28/12/2017, 12.47
VATICANO
Invia ad un amico

Nel 2017 sono stati uccisi 23 missionari

Per l’ottavo anno consecutivo, il numero più elevato di assassini si registra in America, dove sono stati uccisi 11 operatori pastorali (8 sacerdoti, 1 religioso, 2 laici); segue l’Africa, con 10 operatori pastorali (4 sacerdoti, 1 religiosa, 5 laici); in Asia sono stati uccisi 2 operatori pastorali (1 sacerdote, 1 laico). Dal 2000 al 2016 sono stati uccisi nel mondo 424 operatori pastorali, di cui 5 vescovi.

Città del Vaticano (AsiaNews) – Nel 2017 sono stati uccisi 23 missionari: 13 sacerdoti, 1 religioso, 1 religiosa, 8 laici. Il dato emerge dal rapporto annuale elaborato da Fides, agenzia del dicastero vaticano per le missioni.

Dal rapporto emerge che per l’ottavo anno consecutivo, il numero più elevato di assassini si registra in America, dove sono stati uccisi 11 operatori pastorali (8 sacerdoti, 1 religioso, 2 laici); segue l’Africa, con 10 operatori pastorali (4 sacerdoti, 1 religiosa, 5 laici); in Asia sono stati uccisi 2 operatori pastorali (1 sacerdote, 1 laico). Dal 2000 al 2016 sono stati uccisi nel mondo 424 operatori pastorali, di cui 5 vescovi.

L’elenco annuale di Fides non riguarda solo i missionari ad gentes in senso stretto, ma cerca di registrare tutti gli operatori pastorali morti in modo violento, non espressamente “in odio alla fede”. Molti sono stati uccisi durante tentativi di rapina o di furto, compiuti anche con ferocia, in contesti di povertà economica e culturale, di degrado morale e ambientale, dove violenza e sopraffazione sono assurte a regola di comportamento.

Gli uccisi sono solo la punta dell’iceberg, in quanto è sicuramente lungo l’elenco degli operatori pastorali, o dei semplici cattolici, aggrediti, malmenati, derubati, minacciati, come quello delle strutture cattoliche a servizio dell’intera popolazione, assalite, vandalizzate o saccheggiate. All’elenco va perciò aggiunta la lunga lista dei tanti, dei quali forse non si avrà mai notizia o di cui non si conoscerà neppure il nome, che in ogni angolo del pianeta soffrono e pagano con la vita la loro fede in Gesù Cristo.

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Rami, profugo a Erbil: "Non possiamo fuggire, il futuro dei cristiani è in Iraq"
09/01/2015
Andhra Pradesh, i cristiani chiedono tutela contro le persecuzioni
20/03/2007
Asia, continente della persecuzione e del martirio
30/08/2004
Karnataka, nel ricordo di Gandhi cristiani in marcia contro la persecuzione
01/02/2010
L'Asia del papa: una piccola Chiesa e un grande destino
02/04/2005