29/07/2009, 00.00
KIRGHIZISTAN
Invia ad un amico

Ocse: La ri-elezione del presidente Bakiyev è viziata da abusi di potere e brogli

Gli osservatori Ocse denunciano abusi di potere durante la campagna elettorale e brogli nel voto. L’opposizione scende in piazza, ma la polizia impedisce manifestazioni.

Bishkek (AsiaNews/Agenzie) – La polizia ha caricato i manifestanti scesi in piazza per denunciare brogli nell’elezione del 23 luglio, vinta dal presidente uscente Kurmanbek Bakiyev. Intanto l’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (Ocse) dice che il voto è stato “distante dagli standard essenziali” richiesti.

Il voto ha visto la vittoria plebiscitaria di Bakiyev, ma l’opposizione ha subito parlato di brogli, quando i seggi erano ancora aperti.

Oggi gli osservatori Ocse  parlano di “diffusi problemi ed irregolarità, comprese urne elettorali piene [prima del voto], errori nelle liste elettorali e prove evidenti di voto multiplo”.

Nel complesso, l’Ocse commenta che il voto “non ha raggiunto gli standard essenziali richiesti per un’elezione democratica, compresa l’indicazione di mantenere una chiara separazione tra il partito al governo e lo Stato”. Tra l’altro, Bakiyev avrebbe “ottenuto vantaggi ingiusti sugli oppositori tramite l’abuso di risorse pubbliche e il discredito da parte dei media” contro gli altri candidati.

La Commissione elettorale centrale kirghiza ha già detto che considera il voto regolare, ma l’opposizione non cede e chiama la folla in piazza. Oggi circa 50 persone hanno marciato per Bishkek sventolando bandiere e domandando giustizia. La polizia li ha però fermati e ne ha arrestati alcuni. Gli altri hanno poi proseguito la marcia di protesta.

Almazbek Atanbaev, ex primo ministro e principale oppositore, dice che mobiliterà l’opinione pubblica per protestare sul modo in cui Bakiyev ha condotto la campagna elettorale e sulle modalità del voto. Spera di suscitare un movimento di piazza come quello che nel marzo 2005 costrinse il presidente Askar Akaev a dimettersi e fuggire all’estero.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Il partito del presidente vince il 100% dei seggi (e con meno del 50% dei voti)
17/12/2007
Voto tranquillo a Bishkek, nessun vincitore, si profila un governo di coalizione
11/10/2010
Il Kirghizistan sceglie il presidente, tra accuse di brogli e annunci di proteste di piazza
23/07/2009
La popolazione scende in piazza chiedendo le dimissioni di Bakiyev
07/04/2010
L’Osce denuncia “brogli” nel referendum voluto da Bakiyev
24/10/2007