24 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 11/12/2017, 11.34

    INDONESIA

    Jakarta, terrorismo: massima allerta nel periodo natalizio



    Oltre 20mila poliziotti di pattuglia a Jakarta tra il 23 dicembre ed il 1 gennaio. Luoghi di culto cristiani ed edifici governativi nel mirino dei terroristi. Nel 2000, attacchi contro 11 chiese hanno fatto 13 vittime e ferito 100 persone. Le iniziative delle due maggiori organizzazioni islamiche moderate per la sicurezza dei cristiani.

    Jakarta (AsiaNews/Agenzie) – Il gen. Tito Karnavian, capo della polizia indonesiana, annuncia nuove misure per garantire la sicurezza nel Paese durante il periodo natalizio, sebbene non sia ancora emerso alcun piano terroristico da parte dei militanti islamisti. Il piano delle forze di sicurezza prevede lo spiegamento di oltre 20mila ufficiali, di pattuglia a Jakarta per le celebrazioni di Natale e Capodanno, dal 23 dicembre al 1 gennaio prossimi. “Non sono ancora venute alla luce trame terroristiche, ma come al solito gestiremo il pericolo passo dopo passo, o porteremo ciò che chiamiamo ‘attacchi preventivi’ su gruppi che pensiamo possano agire”, afferma il generale.

    L'unità anti-terrorismo della polizia Densus 88 ha sventato diversi attacchi terroristi negli ultimi anni, compresi molti che sono stati pianificati per questo periodo dell'anno e spesso ispirati o diretti da elementi dello Stato islamico in Iraq e Siria (Isis). Colpire gli edifici religiosi della minoranza cristiana e delle istituzioni governative durante le festività natalizie rimane una priorità assoluta per i militanti islamisti del Sud-est asiatico. In Indonesia, gli ultimi guerriglieri della vecchia rete terroristica Jemaah Islamiah e membri della Jamaah Ansharut Daulah continuano a rappresentare una minaccia per la sicurezza nazionale.

    In Indonesia, Paese islamico più popoloso al mondo, i cristiani rappresentano circa il 10% della popolazione. I protestanti sono 17milioni, i cattolici 7milioni (il 3% degli indonesiani). Essi sono spesso obiettivo delle minacce di estremisti e terroristi. Alla vigilia di Natale del 2000, attacchi dinamitardi contro 11 chiese sparse per il Paese hanno ucciso 13 persone e ne hanno ferite altre 100. Al tempo, degli attentati si è ritenuta responsabile la Jemaah Islamiah, gruppo legato ad al Qaeda. Da allora, ogni anno migliaia tra i membri delle due maggiori organizzazioni islamiche moderate (Nahdlatul Ulama e Muhammadiyah) si mettono a disposizione per il servizio di sicurezza davanti agli edifici religiosi cristiani durante le feste.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    21/12/2017 12:47:00 INDONESIA
    Islamisti contro il Natale, polizia: ‘Tolleranza e rispetto per le altre religioni’

    L’Islamic Defenders Front (Fpi) annuncia “vaste operazioni” contro cappelli e abiti natalizi. I cristiani sono circa il 10% della popolazione. Circa 90mila agenti di polizia in servizio nel Paese durante le feste, 20mila solo a Central Java.



    18/12/2017 14:29:00 INDONESIA
    Jakarta, ‘no’ dei cristiani all’evento natalizio del governatore islamista

    Inopportuna la scelta del parco monumentale simbolo della lotta per l’indipendenza Indonesiana. Criticato il tentativo di “trarre benefici politici” sfruttando la festa religiosa.



    29/11/2005 INDONESIA
    Nuove minacce a chiese cristiane dell' East Java

    Intanto la polizia rivela un grande piano della Jemaah Islamiyah nel quale Indonesia e Malaysia risultano zone di "ricerca fondi" e le Filippine di "esercitazioni" terroristiche.



    11/08/2011 INDONESIA – PAKISTAN
    Estradato Umar Patek, mente della strage di Bali e di attacchi bomba alle chiese
    Islamabad ha consegnato l’estremista islamico, autore degli attacchi alle chiese alla vigilia di Natale del 2000. Il trasferimento atteso da mesi; ora è rinchiuso nel quartier generale delle forze speciali a Depok, nel West Java. Per la polizia “coopera”, ma va verificata l’attendibilità delle sue parole.

    25/10/2013 PAKISTAN
    Peshawar, a un mese dalla strage cristiani ancora “insicuri” e isolati
    Nonostante i proclami del governo provinciale di Khyber Pakhtunkhwa le misure a protezione di chiese e luoghi di culto della minoranza sono ancora scarse. Vescovo di Islamabad: “Non c'è traccia di maggiori tutele". Un cristiano afferma: “Non ho paura di morire in chiesa, ma temo per i miei figli”.



    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Il Vaticano domanda ai vescovi legittimi di farsi da parte per lasciare spazio a quelli illegittimi

    John Baptist Lin

    Lo scorso dicembre mons. Pietro Zhuang Jianjian di Shantou (Guangdong) è stato obbligato ad andare a Pechino dove “un prelato straniero” del Vaticano gli ha chiesto di lasciare la cattedra al vescovo illecito Giuseppe Huang Bingzhang. La stessa richiesta gli è stata fatta lo scorso ottobre. Mons. Giuseppe Guo Xijin, vescovo ordinario di Mindong dovrebbe diventare l’ausiliare o il coadiutore del vescovo illecito Vincenzo Zhan Silu. Sinicizzare la Chiesa cinese: sostenere il principio dell’indipendenza e seguire la leadership del Partito comunista.


    VATICANO – PERU'
    Papa in Perù: Giovani, il cuore non si può ‘fotoshoppare’, perché è lì che si gioca l’amore vero



    All’Angelus nella Plaza de Armas, papa Francesco ai giovani di seguire Gesù con tutto se stessi, senza scoraggiarsi, su esempio di san Martino di Porres, il santo meticcio. La preghiera silenziosa per la pace nella Repubblica del Congo. Ai vescovi, l’esempio di san Toribio di Mogrovejo, un infaticabile evangelizzatore: “Oggi lo chiameremmo un vescovo ‘di strada’”. Alle religiose contemplative l’invito a pregare per l’unità della Chiesa peruviana.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®