03 Dicembre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 15/06/2012, 00.00

    VATICANO

    L'uomo deve essere il centro dello sviluppo sostenibile



    Una nota dell'osservatore permanente della Santa Sede sulla conferenza Rio+20. L'essere umano, al quale è affidata la buona gestione della natura, non può essere dominato dalla tecnologia, né divenirne un oggetto. L'uomo non può essere visto come un ostacolo allo sviluppo. Grandi potenzialità e qualche rischio nella green economy.

    New York (AsiaNews) - Al centro dello sviluppo sostenibile ci deve essere l'uomo, lo sviluppo umano integrale. E a tale scopo occorre ricordare che l'economia non è eticamente "neutra", perché ogni scelta economica ha una conseguenza morale. E' quanto ribadisce il Vaticano in una nota dell'osservatore permanente alle Nazioni Unite, che esprime la posizione della Santa Sede sulla conferenza delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile, Rio+20, che si tiene nella città brasiliana dal 13 al 15 giugno.

    La conferenza, afferma il documento, "rappresenta un importante passo nel processo che ha significativamente contribuito a una migliore comprensione del concetto di sviluppo sostenibile e dell'interazione tra i tre noti pilastri di tale concetto: crescita economica, protezione dell'ambiente e promozione del benessere sociale".

    Ma "la persona umana viene per prima. Dobbiamo ricordarcelo. Al centro di uno sviluppo sostenibile c'è l'uomo. L'essere umano, al quale è affidata la buona gestione della natura, non può essere dominato dalla tecnologia, né divenirne un oggetto. La realizzazione di questo obiettivo deve guidare gli Stati a riflettere insieme sul futuro di breve e medio termine del nostro pianeta, consci della loro responsabilità per la vita di ogni persona e per tecnologie che possono aiutare a migliorarne la qualità. Le priorità politiche ed economiche debbono essere l'adozione e la promozione, in ogni situazione, di modi di vita che rispettino la dignità di ogni essere umano e il sostegno di ricerche e utilizzazioni di fonti di energia e di tecnologie capaci di salvaguardare il patrimonio della creazione, senza provocare danni all'essere umano".

    Per questo il Vaticano invita a "porre l'attenzione sul legame esistente tra lo sviluppo sostenibile e il progresso umano integrale. Bisogna tenere in considerazione, insieme al benessere sociale e materiale, ai valori etici e spirituali che guidano e danno un senso alle decisioni economiche e di conseguenza al progresso tecnologico, in quanto ogni decisione economica ha conseguenza morali. La sfera della tecnica economica non è eticamente neutrale, né per sua natura, inumana e antisociale. Essa appartiene all'attività dell'uomo e, proprio in quanto umana, deve essere strutturata e istituzionalizzata.

    Serve, insomma, un cambiamento di mentalità per scoprire "l'arte di vivere insieme", uomo e natura, in un rispetto senza il quale "la famiglia umana rischia di scomparire"

    Negli ultimi decenni, si legge ancora nella dichiarazione, ci sono stati grandi cambiamenti nella comunità internazionale, dovuti allo straordinario progresso scientifico e tecnologico, che tuttavia coesiste con "deviazioni e drammatici problemi" di numerosi Paesi e con la drammatico crisi economica e finanziaria dei nostri giorni.

    Porre la centralità della persona come punto di partenza, inoltre, "aiuta a evitare i rischi connessi con l'adozione di un approccio neo-malthusiano, sterile e riduzionistico, che vede l'essere umano divenire un ostacolo allo sviluppo sostenibile. Non c'è conflitto tra la persona e il suo ambiente, ma piuttosto un patto stabile e indissolubile, nel quale l'ambiente condiziona la vita e lo sviluppo dell'uomo, mentre questi, a sua volta, perfeziona e nobilita l'ambiente con il suo lavoro creativo, produttivo e responsabile. E' questo patto che deve essere rinforzato".

