22 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 11/11/2014, 00.00

    CINA - HONG KONG

    Mercati in festa per la fusione fra le Borse di Shanghai e Hong Kong



    La piazza continentale ha chiuso ieri la seduta in rialzo del 2,3%, il miglior risultato dal novembre 2011. Il Territorio vede in un giorno un volume d'affari pari a 9,5 miliardi di euro e chiude a +0,83%. Lunedì 17 novembre parte l'unione, che scalza Tokyo come prima Borsa dell'Asia. Possibile "entro il 2015" l'annessione di Shenzhen: insieme, le tre raggiungeranno una capitalizzazione da 7mila miliardi di dollari.

    Hong Kong (AsiaNews) - L'annuncio della fusione fra le Borse di Shanghai e Hong Kong ha fatto volare le piazze cinesi, che ieri hanno registrato una delle migliori performance degli ultimi anni. Il mercato continentale ha chiuso la seduta in rialzo del 2,3%. L'indice composito ha guadagnato 55,50 punti a 2.473,67 punti, il livello più alto dal novembre 2011, con un volume d'affari di 245,2 miliardi di yuan (poco più di 32 miliardi di euro). Buon risultato anche per Hong Kong, che ha terminato le operazioni in aumento dello 0,83%: l'indice Hang Seng ha guadagnato 194,46 punti a 23.744,70 punti, con un volume d'affari di 91,98 miliardi di dollari di Hong Kong (9,52 miliardi di euro).

    L'euforia degli investitori è collegata all'annuncio ufficiale del lancio di una piattaforma di scambio comune. L'iniziativa è considerata una delle operazioni finanziarie ed economiche più rilevanti dell'ultimo secolo, in grado di offrire agli investitori stranieri un accesso senza precedenti al mercato finanziario cinese. Il progetto, denominato Shanghai-Hong Kong Stock Connect, ha ricevuto tutte le autorizzazioni necessarie e partirà ufficialmente il prossimo 17 novembre.

    Il governo di Pechino ha presentato questo progetto nell'aprile 2014, ed ha cercato di usarlo come arma per fermare le manifestazioni democratiche in corso a Hong Kong. La fusione è slittata due volte, e l'esecutivo della Cina continentale è arrivato a ventilare l'ipotesi di "cancellare il progetto a causa dell'instabilità politica" nell'ex colonia britannica. Nonostante le proteste per un vero suffragio universale siano ancora in corso, la fusione alla fine è avvenuta.

    Charles Li Xiaojia, chief executive della Borsa di Hong Kong, spiega: "Il lancio di Shanghai-Hong Kong Stock Connect rappresenta un passo avanti molto significativo nell'apertura dei mercati dei capitali della Cina sia per gli investitori nazionali sia per quelli internazionali, nonché una pietra miliare nell'internazionalizzazione dello yuan". La moneta nazionale cinese era fino a oggi limitata negli scambi alle Borse nazionali: l'unione con il maggior hub finanziario al mondo le consentirà invece di guardare oltre i propri confini e investire nei mercati stranieri.

    Hong Kong è da tempo la seconda piazza per importanza in Asia dopo quella di Tokyo; dal canto suo, negli ultimi anni Shanghai è riuscita a ritagliarsi un ruolo sempre più rilevante anche grazie al mercato dei futures. Secondo i dati attuali, il gemellaggio creerà un giro d'affari in grado di scavalcare per capitalizzazione la Borsa nipponica, terza al mondo e prima in Asia con 4.543,17 miliardi di dollari.

    I dati sono forniti dalla Federazione mondiale delle Borse, che ogni anno calcola il volume di transazioni mondiali. Nel 2013 la Federazione ha piazzato per capitalizzazione di mercato la Hong Kong Stock Exchange (SEHK) al sesto posto con 3.100,78 miliardi di dollari. Shanghai, ancora non aperta agli investitori stranieri, ne vale 2.296,99. I dati indicano che da lunedì 17 ci saranno operazioni transfrontaliere per un importo fino a 3,8 miliardi di dollari ogni giorno.

