03/12/2015, 00.00
IRAN-ONU
Invia ad un amico

Onu: L’Iran non ha più programmi militari nucleari dal 2003

Il rapporto dell’Aiea scagiona l’Iran dalle accuse di Stati Uniti e Israele e apre all’attuazione degli accordi firmati lo scorso luglio. Esperto Aiea ad AsiaNews: Non c’è alcuna prova concreta di materiale nucleare clandestino. Alcune ricerche miranti a programmi militari sono proseguite fino al 2009, ma in modo non strutturato.

Vienna (AsiaNews) – L’Iran non persegue un programma di arricchimento dell’uranio a fini militari dal 2003. E’ quanto si afferma  nel documento dell’Aiea reso pubblico ieri, dal titolo “Valutazioni finali su questioni in sospeso in materia di programma nucleare iraniano nel passato e nel presente” (Final Assessment on Past and Present Outstanding Issues regarding Iran’s Nuclear Programme).

Il rapporto dell’Aiea scagiona in modo completo l’Iran che in tutti questi anni è stato sospettato e accusato di volere acquisire un programma nucleare militare e alla produzione di bombe atomiche.

Contro le accuse di Stati Uniti e Israele, Teheran ha sempre insistito che le sue attività nucleari erano pacifiche. Il vice ministro degli esteri iraniano, Abbas Araqchi ha dichiarato che il rapporto mostra che il loro programma era destinato a fini pacifici.

La pubblicazione del rapporto dell’Aiea e i suoi risultati erano una condizione necessaria per mettere in atto l’accordo sul nucleare firmato dall’Iran e dalle sei grandi potenze (v. foto), che prevede ispezioni Onu ai siti atomici iraniani in cambio di graduali cancellazioni dell’embargo finanziario ed economico verso il Paese.

Il rapporto dell’Aiea mostra con evidenza che fino al 2003 l’Iran ha perseguito un programma strutturato volto ad acquisire molte competenze necessarie in un programma nucleare militare. Alcune attività sono continuate almeno fino al 2009 ma in modo non strutturato.

Un membro dell’Aiea ha dichiarato ad AsiaNews che “non c'è alcuna prova concreta che l’Iran si sia spinto fino ad un livello di produzione di materiale arricchito: non vi è nessuna traccia evidente di materiale nucleare clandestino utilizzato in queste attività di ricerca”.

Sul fatto che possa esserci ancora oggi qualche attività a bassa intensità, l'Aiea dice che almeno dal 2009 non ne ha alcuna indicazione credibile.

Gli Stati Uniti hanno dichiarato di essere pronti a fare il prossimo passo per mettere in atto l’accordo sul nucleare, dopo la pubblicazione dell’Aiea.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Chiudono oggi i dialoghi sul nucleare iraniano. Si pensa (e si spera) ad un prolungamento
24/11/2014
Cauto ottimismo nel dialogo sul nucleare iraniano
27/09/2013
L'Aiea annuncia un accordo "di massima" per le ispezioni dei siti nucleari di Teheran
22/05/2012
Aiea: le accuse di Israele all’Iran non sono ‘oro colato’
02/10/2018 16:10
Aiea: Teheran rispetta “alla lettera” gli accordi sul nucleare iraniano
03/10/2016 10:49