21 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 29/12/2015, 00.00

    CINA

    Ningxia, espulso dirigente comunista: crede nel feng shui



    Per la prima volta dalla morte di Mao Zedong, un funzionario viene punito perché crede nella pratica taoista che ricerca l’armonia fra gli elementi del cosmo. La Commissione disciplinare del Partito: “Attività superstiziose da punire”. Il provvedimento cozza con le dichiarazioni di Xi Jinping a favore delle religioni “sinicizzate”.

    Pechino (AsiaNews) – Per la prima volta in assoluto dalla morte di Mao Zedong, il Partito comunista cinese ha espulso un proprio dirigente perché sostiene il feng shui, credo tradizionale alla base della dottrina taoista. La Commissione centrale per la disciplina e l’ispezione del Pcc ha formalizzato l’apertura di un’inchiesta nei confronti di Bai Xueshan, accusato di “aver violato la disciplina politica” e di “aver organizzato attività superstiziose per molto tempo”. Il riferimento è appunto alla dottrina del feng shui, che regola l’armonia degli elementi del mondo e dell'uomo fino a definire una particolare forma di architettura e ingegneria civile.

    Bai Xueshan era vice presidente della Regione autonoma Ningxia Hui. Secondo le prime indiscrezioni, la sua caduta in disgrazia è collegata all’impegno profuso dal funzionario nell’espansione urbana di una municipalità: Bai voleva che questa avvenisse nei pressi del Fiume Giallo “secondo i criteri taoisti”. Per la Commissione “questo dimostra una mancanza di consapevolezza politica”. Il riferimento è alla capitale provinciale Yinchuan, che il dirigente comunista (54 anni) ha guidato fino al 2007: secondo gli inquirenti, la sua volontà di farla espandere verso nord “nascondeva interessi economici che hanno portato alla corruzione”.

    Il feng shui (in cinese: "vento- acqua") studia la geomanzia e ricerca l'armonia fra gli elementi del cosmo in funzione del benessere dell'uomo. Ancora oggi nella costruzione delle case, negli arredi, nella sepoltura dei defunti i cinesi studiano le posizioni topografiche e l'orientamento nello spazio in cui vi è la migliore armonia fra vento, acqua, fuoco, aria. Queste tradizioni hanno sfidato millenni e sono sopravvissute a tutte le rivoluzioni del Paese, in particolare alla Rivoluzione culturale, la più iconoclasta verso ogni aspetto religioso.

    Dopo decenni di ateismo militante di Stato, nelle città e campagne i cinesi stanno ritornando alle credenze di una volta. Anzi, medicina cinese e feng shui vengono utilizzati per attrarre turisti e studiosi, e sono valorizzati come parte della tradizione culturale del Dragone. Fino a ora, questo atteggiamento sembrava sostenuto persino dal presidente Xi Jinping: questi in più occasioni ha proclamato la sua “volontà di garantire la libertà religiosa nel Paese”, sottolineando che le fedi “devono essere sinicizzate il più possibile”. Ma a quanto pare la "sinicizzazione" non è quella del feng shui.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    04/01/2016 CINA
    Il Pcc stringe la morsa contro le “superstizioni”, ma nel mirino ci sono le religioni
    Il Partito comunista vara le nuove regole interne: espulsione e prigione per i funzionari che credono nelle “superstizioni feudali”. Xi Jinping ammonisce i membri: “Basta fare domande inopportune sulle politiche del governo centrale”. Analisti temono una nuova ondata di repressioni contro le cinque fedi ufficiali.

    02/03/2007 CINA
    Dirigente comunista licenziata ed espulsa dal Partito perché cristiana
    Geng Sude, protestante di 55 anni, era la vicepreside della scuola del Partito comunista di Baoding. All’inizio dell’anno ha ospitato nell’auditorium dell’edificio un incontro di studi biblici, interrotto dalla polizia che ha arrestato i partecipanti. Ora annuncia un ricorso alle autorità provinciali.

    19/12/2015 CINA
    Shandong, pregavano in privato: cinque studenti cristiani espulsi dall’università
    I ragazzi erano riuniti in una stanza chiusa dello Shandong Yingcai College: qualcuno li ha fotografati e denunciati alla polizia. Il Dipartimento provinciale per l’Istruzione ha proibito “incontri religiosi” che coinvolgano “tre o più studenti”. Aumenta il controllo statale sulle religioni.

    21/02/2008 CINA
    Il Partito cambia il processo di “beatificazione” dei suoi eroi
    Scompare il termine “rivoluzionario” e rimane, più semplicemente, “martire”. Una proposta di legge prevede l’inserimento di industriali ed eroi civili fra i nuovi eroi del governo, che cerca di tagliare i ponti con il passato.

    22/10/2015 CINA
    Cina: il golf o l’adulterio “saranno puniti con l’espulsione dal Partito”
    Il Pcc aggiorna le regole dello scorso luglio sul codice di condotta morale per gli 88 milioni di membri: banchetti stravaganti, lussuria o formare “cricche di potere” sono azioni che porteranno persino all’arresto.



    In evidenza

    EGITTO-LIBANO
    Al Cairo, musulmani e cristiani si incontrano per Gerusalemme, ‘la causa delle cause’

    Fady Noun

    Si è tenuta il 16 e 17 gennaio all’istituto sunnita al-Azhar. Hanno preso parte molte personalità del Libano, fra cui il patriarca maronita Bechara Raï. I mondo arabo diviso fra “complice passività” e “discorsi rumorosi ma inefficaci”. Ex-premier libanese: coordinare le azioni per una maggiore efficienza al servizio di una “identità pluralistica di Gerusalemme” e della “libertà religiosa”. Card. Raï: serve preghiera congiunta, la solidarietà interreligiosa islamico-cristiana in tutto il mondo arabo e sostenere i palestinesi.


    CINA
    Yunnan: fino a 13 anni di prigione per i cristiani accusati di appartenere a una setta apocalittica



    Le setta in questione è quella dei Tre gradi del Servizio, un gruppo pseudo-protestante sotterraneo fondato nell’Henan e diffuso soprattutto nelle campagne. I condannati rivendicano di essere solo cristiani e di non sapere nulla della setta. Gli avvocati difensori minacciati della revoca della loro licenza.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®