23 Febbraio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 30/12/2016, 14.41

    SRI LANKA

    Oblati di Maria Immacolata donano cancelleria e libri a 50 bambini poveri di Colombo (Foto)

    Melani Manel Perera

    I bambini provengono da un quartiere multietnico e multirazziale della capitale. È sorto nel 1971 per ospitare i mendicanti di Colombo. Una recita di Natale per lanciare un messaggio ai genitori: “Basta all’abuso di alcol”.

    Colombo (AsiaNews) – Circa 50 bambini poveri di un quartiere multirazziale e interreligioso di Colombo hanno ricevuto cesti di Natale con cancelleria per la scuola, libri e altro materiale didattico. È stato il dono che i sacerdoti Oblati di Maria Immacolata (Omi) hanno voluto dare loro durante il tradizionale raduno natalizio.

    L’evento si svolge da 10 anni ed è stato organizzato dal Centre for Religion and Society (Crs) gestito dai missionari Omi in Sri Lanka. Ad AsiaNews p. Ashok Stephen, direttore del Centro, dice: “Quando condividiamo o doniamo qualcosa alle persone bisognose, non dobbiamo dare loro ciò che piace a noi o che noi vogliamo, ma quello che è loro necessario”.

    Il materiale donato ai piccoli servirà per l’anno scolastico che sta per iniziare e sarà di grande aiuto per i loro genitori, che non hanno le risorse necessarie per l’acquisto di penne, quaderni e testi.

    I bambini infatti provengono dal quartiere di Summit Pura (Summit Town) di Mattakkuliya, Colombo 15. Si tratta di un quartiere sorto nel 1971 per ospitare centinaia di famiglie povere che vivevano ai margini delle strade nella capitale dello Sri Lanka, mendicando per sopravvivere.

    Qui convive un mix di culture e religioni diverse: vi abitano in maggioranza buddisti, musulmani e indù, ma c’è anche una piccola rappresentanza di cristiani. Ci sono persone di etnia tamil e singalese.

    La multi-etnicità del quartiere è emersa anche durante la serata natalizia, con i bambini che hanno intonato canti in singalese e in inglese. P. Stephen riporta che i piccoli hanno preso parte ad una recita di Natale e hanno voluto lanciare un messaggio forte a parenti e genitori: “L’abuso di alcol è dannoso per la salute. Per questo hanno chiesto ai genitori di evitare gli alcolici”.

    Oblati di Maria Immacolata donano cesti di Natale ai bambini poveri in Sri Lanka-1
    Oblati di Maria Immacolata donano cesti di Natale ai bambini poveri in Sri Lanka-1


    Oblati di Maria Immacolata donano cesti di Natale ai bambini poveri in Sri Lanka-2
    Oblati di Maria Immacolata donano cesti di Natale ai bambini poveri in Sri Lanka-2


    Oblati di Maria Immacolata donano cesti di Natale ai bambini poveri in Sri Lanka-3
    Oblati di Maria Immacolata donano cesti di Natale ai bambini poveri in Sri Lanka-3


    Oblati di Maria Immacolata donano cesti di Natale ai bambini poveri in Sri Lanka-4
    Oblati di Maria Immacolata donano cesti di Natale ai bambini poveri in Sri Lanka-4


    Oblati di Maria Immacolata donano cesti di Natale ai bambini poveri in Sri Lanka-5
    Oblati di Maria Immacolata donano cesti di Natale ai bambini poveri in Sri Lanka-5


    Oblati di Maria Immacolata donano cesti di Natale ai bambini poveri in Sri Lanka-6
    Oblati di Maria Immacolata donano cesti di Natale ai bambini poveri in Sri Lanka-6


    Oblati di Maria Immacolata donano cesti di Natale ai bambini poveri in Sri Lanka-7
    Oblati di Maria Immacolata donano cesti di Natale ai bambini poveri in Sri Lanka-7


    Oblati di Maria Immacolata donano cesti di Natale ai bambini poveri in Sri Lanka-8
    Oblati di Maria Immacolata donano cesti di Natale ai bambini poveri in Sri Lanka-8


    Oblati di Maria Immacolata donano cesti di Natale ai bambini poveri in Sri Lanka-9
    Oblati di Maria Immacolata donano cesti di Natale ai bambini poveri in Sri Lanka-9


    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    23/09/2014 FILIPPINE
    Cotabato, festa per i 75 anni degli Omi: Ricordare, rivivere, sperare
    Tre giorni di celebrazioni per ringraziare gli Oblati di Maria Immacolata. Oltre alle sante messe, anche una mostra e una parata in onore dell'istituto missionario.

