23 Febbraio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 15/11/2016, 08.59

    INDIA

    Kashmir, studenti sfidano coprifuoco e separatisti: più del 95% agli esami annuali



    Ieri si sono svolti gli esami per la 12ma classe; oggi ci saranno quelli per la 10ma. L’affluenza degli studenti è stata superiore a quella dello scorso anno. Il ministero dell’Educazione ha stabilito che le prove vertano su metà del programma, dato che gli alunni non vanno a scuola da quattro mesi.

    Srinagar (AsiaNews) – In Kashmir oltre il 95% degli studenti della 12ma classe si è presentato a scuola per sostenere gli esami annuali. Gli alunni hanno sfidato il coprifuoco, in vigore da luglio, e le minacce dei separatisti, che avevano criticato la decisione del ministro dell’Educazione Naeem Akhtar che ha decretato la riapertura delle scuole in concomitanza con le valutazioni.

    Ieri in tutta la Valle del Kashmir si sono svolte le prove scritte per quasi 48mila alunni della 12ma classe. Oggi si terranno quelli per la 10ma classe, che coinvolgeranno quasi 55mila studenti.

    Gli esami annuali erano attesi con ansia e preoccupazione. Da luglio infatti, da quando nello Stato è in corso una continua guerriglia tra ribelli e forze governative, in seguito all’uccisione del famoso separatista Burhan Wani, le scuole sono chiuse.

    Durante i mesi il sistema scolastico è stato fortemente compromesso e solo pochi studenti hanno potuto continuare le lezioni grazie ad alcuni insegnanti volontari che hanno prestato servizio in maniera gratuita.

    Oltre a tutto ciò, nelle ultime settimane diversi edifici sono stati presi di mira da vandali ancora ignoti, che hanno dato alle fiamme almeno 32 scuole.

    L’affluenza degli studenti è stata superiore alle aspettative. Essi si sono recati in massa nei 480 centri aperti per l’occasione, facendo registrare un aumento del 2,56% rispetto al 2015. Oggi gli istituti dove si effettueranno gli esami sono 550. In tutto sono stati richiamati in servizio 6.200 insegnanti, che stanno supervisionando e garantendo il corretto funzionamento delle prove.

    In precedenza il governo statale era stato accusato di insensibilità nei confronti dei giovani, per il proposito di far svolgere gli esami con regolarità nonostante la rivolta. Alla fine il ministero dell’Educazione del Jammu e Kashmir (Bose) ha deciso di venire incontro alle difficoltà degli studenti, stabilendo che gli esami di questa tornata vertano solo su metà del programma scolastico. Coloro che non effettueranno gli esami in questi due giorni, avranno un altro appello a marzo 2017; in quell’occasione, le prove saranno sull’intero corso di studi.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    23/08/2016 09:00:00 INDIA
    Coprifuoco in Kashmir: i bambini vanno a scuola grazie all’opera di volontari

    Il coprifuoco è in vigore da quasi due mesi. Le proteste tra separatisti e forze di sicurezza hanno provocato almeno 60 morti. I volontari operano nelle proprie abitazioni private, in moschee e sale ricevimento, dopo che varie coppie hanno deciso di posticipare le nozze.



    17/11/2016 08:55:00 INDIA
    Kashmir: dopo 133 giorni di rivolta, i separatisti annunciano due giorni di tregua

    Il prossimo weekend negozi ed esercizi commerciali riapriranno i battenti. Potranno circolare anche i mezzi pubblici. Da quattro mesi i leader dei separatisti dettano il calendario delle proteste. Le autorità di Delhi sarebbero “apatiche” nei confronti della questione della Valle.



    26/10/2016 11:58:00 INDIA
    Kashmir, in fiamme 19 scuole negli ultimi tre mesi di proteste

    Le autorità parlano di ignoti criminali che agiscono nella notte. Il distretto più colpito è quello di Kulgam, dove alcuni insegnanti si sono offerti volontari per sorvegliare le scuole. Il governo statale ha deciso che gli esami di medie e superiori si svolgeranno in maniera regolare, anche se più della metà dei programmi non è stata svolta.



    13/09/2016 08:54:00 INDIA
    Coprifuoco in Kashmir: per la prima volta vietata la festa di Eid-al-Adha

    Oggi si celebra la festa del “sacrificio a Dio”, che segna la fine del pellegrinaggio alla Mecca. I musulmani non possono recarsi al tempio più famoso. Le autorità impongono di pregare nelle moschee locali. Elicotteri e droni sorvolano la zona per evitare assembramenti.



    04/07/2008 INDIA
    Morti e feriti per la “protesta ad oltranza” indù per il tempio del Kashmir
    Il governo ha concesso un’ampia zona a servizio di un importante tempio indù, ma poi l’ha revocata per le proteste dei molti musulmani dello Stato. Gruppi estremisti indù scendono ora in piazza nell’intera India centrale.



    In evidenza

    LIBANO
    Trump, Marine Le Pen e il Medio oriente: il Libano contro muri e divisioni

    Fady Noun

    L’inizio della presidenza Trump ha segnato la “babelizzazione” della società americana. Ciascun Paese riversa il suo odio contro un nemico esterno. La crisi globale attuale ha radici religiose. Al cuore del caos vi è la minaccia jihadista. Laterza guerra mondiale non si vince con i droni, ma usando moderazione e promuovendo l’incontro e il confronto. 

     


    EGITTO – ISLAM
    Al Azhar sotto l’influenza dell’islamismo di Daesh

    Kamel Abderrahmani

    Le istituzioni religiose ufficiali e le università cosiddette islamiche sono la causa dell’immobilità del mondo musulmano. I programmi insegnati ad Al Azhar e la letteratura usata sono gli stessi che sono applicati sul terreno da tutti i terroristi armati. Nessun paragone possibile fra Al Azhar e il Vaticano. Il Vaticano ha ospitato musulmani irakeni e siriani che fuggivano la guerra. Al Azhar non ha fatto nulla per cristiani e Yazidi. La persecuzione verso Mohamed Nasr Abdellah, desideroso di modernizzare l’islam. Il commento di uno studente musulmano.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®