24 Luglio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 03/03/2017, 12.48

    FILIPPINE

    Manila, in via di approvazione la pena di morte. L’ultimo appello dei vescovi filippini



    La proposta di legge è passata ieri in seconda lettura. Martedì 7 marzo la definitiva approvazione. La Chiesa richiama i parlamentari ai valori cristiani e ad opporsi al provvedimento. I vescovi chiedono la votazione nominale. Il cardinale Luis Antonio Tagle: “La vita umana è un dono di Dio, non possiamo far finta di essere dèi".

    Manila (AsiaNews/Cbcp) – In occasione del Mercoledì delle Ceneri, inizio del tempo di Quaresima, i vescovi filippini hanno lanciato un ultimo appello ai legislatori, chiedendo loro di opporsi alla reintroduzione della pena di morte per reati legati alla droga, prossima all’approvazione.

    Il governo intende ratificare il disegno di legge il 7 marzo prossimo, nella sua terza e finale lettura. I rappresentanti della Chiesa hanno altresì esortato i parlamentari ad esprimere il proprio parere in una votazione nominale.

    Mons. Broderick S. Pabillo, vescovo ausiliare di Manila, ha anche criticato la scelta dell’assemblea legislativa di approvare, in seconda lettura con votazione a voce (anonima), il controverso provvedimento di reintroduzione della pena capitale.

    “La Camera bassa - ha dichiarato mons. Pabillo - ha scelto la morte e non la vita. Hanno anche avuto paura di essere identificati. Si sono rifiutati di votare in maniera nominale”.

    Rodolfo Diamante, segretario esecutivo della Commissione episcopale per l’assistenza pastorale ai carcerati, ha affermato che il passaggio del disegno di legge di ieri era in gran parte previsto. Egli ha sostenuto: “Hanno scelto la strada che porta alla morte invece di battersi per la vita in questo tempo di Quaresima”.

    Ramon Arguelles, arcivescovo emerito di Lipa, ha anche detto che è ironico che la misura sia stata approvata il Mercoledì delle Ceneri, “il primo giorno di un tempo di conversione dalle malvagità”. Il prelato ha aggiunto: “I legislatori scelgono di andare contro la Parola di Dio. Scelgono la morte in nome del popolo”.

    Il cardinale Luis Antonio Tagle di Manila aveva in precedenza affermato, nel suo invito ai parlamentari a respingere la pena di morte, che gli uomini non possono far finta di essere dèi. Egli ha ricordato che la vita umana è un dono di Dio, in quanto ogni persona è creata a Sua immagine e che ogni essere umano è salvato da Gesù Cristo. "Al cospetto di Dio, la sorgente della vita, noi siamo umili. Non possiamo far finta di essere dèi – le parole di Tagle".

    "Questo è il motivo – ha avvertito il cardinale – per cui un'etica della vita, una cultura della vita, non è coerente con l'aborto, l'eutanasia, il traffico di esseri umani, le mutilazioni e la violenza contro persone innocenti e vulnerabili".

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    01/03/2017 13:15:00 FILIPPINE
    Vescovo di Manila: è ‘vendetta politica’ l’arresto della senatrice De Lima

    La senatrice aveva indagato il presidente. Mons. Pabillo: “Vogliono fargliela pagare”. La Chiesa filippina unita contro una cultura di morte: “Educare le persone e raddoppiare gli sforzi per affrontare i problemi”.



    15/03/2017 15:38:00 FILIPPINE
    La polizia filippina invita i sacerdoti nelle violente operazioni antidroga

    La Conferenza episcopale filippina respinge la proposta legata alla campagna antidroga del governo Duterte. “La Chiesa sostiene qualsiasi strategia se non comporta uccisioni, corruzione e ingiustizie”. La vice presidente Leni Robredo critica la guerra alla droga: “i filippini ora sono disperati e indifesi”. Le ritorsioni del presidente Duterte contro i suoi avversari.



    01/09/2016 10:19:00 FILIPPINE
    Ausiliare di Manila: Ombre di Marcos sul Paese, ma la Chiesa vigila

    La “guerra alla droga” lanciata dal presidente Duterte nelle Filippine “ha scatenato un ampio dibattito. Non sappiamo neanche se le vittime fossero tutte davvero coinvolte in traffici illeciti, ma comunque non si può permettere una giustizia così sommaria”. Il vescovo ausiliare della capitale, mons. Broderick S. Pabillo, lancia attraverso AsiaNews un appello all’unità nazionale: “Abbiamo bisogno di essere compatti contro la deriva che sta prendendo il governo”.



    20/02/2017 08:51:00 FILIPPINE
    Continuano le proteste per la guerra contro la droga e la decisione di ripristinare la pena di morte

    Più di 20mila fedeli si sono riuniti a Manila per pregare, marciare e protestare contro il “regno di terrore” operato dal presidente Rodrigo Duterte. Negli ultimi mesi, la campagna di violenza ha provocato circa 7mila vittime fra tossicodipendenti e narcotrafficanti.

     



    08/02/2017 13:32:00 FILIPPINE
    Vescovi e fedeli filippini contro la guerra violenta alla droga: no ad una cultura di morte

    La presa di posizione della Conferenza episcopale filippina contro la sanguinaria guerra alla droga del presidente Duterte: "Se acconsentiamo o permettiamo l'uccisione di presunti tossicodipendenti, saremo anche noi responsabili della loro morte". Più di 7 mila le uccisioni sommarie negli ultimi mesi.





    In evidenza

    CINA
    Liu Xiaobo: una fiaccola che illumina la civiltà umana



    La testimonianza del grande dissidente non violento, lasciato morire di cancro, è il più alto contributo all’umanità negli ultimi (sterili) 500 anni di storia cinese. Il ricordo di Liu (e di sua moglie) da parte di un sacerdote del nord della Cina.


    INDIA
    Goa: croci distrutte, cimitero dissacrato. Mons. Neri Ferrao: colpa dell’odio religioso



    Le croci sono state lasciate infrante ai margini della strada. Nel cimitero di Guardian Angel Church danneggiate 28 nicchie, cinque croci di legno e nove in granito, 16 tombe e la grande croce all’ingresso. Sajan K George: “Durante un raduno di indù, un fondamentalista ha detto che tutti quelli che mangiano la vacca devono essere impiccati”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®