26/11/2010, 00.00
EGITTO-ISRAELE
Invia ad un amico

L’università di Al Azhar si apre al dialogo con studiosi ebraici

La dichiarazione da parte del più importante centro di pensiero sunnita cancella un antichissimo bando nei rapporti fra le due religioni. L’annuncio è stato fatto a Londra. Il commento positivo del vicepresidente del World Jewish Congress.

Il Cairo (AsiaNews/Agenzie) – Una dichiarazione, letta dallo sceicco Fawzi al-Zifzaf, presidente del comitato permanente per il dialogo della prestigiosa università di Al Azhar, al Cairo, ha aperto una nuova, storica fase nei rapporti fra musulmani ed ebrei. La dichiarazione abolisce un antico divieto di dialogo fra i seguaci delle due religioni abramitiche; è stata letta a Londra durante un incontro fra leader politici e religiosi nella sede del Parlamento. “E il punto di origine di questo invito è l’Islam stesso che chiama alla fratellanza e alla comprensione reciproca e a stringere più forti legami fra i musulmani e i seguaci di altre religioni, e a stabilire ponti di dialogo con le istituzioni di studio in Europa e in America” ha detto Zifzaf.

L’avvenimento è stato organizzato dall’organizzazione caritatevole “Figli di Abramo” e l’istituto per il dialogo di Al Azhar. L’università sunnita aveva canali aperti di comunicazione con cattolici e anglicani sin dagli anni ’90, ma, fino ad ora, nessun contatto diretto con studiosi ebraici. Anche se la dichiarazione non parlava di ebraismo, il portavoce del gran Muftì,  Mohamed Elsharkawy, ha detto che il messaggio era diretto al pubblico ebraico. “Bisogna capire che ci sono sensibilità molto delicate. La gente che ha redatto il documento l’ha fatto a grande rischio e pericolo, e così l’hanno fatto con estrema cura. Esiste già un dialogo con i cristiani, quindi chiunque abbia un cervello può trarre le conseguenze ovvie dalla dichiarazione”.

Il rabbino Marc Schneier, vice presidente del World Jewish Congress e fautore del miglioramento delle relazioni fra ebrei e musulmani, ha lodato la dichiarazione. “E’ una decisione che segna un punto storico, e Al Azhar merita ogni lode. Una dichiarazione del genere, che proviene dal centro guida del pensiero islamico del mondo sarà di aiuto a tutte le forze moderate nell’islam. Questa dichiarazione enfatizza giustamente l’importanza delle relazioni interreligiose. I leader di entrambe le parti dovrebbero adesso cogliere l’occasione di far avanzare le relazioni fra ebrei e musulmani.” L’università Al Azhar fu fondata nel 970 d.C. ed è il centro guida della conoscenza per i musulmani sunniti in tutto il mondo. Il presidente degli Stati Uniti, Barcak Obama vi tenne un importante discorso sui rapporti fra islam e Stati Uniti nel giugno del 2009.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Il Papa: cristiani ed ebrei rafforzino la loro amicizia
27/10/2005
Patriarca di Gerusalemme: temiamo gli estremisti musulmani e israeliani
12/01/2011
I costi dell'occupazione israeliana e la "giudaizzazione" di Gerusalemme
09/10/2013
Il "Corano secondo gli ebrei" suscita l'ira dei musulmani
30/03/2004
La Tomba dei Patriarchi, Isacco ed Ismaele "spiegati" dallo statista israeliano Uri Avnery
17/07/2017 12:26