26/03/2015, 00.00
INDONESIA
Invia ad un amico

Jakarta, via libera al velo islamico per le donne poliziotto. Esulta il fronte estremista

di Mathias Hariyadi
Il gen. Haiti, reggente del corpo di polizia, ha approvato l’uso dell’hijab su tutto il territorio. Finora esso era utilizzato nella sola Aceh, unica provincia in cui vige la sharia. Entusiasmo e soddisfazione fra i membri dei partiti filo-islamici. Politico Pks: “Apice di una lunga battaglia”.

Jakarta (AsiaNews) - Il generale Badrotin Haiti, attuale reggente del corpo di polizia e in attesa della nomina definitiva, ha dato il via libera alla controversa norma che autorizza le donne poliziotto in Indonesia a indossare l’hijab, il velo islamico. La decisione ufficiale è giunta ieri e chiude anni di scontri e contrapposizioni frontali fra gruppi estremisti islamici pro-velo e membri della società civile, che sottolineano invece l'importanza del carattere “laico” delle forze dell’ordine. Finora l’hijab era indossato dalle donne poliziotto nella sola provincia di Aceh, l’unica in cui vige la sharia nel Paese musulmano più popoloso al mondo. 

La decisione del gen. Haiti è giunta al termine di un dibattito che si è prolungato per anni nel Paese, con alterne vicende. Egli ha dato il via libera all’utilizzo dell’hijab, pur non essendo ancora a tutti gli effetti il comandante in capo. Difatti la sua nomina è ancora al vaglio del Parlamento, che deve fornire il via libera definitivo. 

Alcun anni fa il comandante della polizia della provincia di East Java è stato cacciato dall’incarico perché aveva imposto “a forza” l’uso del velo alle donne poliziotto. La società civile aveva lanciato una massiccia campagna di protesta, sottolineando che i funzionari preposti alla sicurezza di tutti i cittadini non devono essere trascinati in controversie di natura “politica” o “confessionale”. E il loro abbigliamento, avevano chiarito i movimenti attivisti, “non ha nulla a che vedere con i loro compiti”. 

Oggi molti gruppi estremisti islamici e movimenti radicali hanno accolto con entusiasmo e soddisfazione la decisione del reggente della polizia, che ha dato il nulla osta all’uso dell’hijab su tutto il territorio nazionale. Almuzzamil Yusuf, esponente del partito filo-islamico Justice and Prosperous Party (Pks) parla di “vittoria” dopo una lunga controversia. “È l’apice di una lunga battaglia - afferma il politico - […] e siamo davvero soddisfatti per la decisione”. 

Esultano anche altri esponenti del fronte islamista, fra cui Aboe Bakar Al Habsyi il quale si dice entusiasta per il via libera dato dal capo della polizia e auspica “pieno sostegno” alla decisione. Egli sottolinea inoltre che l’acquisto di veli per le donne poliziotto “era già stato messo a bilancio” e approvato dal Parlamento “lo scorso anno”, quindi la norma “deve trovare subito piena applicazione”. 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Poso, violenze anticristiane: estremisti incendiano una chiesa protestante
23/10/2012
Jakarta, aumentano pressioni e attacchi alle donne che non indossano il velo
19/03/2021 11:46
Pluralismo e Pancasila: la lotta contro l’hijab obbligatorio
04/02/2021 11:20
Velo islamico: musulmani e cristiani a favore del veto francese
22/01/2004
Padre di alunna non musulmana ha respinto l’obbligo dell'hijab
25/01/2021 11:08