato tutte le sue qualità naturali e i doni della mente e del cuore per diffondere e attività missionarie della Chiesa". Tra i tanti riconoscimenti, anche l'Order of the Brilliant Star, First Class, conferitogli da Taiwan il 13 novembe 1983. 

Ora "la Chiesa dell'Asia e dell'India ha un potente intercessore in Paradiso. Mentre piangiamo la sua perdita, ringraziamo Dio di averci donato il card. Lourdusamy".

 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Parrocchie e conventi del Tamil Nadu accolgono i senzatetto del sisma
27/12/2004
Tamil Nadu, la Caritas ‘non dimentica’ i superstiti del ciclone Gaja
27/11/2018 09:55
Il ciclone Gaja devasta il Tamil Nadu: vescovi in lutto per ‘l’ennesimo disastro naturale’
17/11/2018 08:18
Indù accusano: aiuti dello tsunami in cambio di conversioni. I cattolici: tutto falso
18/02/2005
India, crollo elettorale del Congress. Storica vittoria dei nazionalisti indù in Assam
20/05/2016 13:26