14 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 22/09/2017, 09.05

    COREA-USA

    Kim Jong-un risponde al “demente” Trump



    Per la prima volta un leader coreano si rivolge a una audience internazionale. Trump “pagherà caro per il suo discorso” all’Onu, “insensato e rude come mai prima d’ora”. Ipotizzato il lancio di una bomba all’idrogeno nell’oceano Pacifico. Cina e Russia spingono alla calma e a non farsi prendere dalla “isteria militare”. Moon Jae-in: Noi non desideriamo il crollo della Corea del Nord.

    Seoul (AsiaNews/Agenzie) - Il presidente Usa Donald Trump è uno “squilibrato demente (mentally deranged dotard)” e “pagherà caro” la sua minaccia di distruggere la Corea del Nord. Così Kim Jong-un, il leader nordcoreano, ha risposto al discorso tenuto da Trump all’assemblea dell’Onu in cui minacciava “distruzione totale” del Nord se avesse colpito gli Usa o qualche suo Paese alleato.

    Il discorso diretto di Kim a una audience internazionale - secondo alcuni è la prima volta di un leader nordcoreano - viene a poche ore dalla decisione Usa di aumentare le sanzioni contro Pyongyang, Con cui il Tesoro Usa boicotterà compagnie e istituzioni finanziarie che fanno commercio con la Nordcorea.

    Per Kim, il discorso di Trump “insensato e rude come mai prima d’ora”, “ha insultato me e la mia patria davanti agli occhi del mondo e espresso la più feroce dichiarazione di guerra nella storia”.

    Kim aggiunge che penserà “con serietà a esercitare una corrispondente contromisura ad altissimo livello di durezza” e Trump “pagherà caro per il suo discorso”.

    Proprio ieri, il ministro nordcoreano degli esteri, Ri Yong-ho, ha dichiarato che Pyongyang potrebbe eseguire un potente esperimento di “bomba all’idrogeno nell’oceano Pacifico”, e ha aggiunto che “non abbiamo idea di quale azione verrà intrapresa, dato che verrà ordinata dal leader Kim Jong-un”.

    Il governo giapponese ha criticato le parole di Kim Jong-un, giudicandole “provocatorie” e “inaccettabili” miranti a scuotere “la sicurezza regionale e internazionale”.

    La guerra di parole fra Washington e Pyongyang, insieme agli esperimenti missilistici e nucleari di quest’ultima sono andati intensificandosi in questi mesi, lasciando poco spazio per il dialogo.

    Ieri, all’assemblea generale dell’Onu, ancora una volta il ministro cinese degli esteri, Wang Yi ha detto che “il negoziato è l’unica via d’uscita e merita ogni sforzo” e che  “c’è ancora speranza per la pace e non dobbiamo arrenderci”.

    Serghei Lavrov, ministro russo degli esteri, ha dichiarato che il suo governo condanna la Corea del Nord, ma “l’isteria militare non è solo un intralcio: è un disastro”.

    Ieri all’Onu vi è stato anche l’intervento del presidente sudcoreano Moon Jae-in. “Noi non desideriamo il crollo della Corea del Nord - ha detto - e non cerchiamo la riunificazione con l’assorbimento o con mezzi artificiali”.

    “Se la Corea del Nord prende una decisione ora per mettersi dalla parte giusta della storia, siamo pronti ad assistere la Corea del Nord insieme alla comunità internazionale”.

    Pur non criticando il bellicoso discorso di Trump all’assemblea, Moon ha detto: “La situazione riguardo al nucleare della Corea del Nord richiede di essere maneggiata con stabilità, affinché le tensioni non si intensifichino in modo eccessivo e che accidentali scontri militari non distruggano la pace”.

