16/07/2007, 00.00
INDIA
Invia ad un amico

La Chiesa del Kerala lotta per la libertà d’istruzione

di Nirmala Carvalho
Da tempo le scuole cattoliche subiscono aggressioni di gruppi giovanili marxisti e tentativi di discriminazione da parte del governo di sinistra. Ora è stato creato un consiglio a difesa delle scuole. Il vescovo di Irinjalakuda indica di creare “squadre” per opporsi alle aggressioni.

New Delhi (AsiaNews) – Gruppi religiosi e responsabili di istituti d’istruzione insieme all’arcidiocesi di Ernakulam-Angamaly (Chiesa siromalabarese) hanno deciso di costituire un consiglio per la “tutela” dell’educazione e la protezione dei diritti delle minoranze. Hanno rivolto un appello al governo del Kerala perché ponga fine alle aggressioni di organizzazioni di studenti contro gli istituti d’istruzione di gruppi religiosi e garantisca a questi ultimi la necessaria autonomia.

La decisione è stata spiegata il 15 luglio a Kochi, con la partecipazione di mons. Sebastian Adayanthrath, vescovo ausiliario di Ernakulam-Angamaly, dell’avvocato Jose Kannanthanam e di Jacob G. Palakkappili, segretario del consiglio educativo. Gli istituti d’istruzione condotti da minoranze religiose – dice una dichiarazione finale – devono poter mostrare il proprio credo, per cui il governo deve cessare iniziative per vietare simboli o insegnamenti religiosi.

Mons. James Pazhayattil, vescovo della diocesi siromalabarese di Irinjalakuda, ha fatto leggere ieri nelle chiese una lettera pastorale in cui invita a creare gruppi di protezione (Samrakshana Sena) per opporsi alle aggressioni contro le istituzioni cattoliche.  Inoltre invita tutti i fedeli a partecipare a un incontro di protesta, per il 29 luglio alla chiesa di Chalakudy Forane, contro la politica in materia d’istruzione del Fronte democratico di sinistra (Ldf), partito di governo. “La comunità cristiana – dice la lettera – affronta un momento di crisi. I fedeli debbono individuare e combattere le forze che tentano di isolare la comunità. Occorre riconoscere il lupo travestito da pecora. Il Ldf persegue una politica opportunistica per mantenere il potere”.

Padre Paul Thelakat, portavoce del sinodo della Chiesa siromalabarese, dice ad AsiaNews che “il contrasto tra il gruppo marxista del governo del Kerala e la Chiesa è sorto soprattutto dopo che la Chiesa ha aperto collegi professionali autofinanziati. Questo è un importante cambiamento per il Kerala, dove è carente un’istruzione professionale di qualità e migliaia di studenti debbono andare a studiare in altri Stati. Il Partito marxista e le sue organizzazioni giovanili sono radicati nel vecchio sistema, che sta fallendo soprattutto per la politicizzazione di scuole e collegi. L’istruzione di qualità è diventata costosa e non può più essere gratuita. Il governo dice di agire a favore dei poveri, ma in realtà vuole guadagnarsi voti, e in modo miope rifiuta ancora di rispettare la decisione della Corte Suprema per i collegi professionali autofinanziati.”

“Il governo – prosegue – ha dato a panchayat, municipalità e corporazioni (i tre livelli dei governi locali) il potere di interferire con l’organizzazione e la conduzione delle scuole, cosa che viola i diritti delle istituzioni delle minoranze e ostacola la direzione delle scuole private. In questo ravvisiamo anche un indiretto tentativo di politicizzare le scuole e di introdurci i partiti politici, cosa vietata dalla Corte Suprema. La Chiesa non può consentire che le sue scuole, che sono istituzioni di una minoranza per proteggere la cultura religiosa della comunità, sia amministrate da gruppi politicizzati del governo. Inoltre c’è il tentativo di vietare insegnamenti e simboli religiosi nelle scuole che ricevono sovvenzioni. Pubblici funzionari tentano di diffamare i responsabili della Chiesa e degli istituti scolastici per creare un’immagine pubblica negativa. Gruppi giovanili del Partito marxista hanno interrotto con violenza la prova di esame per i posti direttivi della scuola medica professionale e il governo non ci dà protezione. In quest’ottica è stato creato il consiglio per proteggere gli istituti d’istruzione”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Il Kerala nega il controllo sulle proprietà della Chiesa: è una bufala
04/03/2019 09:01
Continua la persecuzione contro le scuole cristiane in India
26/04/2019 10:58
Delhi: la più grande scuola cristiana nel mirino del governo
17/12/2018 10:26
Il Partito comunista marxista in India proibisce ai leader di praticare la fede
19/01/2010
Poso, violenze anticristiane: estremisti incendiano una chiesa protestante
23/10/2012