07/05/2019, 12.24
INDIA
Invia ad un amico

Madhya Pradesh, assolto un pastore cieco accusato di ‘conversioni forzate’

di Nirmala Carvalho

Nel 2016 il rev. Balu Saste, sua moglie e altri 11 cristiani erano stati incriminati secondo la legge “anti-conversione”. I fedeli hanno sempre negato le accuse. A New Delhi una chiesa attaccata da fanatici religiosi.

Mumbai (AsiaNews) – Un tribunale del Madhya Pradesh ha ritirato ogni accusa contro il rev. Balu Saste, incolpato e arrestato per presunte conversioni forzate nel 2016. Egli è il pastore della chiesa pentecostale di Badwani. I giudici di Kukshi, nel distretto di Dhar, hanno stabilito che da parte del pastore – un uomo non vedente – e degli altri 12 arrestati, compresa sua moglie, non c’è stato alcun tentativo di convertire con la forza al cristianesimo.

La vicenda del pastore risale al 14 gennaio 2016, quando egli è stato fermato dalla polizia di Kukshi sulla base di una denuncia presentata da Shankar Singh, abitante del villaggio di Dehar. Secondo quest’ultimo, i cristiani erano coinvolti in attività di proselitismo “ai danni” di alcuni residenti. Gli arrestati invece si sono sempre discolpati, affermando di non aver mai voluto convertire nessuno, ma solo predicare gli insegnamenti del Vangelo.

Il pastore non vedente, sua moglie e gli altri 11 cristiani coinvolti erano stati anche picchiati con violenza da una folla inferocita di estremisti di estrema destra [indù], prima di essere arrestati. Poi sono stati incriminati in base al Madhya Pradesh Freedom of Religion Act [la legge anti-conversione in vigore nello Stato] e alla sezione 153 (A) del Codice penale indiano [promozione dell’ostilità tra i gruppi sulla base di religione, razza, luogo di nascita, residenza, lingua, e atti che pregiudicano il permanere dell’armonia – ndr].

Secondo Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic), l’assoluzione è “una vittoria per la democrazia, per l’India laica, e dà un barlume di speranza ai cristiani perseguitati in India. La legge anti-conversione è uno strumento per molestare e intimidire la vulnerabile e minuscola minoranza cristiana. La propaganda maliziosa contro la fede cristiana e lo spauracchio delle conversioni forzate aizza elementi radicali a scatenare il terrore contro il popolo cristiano”.

Accanto alla notizia positiva dell’assoluzione dei cristiani del Madhya Pradesh, arriva anche quella di una chiesa attaccata a New Delhi da fanatici religiosi, che hanno anche minacciato di bruciare il luogo di culto. Si tratta della Free Church [della Church of North India, protestanti – ndr], a Sansad Marg.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Madhya Pradesh: la storia di Ruben, bambino perseguitato perché cristiano (Video)
04/06/2019 13:32
Madhya Pradesh, pastore pentecostale fermato con l’accusa di ‘conversioni forzate’
12/09/2018 08:50
Uttar Pradesh, libero su cauzione un pastore arrestato per ‘conversioni forzate’
26/06/2018 10:36
Orissa, in prigione un pastore pentecostale per false accuse di conversioni forzate
06/07/2015
Poso, violenze anticristiane: estremisti incendiano una chiesa protestante
23/10/2012