    Se il progetto dovesse avere successo il piano prevede un ulteriore allargamento con l'inclusione, in un secondo tempo, anche della borsa di Shenzhen. Lo ha rivelato un funzionario governativo cinese, che ha definito l'obiettivo "raggiungibile entro il 2015".  Le tre piazze riunite potrebbero raggiungere una capitalizzazione di circa 7mila miliardi di dollari.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    17/08/2016 10:51:00 CINA
    Hong Kong e Shenzhen fondono le Borse, ma i mercati non esultano

    Insieme rappresentano la seconda piazza finanziaria al mondo, con una capitalizzazione di 7.400 miliardi di dollari. Dopo un anno dall’annuncio, le autorità di regolamentazione e vigilanza danno il via libera. Ma agli investitori “servono tempo e fiducia” per riprendersi dagli scossoni che hanno piegato Shanghai nell’agosto 2015.



    25/08/2015 CINA
    Borse cinesi: quarto giorno in rosso per Shanghai; Hong Kong in leggera ripresa
    Lo Shanghai Composite chiude a mezzogiorno perdendo il 4,3%; Hong Kong guadagna l’1,6%. Nelle prossime ore nuova iniezione di liquidità da parte della Banca popolare cinese. Nella giornata nera di ieri, l’uomo più ricco d’Asia ha perso 3,6 miliardi di dollari.

    23/06/2017 11:10:00 HONG KONG - CINA
    Il presidente Xi Jinping in visita ad Hong Kong per il 20mo anniversario del ‘ritorno alla madrepatria’

    L’agenda di Xi è piena di manifestazioni, visite alla guarnigione del Pla, cerimonie di giuramento del nuovo governo, progetti di costruzione. Nessun incontro con la popolazione. Ingenti misure di sicurezza contro il terrorismo. Timori di contestazione per le misure anti-democratiche di Pechino. La portaerei Liaoning.



    11/06/2014 HONG KONG - CINA
    Hong Kong, le Camere di commercio di Italia e India contro i democratici di Occupy Central
    Stati Uniti, Australia e Gran Bretagna hanno deciso di non firmare il documento contro Occupy Central, pubblicato sui quotidiani del territorio, che paventa "danni alla reputazione della città" e "un serio impatto sullo stile di vita". La battaglia del card. Zen, in marcia per il suffragio universale.

    08/11/2017 10:46:00 HONG KONG - CINA
    Anche Alex Chow rilasciato su cauzione. Il grazie al card. Zen per la visita in prigione

    Chow, insieme a Joshua Wong e Nathan Law potranno appellarsi contro la loro condanna alla prigione. Il “grazie” al segretario per la giustizia Rimsky Yuan per “il viaggio” nella prigione, che ha insegnato a Chow il modo (doppio) in cui la giustizia viene attuata ad Hong Kong. Ricucire il movimento democratico. Il card. Zen visita la prigione di Pik Uk due volte al mese. Ogni anno raccoglie fondi per regalare ai prigionieri I “dolci della luna”, simbolo dell’unità familiar.





    In evidenza

    BANGLADESH
    Snehonir, la ‘Casa della Tenerezza’ per disabili (Foto)



    La struttura nasce 25 anni fa dall’opera delle suore Shanti Rani e dei missionari Pime. A Rajshahi accoglie disabili mentali e fisici, sordomuti, ciechi, orfani, poveri, abbandonati. “Il principio-guida è avviarli alla vita”.


    COREA
    L’abbraccio delle atlete della Corea unita, sconfitte in gara, ma ‘prime’ nella storia



    Oggi hanno perso l’ultima partita conto la Svezia e sono finite al settimo posto. Le lacrime per l’imminente separazione. L’orgoglio della coach canadese: “I politici hanno preso la decisione esecutiva. Le nostre giocatrici e il nostro staff sono quelli che l'hanno fatta funzionare”. Atleta sudcoreana: spero che il nostro Paese sia fiero di noi: era una cosa più grande dell’hockey.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®