30 Aprile 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 02/01/2017, 12.06

    BANGLADESH

    Nel 2016 il Bangladesh ha 13 nuovi sacerdoti. “I seminari sono pieni di giovani”

    Sumon Corraya

    L’ultima ordinazione è avvenuta il 30 dicembre nella chiesa di Bonpara a Natore. Erano presenti 40 sacerdoti e circa 500 fedeli. Le vocazioni maschili sono in aumento, al contrario di quelle femminili. In futuro il crollo delle nascite potrebbe colpire anche il numero delle chiamate alla vita religiosa. Missionari bangladeshi in Cina.

    Natore (AsiaNews) – La Chiesa cattolica del Bangladesh  nel 2016 ha avuto 13 nuovi sacerdoti. L'ultima ordinazione è avvenuta il 30 dicembre scorso nella chiesa di Bonpara a Natore, nella diocesi di Rajshahi. P. Mintu Gervas Rozario, il nuovi consacrati, dice ad AsiaNews: “Ho ricevuto la chiamata di Dio e oggi il mio sogno si è avverato, grazie all’aiuto dei miei genitori e degli educatori. Ringrazio tutti loro e chiedo di pregare per la mia vita sacerdotale”.

    Il sacerdotè è stato ordinato da mons. Gervas Rozario, vescovo di Rajshahi, alla presenza di 40 sacerdoti e circa 500 fedeli. P. Emmanuel Kanon Rozario, rettore del seminario maggiore del Santo Spirito (l’unico seminario maggiore del Paese), riferisce che “i 13 consacrati di quest'anno avranno un ruolo importante nella nostra comunità cattolica”.

    Il sacerdote informa che negli ultimi anni il Bangladesh ha assistito ad un aumento delle vocazioni maschili, al contrario di quanto avviene in Europa e Stati Uniti. “I seminari sono pieni di giovani – dice con entusiasmo – e un numero sempre maggiore di ragazzi si accosta alla vita religiosa”.

    Molti sacerdoti, aggiunge con soddisfazione, “sono andati all’estero per svolgere il lavoro missionario”. Mons. Rozario conferma l’incremento delle vocazioni e riporta che due “vescovi cinesi mi hanno chiesto di mandare in Cina missionari del Bangladesh”.

    D’altro canto, p. Kanon Rozario osserva che in futuro il numero dei religiosi potrebbe diminuire a causa della crisi della famiglia e del crollo delle nascite. “Oggi – dice – le coppie non fanno più molti figli. Questo è già evidente nei noviziati e nelle case di formazione per le suore, che sono quasi vuote. Nei collegi non ci sono più ragazze a sufficienza”.

    A tal proposito, durante l’omelia mons. Rozario ha invitato i cattolici a “incoraggiare i figli a intraprendere la vita religiosa e salvare la Chiesa cattolica”.

    Il Bangladesh è un Paese a maggioranza islamica. I cristiani sono un’esigua minoranza, circa lo 0,6% su un totale di oltre 160 milioni di abitanti. La comunità più numerosa è quella cattolica, con quasi 600mila fedeli, un cardinale, più di 1000 suore e circa 500 sacerdoti.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    19/04/2017 12:11:00 BANGLADESH
    Bonpara, una intera famiglia riceve il battesimo a Pasqua (Video)

    I nuovi cristiani sono Bijoy Das, sua moglie, il figlio, la nuora e i due nipoti. Vivevano nel distretto di Pabna, dove risiede una cinquantina di cristiani protestanti. Quando sono arrivati a Bonpara, sono rimasti affascinati dai cattolici e dal loro modo di vivere.



    06/06/2016 09:07:00 BANGLADESH
    Omicidi islamici in Bangladesh: cattolico sgozzato, la moglie di un poliziotto uccisa davanti al figlio

    Sunil Gomez aveva 71 anni e viveva nel villaggio di Bonpara, nella diocesi di Rajshahi. Mahmuda Khanam Mitu era la moglie del sovrintendente di polizia di Chittangong. Negli ultimi mesi gli estremisti islamici hanno rivendicato numerosi omicidi di attivisti, cristiani, blogger. Una fiaccolata interreligiosa per chiedere giustizia.



    28/06/2016 13:35:00 BANGLADESH
    Bonpara: dopo l’omicidio di Sunil Gomes, i cattolici vivono nella paura

    L’uomo è stato sgozzato al rientro dalla messa domenicale. La polizia brancola nel buio e i killer sono ancora a piede libero. I giovani della parrocchia organizzano veglie notturne per garantire la sicurezza dei cattolici. “Dobbiamo difenderci da soli”.



    17/10/2016 11:12:00 BANGLADESH
    Bonpara, da 50 anni le suore del Pime curano musulmani, indù e cattolici

    Le Missionarie dell’Immacolata, congregazione femminile associata al Pontificio istituto missioni estere, gestiscono un dispensario medico. Qui i poveri della zona trovano cure mediche e il “sorriso dei dottori”. In tutto il Paese ci sono 75 suore, impegnate nelle scuole, centri sanitari e parrocchie.



    27/08/2016 11:23:00 PAKISTAN
    Arcidiocesi di Lahore, cinque nuovi sacerdoti: un record

    La cerimonia di ordinazione si è svolta ieri nella cattedrale del Sacro Cuore, alla presenza di centinaia di persone. Quest’anno in Pakistan sono stati ordinati già 18 sacerdoti. L’aumento del terrorismo, a partire dall’attentato dell’11 settembre 2001 negli Stati Uniti, “ha accresciuto le vocazioni a livello locale”.





    In evidenza

    EGITTO – VATICANO
    Papa in Egitto: l’Egitto chiamato a condannare violenza e povertà in Medio Oriente



    Nel discorso alle autorità Francesco sottolinea ruolo e responsabilità del Cairo nel futuro della regione. “Di fronte a uno scenario mondiale delicato e complesso, che fa pensare a quella che ho chiamato una ‘guerra mondiale a pezzi’, occorre affermare che non si può costruire la civiltà senza ripudiare ogni ideologia del male, della violenza e ogni interpretazione estremista che pretende di annullare l’altro e di annientare le diversità manipolando e oltraggiando il Sacro Nome di Dio”.


    ISLAM-VATICANO-EGITTO
    Un musulmano scrive al papa : Caro papa Francesco,..

    Kamel Abderrahmani

    L’ammirazione per la carità mostrata dal pontefice verso i rifugiati musulmani siriani, per il suo spingere all’amore e nel denunciare l’odio. “I nostri ulema non sono così” e non denunciano l’odio di Daesh e non fanno nulla per i cristiani. La richiesta perché nel viaggio in Egitto, spinga il presidente al Sisi e Al Azhar alla riforma dell’islam. Senza di questo Al Azhar rischia di essere l’accademia del fondamentalismo mondiale. Dal nostro amico e collaboratore Kamel Abderrahmani.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®