26 Giugno 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 20/04/2017, 11.01

    RUSSIA

    Le feste pasquali di Mosca, fra campane, dolci e formaggi

    Vladimir Rozanskij

    La festa del “Dono pasquale” si svolge nella capitale dal 12 al 23 aprile. Essa coinvolge 24 piazze del centro e 19 parchi. Si vendono prodotti tipici delle regioni russe: dolci, miele, formaggi… e campane. Il Patriarca Kirill: “Se avessimo un po' più di tempo, anch'io con il sindaco Sergej Semenovich ci faremmo volentieri un giro sulla giostra".

    Mosca (AsiaNews) - Il Patriarca di Mosca Kirill (Gundjaev) e il sindaco di Mosca Sergej Sobjanin hanno visitato insieme una delle piazze del festival "Il Dono della Pasqua", la piazza della Rivoluzione di fronte al teatro Bolshoj. La visita è avvenuta lo scorso 17 aprile e le due personalità hanno preso parte anche alla fusione di una campana.

    Nella piazza della Rivoluzione ha sede il laboratorio di fusione delle campane del monastero di San Daniele. I visitatori del festival possono assistere al processo di preparazione delle campane di bronzo. Il peso di ogni campana è di circa 16 kg, e su tutte le campane viene incisa la scritta: "Dono della Pasqua nella Settimana Luminosa. Mosca. Anno 2017" (nella liturgia bizantina, la Settimana in Albis viene chiamata Luminosa).

    "Grazie per aver voluto visitare il nostro Festival del Dono Pasquale, e averci concesso la Vostra Benedizione" – ha detto il sindaco rivolto al Patriarca. "Sono già alcuni giorni che si sta svolgendo questa manifestazione, alla quale ha già preso parte un enorme numero di persone. Qui si propongono merci e prodotti di varie regioni del Paese, di vari monasteri e chiese che stanno partecipando attivamente alla festa". Il sindaco di Mosca ha spiegato che dopo il "Dono della Pasqua" seguirà un'intera stagione di feste cittadine: il Festival della Primavera, le celebrazioni del Primo Maggio e della Festa della Vittoria del 9 maggio.

    A sua volta, il Patriarca Kirill ha ringraziato gli organizzatori per l'iniziativa del Festival legato alla principale solennità cristiana, che quest'anno si svolge per la prima volta in forma diffusa nella capitale. Secondo le sue parole, "le persone che vivono nelle grandi città sono molto disperse e divise tra loro. A volte vivono nello stesso condominio e non si conoscono. Ci sono poche cose che uniscono le persone. Queste feste pasquali, quelle natalizie e tante altre che si stanno organizzando su vostra iniziativa in questi spazi meravigliosi, sono di grande aiuto per avvicinare le persone senza nessuna formalità".

    Il Festival del Dono Pasquale si tiene dal 12 al 23 aprile in 24 piazze del centro di Mosca, e in 19 parchi della capitale. Per partecipare al festival sono arrivate più di 340 richieste dai vari imprenditori; negli spazi del festival sono presenti 143 aziende commerciali, tra le quali 25 appartenenti a diverse chiese ortodosse, monasteri e associazioni benefiche, compresa la Lavra della Trinità di San Sergio e del monastero stauropegico di San Daniele.

    "Ci sono dei bellissimi gazebo, molta musica gioiosa, si può anche andare sulle giostre... Se avessimo un po' più di tempo, anch'io con il sindaco Sergej Semenovich ci faremmo volentieri un giro sulla giostra" ha scherzato il capo della Chiesa Russa.

    La decorazione principale del festival sono le 10 riproduzioni delle campane delle chiese di Mosca. Nella tradizione spirituale ortodossa, e in generale nella cultura popolare russa, le campane sono uno dei simboli più amati. Alla piazza Pushkin, nel giardino nuovo di Pushkin e sul Boulevard di Tver si possono vedere i plastici alti tre metri delle campane della Cattedrale del Santissimo Salvatore (la "Grande Solenne", e le "Campane del Salvatore"), il campanile di Ivan il Grande con le campane "dell'Orso", "di Reut", "di Cherson" e la "Tedesca", poi la torre campanaria dell'Assunzione del Cremlino di Mosca (con la "Settecentesca" e la "Grande Assunzione"), la Campana Grande del monastero di San Daniele e quella di Allarme del Museo delle Armi.

    Inoltre, gli ospiti del festival possono acquistare souvenir e prodotti di molte regioni russe. Gli agricoltori delle regioni di Mosca, Lipetsk, Smolensk, Rjazan, Nizhnij Novgorod e Vladimir hanno portato latte e formaggi, mostrando ai moscoviti che non è necessario sprecare tempo e denaro alla ricerca dei tanto bramati formaggi italiani e francesi, ormai divenuti quasi inaccessibili a causa delle sanzioni economiche incrociate con i Paesi occidentali. I produttori di Volgograd, Kurbskij, Tambov, Saratov, Voronezh e della provincia di Mosca hanno portato il miele, "oro dolce" con cui i russi si fecero strada in Europa dai tempi medievali della "Via dai Variaghi ai greci", insieme alla cera e a tutti i derivati dell'apicoltura. Molto ambito il panettone, che in Russia è il tradizionale dolce pasquale e viene proposto in più di 50 versioni diverse.

