07/08/2018, 11.23
INDONESIA
Invia ad un amico

Lombok, estratta viva una persona da una moschea crollata. Il telegramma del Papa (Foto e video)

di Matthias Hariyadi

In un messaggio papa Francesco esprime la propria vicinanza alle vittime del terremoto. Il bilancio è di 98 morti e centinaia di feriti. Colpita la parrocchia di S. Maria Immacolata, a Mataram. Si continua a scavare tra le macerie. Almeno 20mila persone non hanno una casa. È iniziata l’evacuazione di 700 persone, molti turisti, bloccate nelle ‘Gili’, piccolo isolette attorno a Lombok.

Jakarta (AsiaNews) - Continuano le ricerche dei sopravvissuti sull’isola di Lombok, dopo che il sisma di domenica 5 agosto ha devastato città e villaggi. Oggi una persona è stata estratta viva da una moschea crollata nel villaggio di Lading-Lading (foto 1). Ieri papa Francesco ha inviato un telegramma di cordoglio alle autorità indonesiane. Il numero di morti si attesta a 98; finora oltre 500 i feriti. I soccorritori temono che il bilancio di morti possa salire. Molti gli edifici danneggiati. Almeno 20mila persone sono senza una casa.

A due giorni dal sisma una persona è stata estratta viva dalla moschea nel villaggio di Lading-Lading (foto 2). L’edificio è crollato mentre i fedeli erano impegnati nella preghiera serale. In un video si notano gli ufficiali militari che sostengono l’uomo in difficoltà, mentre esce dai detriti dell’edificio. I soccorritori temono che vi siano intrappolate decine di persone.

Sul suo account Twitter il portavoce dell’Agenzia per le calamità Sutopo Purwo Nugroho scrive: “Grazie a Dio ci sono ancora vittime che possono essere salvate dalla moschea crollata per il terremoto. Speriamo che molti di più possano essere salvati”.

Il governo indonesiano ha chiesto il sostegno della comunità internazionale. Papa Francesco ha inviato un telegramma alle autorità ecclesiastiche e civili locali per far sentire la propria vicinanza alle vittime del terremoto. Attraverso il card. Pietro Parolin, Segretario di Stato vaticano, il pontefice “esprime la sua sentita solidarietà a tutti coloro che sono rimasti coinvolti in questa tragedia. Egli prega in modo particolare per il riposo dei defunti, la guarigione dei feriti e la consolazione di tutti coloro che soffrono per la perdita dei loro cari. Nell'offrire incoraggiamento alle autorità civili e alle persone coinvolte negli sforzi di ricerca e soccorso mentre assistono le vittime di questo disastro, Sua Santità invoca sul popolo dell'Indonesia benedizioni divine di consolazione e forza”.

Anche la chiesa parrocchiale di Santa Maria Immacolata (foto 3) a Mataram, la capitale, ha subito gravi danni. Il  parroco Laurencius Maryono riferisce che il soffitto è crollato.

“L’edificio crollando non ha causato danni alle persone. Il terremoto è avvenuto quando non vi erano attività nella chiesa” riferisce il sacerdote.

Le squadre di soccorso affermano che bisogna procurare un tetto ai 20mila sfollati. Anche le strutture sanitarie e gli ospedali sono stati danneggiate. Medici e infermieri stanno curando i feriti all’aria aperta. 

Nel frattempo molti turisti cercano di abbandonare le isole colpite dal terremoto. I soccorritori hanno evacuato 4.600 persone dalle isole Gilli, piccolo arcipelago tropicale vicino a Lombok.

La paura per nuove scosse ha diffuso il panico tra i turisti perché c’era il pericolo che uno tsunami potesse colpire queste località. Ma si è registrato solo un piccolo maremoto, con onde di 10-15 cm. A causa di un blackout le isole non hanno corrente elettrica e acqua da due giorni.

Per accelerare l’evacuazione il governo indonesiano ha chiesto alle compagnie aeree di intensificare i voli. L’aeroporto sarà operativo 24 ore su 24.

Almeno 700 persone sono bloccate senza cibo e acqua a Gili Trawangan, l’isola più grande del gruppo di isole tropicali, che si trova a circa 30 minuti di navigazione da Lombok.

I grandi traghetti non possono attraccare alle isole Gili a causa dei fondali troppo bassi. Le persone devono essere trasferite sulle navi con piccole barche o gommoni. I soccorritori hanno iniziato a trasportare i turisti via nave al porto di Benoa, a Bali.

 

 

 

Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Terremoto a Lombok
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Lombok, dopo il sisma arriva Widodo: ‘Aiuti alle vittime’
30/07/2018 10:12
Papa Francesco dona 50mila dollari per i sopravvissuti al sisma di Tainan
23/02/2016 08:33
Sisma a Tainan, due persone estratte vive dalle macerie. Il dolore del papa
08/02/2016 08:51
Lombok, un’altra scossa da 6,2 gradi colpisce l’isola. Sale il numero delle vittime
09/08/2018 10:11
Indonesia, almeno 91 morti e centinaia di feriti dopo il terremoto a Lombok
06/08/2018 09:11