27/02/2012, 00.00
INDONESIA
Invia ad un amico

La Croce rossa indonesiana non cede agli islamisti: la croce resta nel logo

di Mathias Hariyadi
Per gli esponenti del Prosperous Justice Party (Pks) è un simbolo “troppo identificabile” con la tradizione cristiana. Sostegno degli attivisti, che considerano un cambio del simbolo una “resa” ai fondamentalisti. In passato anche l’ex vice-presidente Kalla, un musulmano, aveva elogiato il lavoro dell’ente.

Jakarta (AsiaNews) - La Croce rossa indonesiana, meglio nota con l'acronimo Pmi (Palang Merah Indonesia), conferma oggi che "non cambierà mai" il tradizionale logo che l'ha resa celebre e la caratterizza in tutto il mondo. La precisazione è una risposta diretta alle critiche rivolte nei giorni scorsi da politici del Pks - Prosperous Justice Party, movimento filo-islamico - secondo cui il simbolo composto da una "croce" rossa è "fin troppo facilmente identificabile" alla tradizione e alla cultura cristiana. Una critica rispedita al mittente dai volontari, dagli attivisti che considerano una modifica alla stregua di una "resa agli estremisti" e giudicata "priva di fondamento" anche dall'ex vice-capo di Stato Jusuf Kalla.

Muhammad Muas, membro esecutivo della Croce rossa indonesiana, ricorda che il logo è frutto di un "accordo" sancito dalla Convenzione di Ginevra del 1949, che Jakarta "ha ratificato in via ufficiale ed è tenuta a rispettare". Il simbolo non ha legami con il cristianesimo, aggiunge, e "l'Indonesia è uno Stato laico, non confessionale basato sui dettami dell'islam". "L'Indonesia - conclude l'esponente Pmi - è una nazione che rispetta il pluralismo".

In passato, a difesa della Croce rossa indonesiana era sceso in campo anche l'ex vice-presidente Jusuf Kalla, numero due del Paese durante il primo mandato di Susilo Bambang Yudhoyono, musulmano devoto e originario delle Sulawesi del Sud. "Dobbiamo essere orgogliosi" aveva sottolineato l'ex leader del partito nazionalista Golkar, durante i festeggiamenti per i 66 anni della Pmi nel settembre 2011, sottolineando che essa opera in aree di guerra e in condizioni difficili guadagnando "stima e rispetto" di tutti.

Alla base della proposta di modifica del logo della Pmi, spiegano alcuni esperti, vi sarebbe il proposito avanzato da alcuni leader del Pks di legare la Croce rossa indonesiana alla Mezzaluna rossa musulmana.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Papa: preghiamo per chi lavora nella Croce Rossa e nella Mezzaluna Rossa
08/05/2020 08:52
Croce rossa: aiuti a un milione di alluvionati pakistani prima dell’inverno
04/10/2010
Onu: miliardi di dollari per lo Swat. Leader islamico annuncia una “sanguinosa rivoluzione”
11/07/2009
Eugenio Vagni, da Manila “più speranze che certezze”. L’appello della moglie del rapito
25/06/2009
Portavoce militare filippino: Vagni è nascosto “in un rifugio”, presto libero
11/05/2009