09 Dicembre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 10/08/2012, 00.00

    COREA DEL SUD - GIAPPONE

    Lee Myung-bak visita le isole contese da Tokyo e Seoul



    Le Dokdo (o Takeshima, in giapponese) sono circondate da un mare molto pescoso. Il Giappone ha richiamato il suo ambasciatore a Seoul e presentato protesta all'ambasciatore sudcoreano a Tokyo. Finora Lee aveva sempre predicato l'amicizia fra Corea e Giappone, nonostante il violento passato dell'invasione nipponica. Stasera alle Olimpiadi la partita di calcio Corea-Giappone.

    Seoul (AsiaNews/Agenzie) - Il presidente sudcoreano Lee Myung-bak si è recato oggi in visita a un gruppetto di isole all'estremo est della penisola, creando tensioni con il Giappone che rivendica anch'esso quei territori.

    Le isole - dette Dokdo dai coreani; Takeshima dai giapponesi - sono pressoché equidistanti dalle due nazioni, ma sono contese da anni perché il mare attorno a loro è ricca di pesca.

    Lee è giunto in aereo nella zona, presidiata dai coreani fin dal 1954. In tutta l'area era stato dato l'allerta militare. La visita del presidente coreano è fortemente simbolica nel rivendicare la sovranità sugli isolotti.

    Per tutta risposta il Giappone ha richiamato il suo ambasciatore da Seoul e ha espresso le sue proteste all'ambasciatore coreano a Tokyo.

    La popolazione in Corea si domanda il perché di questo gesto di Lee, che ha sempre perorato la causa di un rapporto amichevole con il Giappone, sebbene molti coreani soffrano ancora della violenta invasione giapponese del secolo scorso (1910-1945).

    L'unica risposta è che Lee, quasi alla fine del suo mandato, abbia fatto un gesto "patriottico" per farsi pubblicità, sebbene egli non possa essere rieletto.

    Il Giappone ha sempre richiesto che la disputa sulle Dokdo/Takeshima avvenga per via diplomatica.

    Curiosamente, il gesto di Lee e le critiche del Giappone avvengono a poche ore dalla partita di calcio Corea-Giappone, che si disputa questa sera alle Olimpiadi di Londra. In ballo vi è la vittoria per la medaglia di bronzo.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    14/08/2012 COREA DEL SUD – GIAPPONE
    Cresce la tensione fra Seoul e Tokyo sulle isole Dokdo/Takeshima
    Il vertice in programma il mese prossimo in Russia potrebbe sancire la rottura fra Giappone e Corea del Sud. Le dispute territoriali hanno innalzato la tensione; il governo nipponico studia una risposta adeguata alla visita del presidente Lee alle Dokdo/Takeshima. Una staffetta composta da 40 sud-coreani vuole raggiungere a nuoto le isole.

    12/11/2012 GIAPPONE – COREA DEL SUD
    Dokdo/Takeshima, Tokyo e Seoul pronti a trattare
    Dopo la visita a sorpresa di Lee Myung-bak sulle isole contese, che aveva fatto infuriare i giapponesi, arriva un summit bilaterale con il premier Noda previsto per l’incontro Asean di Phnom Penh.

    03/07/2006 Corea del Sud – Giappone
    Isole Dokdo-Takeshima, continua la tensione diplomatica fra Tokyo e Seoul

    La Sudcorea ha inviato una nave nei pressi delle isole contese con il Giappone. E' l'ultima di una serie di provocazioni diplomatiche fra le due Marine, impegnate a lottare per 0,39 chilometri quadrati di terreno.



    28/04/2006 COREA DEL SUD - GIAPPONE
    Per due isolette, quasi una guerra tra Corea del sud e Giappone

    Chiamate Takeshima dai giapponesi e Dokdo dai coreani, le due isole, 0,39 chilometri quadrati, sono rivendicate da entrambi i Paesi. Un confronto che si è fatto molto aspro.



    07/09/2012 CINA – GIAPPONE -COREA DEL SUD
    Pechino, Tokyo, Seoul: sulle isole contese, sfumano i venti di pace
    Al summit dell’Asean in corso a Valdivostok salta l’incontro fra il presidente cinese Hu Jintao e il premier nipponico Yoshihiko Noda: Tokyo ha confermato di voler comprare le Diaoyu/Senkaku, contese dai due governi. Mentre Seoul manda le navi da guerra (per un’esercitazione) davanti alle Dokdo/Takeshima.



    In evidenza

    IRAQ
    Parroco di Amadiya: profughi cristiani di Mosul, fra l’emergenza aiuti e l’attesa del rientro

    P. Samir Youssef

    In una lettera p. Samir Youssef racconta la situazione dei rifugiati, da oltre due anni lontani dalle loro case. Si segue con attenzione l’offensiva, anche se case e chiese “sono in gran parte” bruciate o distrutte. Con l’arrivo dell’inverno servono cherosene, vestiti, cibo e denaro per pagare il trasporto degli studenti. Un appello per continuare a sostenere la campagna di AsiaNews.


    IRAQ
    “Adotta un cristiano di Mosul”: il dono di Natale per attraversare l’inverno

    Bernardo Cervellera

    Le nuove ondate di profughi, con l’avanzata dell’esercito verso la Piana di Ninive e Mosul rischiano di far dimenticare i rifugiati che da due anni hanno trovato ospitalità nel Kurdistan. C’è bisogno di cherosene, vestiti per l’inverno, aiuti per i bambini, soldi per gli affitti. La campagna lanciata da AsiaNews due anni fa è più urgente che mai. Rinunciare a un dono superfluo per offrire loro un dono essenziale per vivere.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®