    29/12/2016 13:07:00 SRI LANKA
    Cesti di Natale con generi alimentari: il dono della parrocchia di Wewala a 139 famiglie povere

    I cesti sono stati distribuiti il 24 dicembre. La parrocchia rientra nell’arcidiocesi di Colombo ed è composta da 2500 famiglie. I parrocchiano hanno individuato tra di loro i beneficiari: le persone più indigenti che nascondono con fatica la loro povertà.



    08/01/2010 FILIPPINE
    Una radio per diffondere la cultura della pace a Mindanao
    I missionari Oblati di Maria Immacolata (Omi) inaugurano il loro nuovo centro radio-televisivo. Attraverso notiziari, musica e altri intrattenimenti cercheranno di diffondere tra la gente la cultura della pace in una delle regioni più martoriate delle Filippine

    11/12/2016 12:17:00 VATICANO
    Appello del papa per la Siria: Sì alla pace, sì alla gente di Aleppo

    All’Angelus in piazza san Pietro, papa Francesco chiede “una scelta di civiltà” per la protezione dei civili nel feroce conflitto in Siria. La guerra è “un cumulo di soprusi e di falsità”. La preghiera per gli attentati terroristi in Turchia, Somalia, Egitto. La vicinanza a papa Tawadros. “Oggi siamo invitati a gioire per la venuta imminente del nostro Redentore e a condividere questa gioia con gli altri, donando conforto e speranza ai poveri, agli ammalati, alle persone sole e infelici”. A Vientiane (Laos) sono stati beatificati p. Mario Borzaga, missionario Omi, il catechista Paolo Thoj Xyooj e 14 compagni, tutti uccisi dai guerriglieri del Pathet Lao nel 1960. La benedizione dei Bambinelli.



    10/12/2007 IRAQ
    Giovani in Kurdistan si preparano al Natale
    In un incontro con oltre 300 giovani della diocesi, il vescovo caldeo di Ahmadiya, mons. Al Qas, riflette sulla centralità di Maria nella redenzione dell’Uomo: “Senza di Lei non potremmo conoscere Gesù, il Salvatore”. Preoccupazione per il proselitismo delle Chiese evangeliche in Iraq.



    In evidenza

    LIBANO
    Trump, Marine Le Pen e il Medio oriente: il Libano contro muri e divisioni

    Fady Noun

    L’inizio della presidenza Trump ha segnato la “babelizzazione” della società americana. Ciascun Paese riversa il suo odio contro un nemico esterno. La crisi globale attuale ha radici religiose. Al cuore del caos vi è la minaccia jihadista. Laterza guerra mondiale non si vince con i droni, ma usando moderazione e promuovendo l’incontro e il confronto. 

     


    EGITTO – ISLAM
    Al Azhar sotto l’influenza dell’islamismo di Daesh

    Kamel Abderrahmani

    Le istituzioni religiose ufficiali e le università cosiddette islamiche sono la causa dell’immobilità del mondo musulmano. I programmi insegnati ad Al Azhar e la letteratura usata sono gli stessi che sono applicati sul terreno da tutti i terroristi armati. Nessun paragone possibile fra Al Azhar e il Vaticano. Il Vaticano ha ospitato musulmani irakeni e siriani che fuggivano la guerra. Al Azhar non ha fatto nulla per cristiani e Yazidi. La persecuzione verso Mohamed Nasr Abdellah, desideroso di modernizzare l’islam. Il commento di uno studente musulmano.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®