    Il Vaticano, infine, sostiene che la green economy ha la potenzialità di "dare un importante contributo alla causa della pace e della solidarietà internazionale". Essa va però applicata in modo da "essere chiaramente indirizzata verso la promozione del bene comune e la eliminazione della povertà a livello locale, elemento essenziale per lo sviluppo sostenibile". Va però posta attenzione a che essa non condizioni il commercio,  sviluppando forme latenti di "protezionismo verde" e che sia anch'essa mirata all'integrale sviluppo umano.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    31/12/2009 VATICANO
    Papa: la Chiesa promuove lo sviluppo integrale dell’uomo in risposta all’amore di Dio
    Celebrando il Te Deum di ringraziamento di fine anno Benedetto XVI sotttolinea come con l’Incarnazione “l’eternità è entrata nel tempo”. Una scelta compiuta per amore. “La Parola, creduta, annunciata e vissuta ci spinge a comportamenti di solidarietà e di condivisione”.

    18/06/2015 VATICANO
    Enciclica: la crisi ecologica è una crisi umana, sociale ed etica (2)
    Nei capp. 3 e 4 di “Laudato sì” sulla cura del creato, papa Francesco indica le cause profonde della crisi ecologica in un “antropocentrismo deviato”. Le pretese della scienza e della tecnica portano al relativismo presuntuoso e a una “cultura dello scarto” che produce rifiuti e scarti umani. Il movimento ecologista dovrebbe anche lottare contro l’aborto e la manipolazione degli embrioni umani vivi. La soluzione è un’ecologia integrale che riproponga l’uomo e i suoi rapporti con la natura, ma anche con gli altri, la cultura, e con se stessi, il proprio corpo e la mascolinità e femminilità. Una proposta per gli OGM.

    29/04/2008 VATICANO
    Cristiani e buddisti educhino a prendersi cura della Terra
    Messaggio del Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso in occasione della festa di Vesakh. Nel documento si parla di promuovere nel mondo la cultura del rispetto della creazione e di uno sviluppo sostenibile ed una particolare attenzione ai cambiamenti climatici.

    16/10/2009 VATICANO-INDIA
    Il Vaticano propone agli indù un impegno comune per lo sviluppo umano integrale
    Nel messaggio del Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso in occasione della festa del Diwali si afferma che un vero sviluppo umano si realizza nel rispetto della libertà di ognuno, che comprende la volontà politica di lavorare per garantrie una maggiore tutela dei diritti umani e una coesistenza pacifica.

    02/05/2007 VATICANO
    Papa: ambiente, rispetto umano e riconoscimento dei valori spirituali, le sfide al mondo di oggi
    In un messaggio alla Pontificia accademia delle scienze sociali Benedetto XVI afferma che “tutto ciò che la terra produce e tutto ciò che l’uomo trasforma e confeziona, tutta la sua conoscenza e tecnologia, tutto è destinato a servire lo sviluppo materiale e spirituale della famiglia umana e di tutti i suoi membri”.



    In evidenza

    IRAQ
    Parroco di Amadiya: profughi cristiani di Mosul, fra l’emergenza aiuti e l’attesa del rientro

    P. Samir Youssef

    In una lettera p. Samir Youssef racconta la situazione dei rifugiati, da oltre due anni lontani dalle loro case. Si segue con attenzione l’offensiva, anche se case e chiese “sono in gran parte” bruciate o distrutte. Con l’arrivo dell’inverno servono cherosene, vestiti, cibo e denaro per pagare il trasporto degli studenti. Un appello per continuare a sostenere la campagna di AsiaNews.


    IRAQ
    “Adotta un cristiano di Mosul”: il dono di Natale per attraversare l’inverno

    Bernardo Cervellera

    Le nuove ondate di profughi, con l’avanzata dell’esercito verso la Piana di Ninive e Mosul rischiano di far dimenticare i rifugiati che da due anni hanno trovato ospitalità nel Kurdistan. C’è bisogno di cherosene, vestiti per l’inverno, aiuti per i bambini, soldi per gli affitti. La campagna lanciata da AsiaNews due anni fa è più urgente che mai. Rinunciare a un dono superfluo per offrire loro un dono essenziale per vivere.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®