22 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 28/12/2017, 12.47

    VATICANO

    Nel 2017 sono stati uccisi 23 missionari



    Per l’ottavo anno consecutivo, il numero più elevato di assassini si registra in America, dove sono stati uccisi 11 operatori pastorali (8 sacerdoti, 1 religioso, 2 laici); segue l’Africa, con 10 operatori pastorali (4 sacerdoti, 1 religiosa, 5 laici); in Asia sono stati uccisi 2 operatori pastorali (1 sacerdote, 1 laico). Dal 2000 al 2016 sono stati uccisi nel mondo 424 operatori pastorali, di cui 5 vescovi.

    Città del Vaticano (AsiaNews) – Nel 2017 sono stati uccisi 23 missionari: 13 sacerdoti, 1 religioso, 1 religiosa, 8 laici. Il dato emerge dal rapporto annuale elaborato da Fides, agenzia del dicastero vaticano per le missioni.

    Dal rapporto emerge che per l’ottavo anno consecutivo, il numero più elevato di assassini si registra in America, dove sono stati uccisi 11 operatori pastorali (8 sacerdoti, 1 religioso, 2 laici); segue l’Africa, con 10 operatori pastorali (4 sacerdoti, 1 religiosa, 5 laici); in Asia sono stati uccisi 2 operatori pastorali (1 sacerdote, 1 laico). Dal 2000 al 2016 sono stati uccisi nel mondo 424 operatori pastorali, di cui 5 vescovi.

    L’elenco annuale di Fides non riguarda solo i missionari ad gentes in senso stretto, ma cerca di registrare tutti gli operatori pastorali morti in modo violento, non espressamente “in odio alla fede”. Molti sono stati uccisi durante tentativi di rapina o di furto, compiuti anche con ferocia, in contesti di povertà economica e culturale, di degrado morale e ambientale, dove violenza e sopraffazione sono assurte a regola di comportamento.

    Gli uccisi sono solo la punta dell’iceberg, in quanto è sicuramente lungo l’elenco degli operatori pastorali, o dei semplici cattolici, aggrediti, malmenati, derubati, minacciati, come quello delle strutture cattoliche a servizio dell’intera popolazione, assalite, vandalizzate o saccheggiate. All’elenco va perciò aggiunta la lunga lista dei tanti, dei quali forse non si avrà mai notizia o di cui non si conoscerà neppure il nome, che in ogni angolo del pianeta soffrono e pagano con la vita la loro fede in Gesù Cristo.

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    30/08/2004 ASIA - VATICANO
    Asia, continente della persecuzione e del martirio


    20/03/2007 INDIA
    Andhra Pradesh, i cristiani chiedono tutela contro le persecuzioni
    Hanno chiesto al governo una legge che tuteli le minoranze. Contro i cristiani ci sono stati 4 omicidi e frequenti aggressioni. A Tirupati, sede di importanti tempi indù, esplodono violente proteste dei partiti indù per ottenere il bando dell’attività cristiana. Uno studente neoconvertito si suicida.

    31/01/2005 vaticano - asia
    Messa in ricordo di "padre Lardo", fondatore di Aiuto alla Chiesa che Soffre
    Questo pomeriggio a S. Maria in Trastevere celebrazione nel 2° anniversario di padre Werenfried van Straaten.

    02/04/2005 VATICANO - ASIA
    L'Asia del papa: una piccola Chiesa e un grande destino


    16/11/2012 VATICANO
    Papa: i giovani siano "i primi missionari" tra i loro coetanei, anche con internet
    Messaggio di Benedetto XVI in vista della prossima Giornata mondiale della gioventù a Rio de Janeiro, che avrà per tema "Andate e fate discepoli tutti i popoli". La chiamata missionaria, di "grande attualità" nel nostro tempo "è necessaria anche per il cammino di fede personale". La testimonianza anche dove manca la libertà religiosa. Il ringraziamento "per il grande dono dei missionari, che dedicano tutta la loro vita ad annunciare il Vangelo sino ai confini della terra".



    In evidenza

    EGITTO-LIBANO
    Al Cairo, musulmani e cristiani si incontrano per Gerusalemme, ‘la causa delle cause’

    Fady Noun

    Si è tenuta il 16 e 17 gennaio all’istituto sunnita al-Azhar. Hanno preso parte molte personalità del Libano, fra cui il patriarca maronita Bechara Raï. I mondo arabo diviso fra “complice passività” e “discorsi rumorosi ma inefficaci”. Ex-premier libanese: coordinare le azioni per una maggiore efficienza al servizio di una “identità pluralistica di Gerusalemme” e della “libertà religiosa”. Card. Raï: serve preghiera congiunta, la solidarietà interreligiosa islamico-cristiana in tutto il mondo arabo e sostenere i palestinesi.


    CINA
    Yunnan: fino a 13 anni di prigione per i cristiani accusati di appartenere a una setta apocalittica



    Le setta in questione è quella dei Tre gradi del Servizio, un gruppo pseudo-protestante sotterraneo fondato nell’Henan e diffuso soprattutto nelle campagne. I condannati rivendicano di essere solo cristiani e di non sapere nulla della setta. Gli avvocati difensori minacciati della revoca della loro licenza.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®