    Proprio ieri, Seoul ha deciso l’invio di aiuti per 8 milioni di dollari al Nord in alimenti per bambini e donne incinte e in medicinali e vaccini.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    05/09/2017 09:12:00 ONU-COREA
    Consiglio di sicurezza Onu sulla Corea del Nord: Guerra, sanzioni, dialogo

    Ambasciatrice Usa: Pyongyang sta supplicando per una guerra. La pazienza degli Usa “non è senza limiti”. Per Cina e Russia occorre frenare che fanno crescere la tensione. Stop alle esercitazioni militari congiunte in cambio di dialogo con il Nord. Putin al telefono con Moon Jae-in. Trump propone vendita di armi alla Corea del Sud.



    05/07/2017 11:41:00 COREA-ONU
    Dubbi sulla potenza dei missili di Pyongyang. Moon deciso a seguire la strada delle sanzioni e del dialogo

    La retorica di Kim Jong-un: Il missile, “un dono per i bastardi americani”, nel giorno della festa d’indipendenza. “Ora possiamo colpire tutto il mondo”. Ma forse il missile si è disintegrato in aria, rientrando nell’atmosfera. Dubbi sulla capacità di miniaturizzare le testate nucleare da inserire nel cono del missile. Al Consiglio di sicurezza Onu, gli Usa chiederanno ulteriori sanzioni. Seoul ribadisce l’importanza della strada del dialogo.  Antonio Guterres: Mantenere unita la comunità internazionale.



    04/09/2017 09:13:00 COREA-ASIA
    Il ‘terremoto’ del test nucleare di Pyongyang. Le reazioni nel mondo

    Oggi pomeriggio riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza dell'Onu. La bomba ad idrogeno fatta scoppiare ieri è quasi 10 volte più forte delle precedenti. Per la Corea del Nord è un “perfetto successo”. Seoul e Tokyo chiedono un incremento al massimo delle sanzioni per portare Kim Jong-un al tavolo delle trattative. Esercitazioni militari con missili nel sud. Minacce di operazioni militari da parte degli Usa. Per alcuni analisti, l’obbiettivo dei test è provocare l’imbarazzo della Cina.



    30/08/2017 08:49:00 COREA-USA
    Kim Jong-un: Il missile sul Giappone, primo passo verso Guam

    Il lancio di ieri, una risposta alle esercitazioni militari congiunte Usa-Corea del Sud. Trump: Tutte le opzioni sono sul tavolo. Il Consiglio di sicurezza Onu condanna il lancio come “oltraggioso”. Nessuna sanzione ulteriore. Cina e Russia criticano anche gli Usa per l’accresciuta tensione.



    16/08/2017 10:06:00 COREA-USA
    Discorsi più pacifici fra Pyongyang e Washington

    Kim Jong-un ha messo in pausa la minaccia di colpire Guam; Tillerson ha detto che gli Usa sono aperti al dialogo con la Nordcorea. Corea del Sud, Cina e Russia chiedono maggior calma e esigono l’esclusione di ogni azione militare.





    In evidenza

    MEDIO ORIENTE - USA
    Gerusalemme capitale, cristiani in Medio oriente contro Trump: distrugge le speranze di pace



    Il patriarcato caldeo critica una scelta che “complica” la situazione e alimenta “conflitti e guerre”. Il card. Raï parla di “decisione distruttiva” che viola le risoluzioni internazionali. Il papa copto Tawadros II cancella l’incontro col vice-presidente Usa Pence. Continua la protesta “rassegnata” dei palestinesi. Attivisti israeliani: gli Usa hanno abdicato al ruolo di mediatori nella regione. 

     


    CINA
    Le false promesse di Xi Jinping e la cacciata della ‘popolazione più bassa’ da Pechino

    Willy Wo-Lap Lam

    Decine di migliaia di migranti e le loro famiglie sono stati espulsi e mandati via dalla capitale. Eppure al recente Congresso del Partito, il presidente Xi ha promesso sostegno e aiuti contro la povertà. Nessuna ricompensa e nessun aiuto legale o caritativo per gli sfollati. Esiste nel Paese un “darwinismo sociale”, che condanna all’emarginazione le classi rurali e fa godere di privilegi e aiuti le classi cittadine. Per gentile concessione della Jamestown Foundation.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®