    Il sessantenne Sobjanin fu insediato al Comune di Mosca nel 2010 per volere di Putin, dopo la cacciata dell'onnipotente Jurij Luzhkov, che aveva presieduto l'amministrazione moscovita per un ventennio dopo il crollo del comunismo. Sobjanin, originario della lontana regione asiatica di Tjumen, è uno dei più fedeli compagni d'avventura politica di Putin, di cui era il capo dell'amministrazione presidenziale, e ha portato nella capitale lo spirito dell'orgoglio nazionale, al posto della forsennata occidentalizzazione del suo predecessore. Alle elezioni del 2013 fu confermato sindaco dal voto popolare, anche se non con il desiderato plebiscito: pur superando di misura la maggioranza assoluta, il voto viene ricordato soprattutto per il lusinghiero risultato del suo principale oppositore, il blogger Aleksej Naval'nyj, che con oltre il 25% si è accreditato come il più popolare uomo politico russo "non allineato".

    L'organizzazione in grande stile del Festival pasquale è stata ulteriormente arricchita e ri-finanziata nelle ultime settimane, dopo le tensioni delle manifestazioni giovanili di piazza contro la corruzione del premier e dei membri del governo, che hanno portato anche all'arresto dello stesso Naval'nyj, e all'attentato terrorista nella metropolitana di San Pietroburgo, per non parlare delle tensioni sulla scena internazionale. I vertici dello Stato, con l'appoggio convinto della gerarchia ecclesiastica, intendono fare delle feste primaverili una grande occasione di pacificazione nazionale, e una dimostrazione di "forza tranquilla" nei confronti dei sentimenti russofobi dei Paesi occidentali e del mondo islamico radicale.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    28/03/2017 12:17:00 RUSSIA
    Una multa e 15 giorni di prigione per Alexei Navalny. Le critiche di Europa e Usa

    Per Mosca molti giovani sono stati pagati per partecipare alle manifestazioni. Navalny: “Più di mille persone sono state arrestate ieri, ma è impossibile arrestare milioni”. Per Ue e Usa: un “affronto alla democrazia”.



    27/03/2017 08:15:00 RUSSIA
    Decine di manifestazioni anti-corruzione. Arrestato Alexei Navalny

    Le dimostrazioni contro la corruzione di Medvedev e Putin. Un filmato sull’impero edilizio del premier, visto da 11 milioni di persone. Le manifestazioni non autorizzate: arrestati almeno 500 dimostranti. Raduni a Mosca, S. Pietroburgo, Novosibirsk, Krasnoyarsk, Omsk, Yekaterinburg , Vladivostok.



    29/03/2017 09:30:00 RUSSIA
    Mosca, qualcosa di nuovo nelle proteste dei giovani

    Il fatto nuovo non è Alexei Navalny, ma le manifestazioni sostenute dai giovani. Medvedev e il feticcio delle “scarpe da jogging”. Il nazionalismo di Putin perde consensi, anche a causa della crisi economica. La Russia, come il resto del mondo, vede l’impoverirsi della classe media.



    21/03/2014 RUSSIA-UCRAINA
    L'annessione della Crimea fa paura al Patriarca di Mosca
    Assente Kirill dal grande discorso di Putin alla Duma. Mentre la Russia cammina sulle orme dell'impero di Ivan il Terribile, le Chiese ortodosse dell'Ucraina vengono spinte all'autonomia da Mosca. Il Patriarcato di Mosca rischia di essere una minoranza al prossimo Concilio Panortodosso.

    17/03/2014 RUSSIA-UCRAINA
    Dopo il referendum, la Chiesa ucraina-Patriarcato Kiev teme il bando in Crimea
    Il patriarca Filaret prega perché l'Ucraina sia liberata "dagli occupanti". Gli ortodossi di obbedienza moscovita temono di essere cacciati via dall'Ucraina. Il Patriarcato di Mosca ha riconosciuto il diritto dell'Ucraina all'autodeterminazione, ma rimane sotto l'ombra di Putin. L'invasione della Crimea come l'Anschluss della Germania nazista.



    In evidenza

    VATICANO
    Papa: le Chiese d’Oriente, vivaci malgrado persecuzioni e terrorismo



    Ricevendo i partecipanti all’assemblea della “Riunione delle Opere per l’Aiuto alle Chiese Orientali” Francesco raccomanda la formazione del clero. “Non dimentichiamo che in Oriente anche ai giorni nostri, i cristiani – non importa se cattolici, ortodossi o protestanti – versano il loro sangue come sigillo della loro testimonianza”.


    CINA-GERMANIA
    L’ambasciatore tedesco chiede alla Cina la liberazione di mons. Shao Zhumin



    In una dichiarazione ufficiale sul sito dell’ambasciata, Michael Clauss chiede che al vescovo di Wenzhou, sequestrato, sia data piena libertà di movimento. Preoccupazioni espresse anche per le bozze dei nuovi regolamenti sulle attività religiose, che decretano la fine delle comunità sotterranee. E’ la prima volta dopo un decennio che un ambasciatore europeo chiede la liberazione di un vescovo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®