28/05/2015, 00.00
CINA
Invia ad un amico

La Cina festeggia un milione di milionari

Secondo i dati di Bain&Company, alla fine del 2014 i milionari nel Paese erano 1,04 milioni: un aumento di 330mila unità rispetto al 2012. Uno studio prevede che l’Asia diverrà “la culla dei miliardari” nel prossimo futuro.

Pechino (AsiaNews) – La Cina festeggia un milione di milionari sul proprio territorio, mentre l’Asia si avvia a divenire “la culla dei miliardari” nel prossimo futuro. È quanto emerge da uno studio pubblicato da Bain&Company e China Merchants Bank, che hanno “stilato” la classifica del benessere nel dragone asiatico. I numeri mostrano un aumento impressionante: nel 2012 i milionari (in dollari) erano poco meno di 700mila, mentre nel 2010 si aggiravano intorno al mezzo milione. Alla fine del 2014 i ricchi erano invece 1,04 milioni, un numero che entro la fine del 2015 dovrebbe arrivare a 1,26.

Secondo il rapporto, si diversifica anche l’appartenenza geografica dei nuovi ricchi. Le aree con più di 50mila milionari sono la provincia del Guangdong, il Zhejiang, il Jiangsu, lo Shandong e (per la prima volta) il Sichuan. Inoltre vi sono le municipalità di Pechino e Shanghai. Questa diffusione, spiegano gli analisti, “dimostra che la crescita economica nelle regioni centrali e occidentali della Cina sta accelerando, riducendo la disparità con le altre province”.

Alla base della nuova ricchezza, scrivono ancora, “vi sono le nuove industrie innovative, sostenute dal governo e dirette da persone con meno di 50 anni”. Che Pechino voglia puntare su piccole e medie imprese collegate all’e-commerce è stato confermato dallo stesso premier Li Keqiang, che ha approvato un nuovo piano decennale preparato dal Consiglio di Stato che “punta sulle nuove tecnologie” per far ripartire l’economia.

La strada scelta dalla Cina, scrivono la banca di investimenti Ubs e la PricewaterhouseCoopers, è quella giusta. Secondo uno studio preparato dai due colossi economici, proprio le nuove tecnologie e il settore finanziario “renderanno l’Asia la culla dei nuovi miliardari in un periodo che va tra i cinque e i dieci anni a venire”. La media età dei super-ricchi continentali è di 57 anni, dieci in meno rispetto alla controparte europea o americana. James Zhang, uno degli autori, chiosa: “Ci aspettiamo che questo trend continui”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Fmi: la pandemia sprofonderà il mondo in una nuova Grande depressione
15/04/2020 10:26
Il dopo-Covid: cresce solo la Cina; non male la Corea del Sud. L’abisso della disoccupazione per tutti
03/08/2020 08:44
L’economia mondiale e il Covid-19: una crisi dalle molte dimensioni
12/05/2020 11:39
In forte rialzo la borsa di Shanghai; ma c’è peste e disoccupazione
07/07/2020 11:20
Wuhan ritorna alla normalità. L’epidemia ‘importata’ dall’Italia
23/03/2020 08:59