07/04/2009, 00.00
INDIA
Invia ad un amico

Nazionalisti indù: se vinciamo le elezioni dialogheremo con i cristiani

di Nirmala Carvalho
Il Bharatiya Janata Party assicura di voler istituire “un meccanismo consultivo interreligioso permanente” per discutere con i cristiani anche “il tema delle conversioni religiose”. L'ex-segretario della conferenza episcopale indiana: “Prego che pensino davvero quello che dicono”.
Mumbai (AsiaNews) - Il Bharatiya Janata Party (Bjp) promette di istituire un tavolo permanente di dialogo con i cristiani se vincerà le prossime elezioni nazionali. Il Bjp è il partito di riferimento dei gruppi fondamentalisti che hanno causato tutte le violenze anti-cristiane in Orissa.
 
Il Bjp ha inserito nel suo programma elettorale la promessa di istituire “un meccanismo consultivo interreligioso permanente per promuovere l’armonia e la fiducia tra e le comunità. Questo meccanismo - si legge nel manifesto del Bjp - sarà usato anche per sostenere un sincero dialogo interreligioso tra i leader delle comunità indù e cristiane su tutti gli aspetti della vita, incluso il tema delle conversioni religiose. Il dialogo deve svolgersi nello spirito di unanime rapporto del dialogo interreligioso sulle conversioni così come lo ha definito il Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso in Vaticano, nel maggio 2006, e il Consiglio mondiale della Chiesa a Ginevra”.
 
Commentando la notizia ad AsiaNews, mons. Percival Fernandez, vescovo ausiliare di Mumbai ed ex-segretario della Conferenza episcopale indiana, afferma che “la proposta del Bjp è benvenuta”. A chi avanza dubbi sulle buone intenzioni del partito indù e ricorda che diversi esponenti politici hanno definito il Bjp un ‘partito sciovinista’, il presule risponde affermando: “Prego che essi pensino davvero quello che dicono e non mascherino la loro vera agenda che suona bene ma nei fatti è vuota”.
 
“Le tendenze scioviniste di alcuni partiti politici sono una macchia sulla bellezza della società laica indiana che può essere un buon esempio di vera democrazia per tutto il mondo”, afferma mons. Fernandez. “Queste inclinazioni sono evidenti nelle manifestazioni in cui gruppi di persone plagiate, supportate da alcuni partiti, manipolano la legge per creare il terrore e la paura tra la gente”.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Orissa: minacce di morte ai cristiani testimoni d’accusa contro un politico del Bjp
22/06/2009
Un’altra chiesa saccheggiata in Karnataka
04/02/2010
Il Congress vince in tre stati su cinque. Bjp sconfitto alle elezioni
09/12/2008
Cento milioni d’indiani al voto. Un test per governo e opposizione indù
14/11/2008
Vescovo dell’Orissa: fate votare i cristiani nei campi profughi
02/04/2009