16 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 26/06/2017, 08.48

    YEMEN - ONU

    Onu: in Yemen è in atto la peggiore epidemia di colera al mondo



    Una nota congiunta degli esperti di Unicef e Oms. I casi sospetti hanno superato quota 200mila, le vittime oltre 1300; di queste, un quarto erano bambini. Vi sono 5mila nuovi casi al giorno. Quasi 19 milioni di persone su 28 milioni bisognose di assistenza. Sette milioni sono sull’orlo della carestia. Il sistema sanitario è al collasso, a rischio le scorte di acqua potabile. 

     

    Sana’a (AsiaNews/Agenzie) - In Yemen è oggi in atto la peggiore epidemia di colera al mondo, con un numero di casi sospetti che ha superato quota 200mila. È quanto affermano in una nota congiunta l’Unicef e l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), secondo cui la situazione nel Paese arabo teatro da oltre due anni e mezzo di un sanguinoso conflitto si fa sempre più grave. 

    Ad oggi più di 1300 persone sono morte a causa della malattia; di queste, almeno un quarto erano bambini. Secondo gli esperti il numero delle vittime è destinato ad aumentare nelle prossime settimane. 

    Le due agenzie stanno compiendo tutte le iniziative possibili per bloccare la diffusione dell’epidemia. “Stiamo fronteggiando - spiega il comunicato - la peggiore epidemia di colera al mondo”.

    Gli esperti Onu confermano l’allarme lanciato di recente ad AsiaNews da mons. Paul Hinder, vicario apostolico dell’Arabia meridionale (Emirati Arabi Uniti, Oman e Yemen). Il prelato aveva parlato di una situazione  “disastrosa” nel Paese, piagato da epidemie, guerra e carestie croniche. 

    Nell’ultimo periodo le agenzie delle Nazioni Unite e le organizzazioni umanitarie hanno aumentato gli sforzi, stanziando sul campo squadre di risposta rapida che vanno di casa in casa a spiegare ai cittadini come affrontare l’emergenza e conservare l’acqua potabile. Tuttavia, le scorte di acqua da bere si fanno sempre più scarse e vi è il pericolo che si possano esaurire in un futuro prossimo. 

    Dal gennaio 2015 la nazione del Golfo è teatro di un sanguinoso conflitto interno che vede opposte la leadership sunnita dell’ex presidente Abedrabbo Mansour Hadi, sostenuta da Riyadh, e i ribelli sciiti Houthi, vicini all’Iran e agli Hezbollah libanesi. Nel marzo 2015 una coalizione araba a guida saudita ha promosso raid contro i ribelli, finiti nel mirino delle Nazioni Unite per le vittime [fra i civili] che hanno provocato. Tra questi vi sono anche bambini. Fonti Onu parlano di oltre 8mila morti e 45mila feriti.

    Su un totale di 28 milioni, il conflitto ha inoltre lasciato fino a 18,8 milioni di persone bisognose di assistenza e di aiuti umanitari per poter sopravvivere. Di questi, almeno sette milioni sono considerati sull’orlo della carestia. 

    Il sistema sanitario, idrico e igienico è ormai al collasso. La guerra ha distrutto più della metà delle strutture e gli ospedali ancora funzionanti sono sovraffollati. La mancanza di cibo ha generato una diffusa malnutrizione, che favorisce la diffusione del colera in particolare fra i bambini. “In soli due mesi - conclude la nota Unicef e Oms - il colera si è diffuso in quasi tutti i governatorati di questa nazione in guerra” con una stima indicativa di 5mila nuovi casi al giorno.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    22/12/2017 09:46:00 YEMEN
    Croce rossa: continua l’emergenza colera in Yemen, oltre un milione di casi

    Dall’aprile scorso sono già decedute 2226 persone. L’epidemia è favorita dal deterioramento delle condizioni igienico-sanitarie e dal blocco imposto dai sauditi. Msf: batterio molto resistenze. Timori per un picco nei casi con l’inizio della stagione delle piogge a marzo. Oltre l’80% della popolazione necessita di cibo, carburante, acqua e medicine.

     



    13/07/2017 08:54:00 YEMEN - ONU
    Onu: parti in lotta e potenze straniere loro alleate responsabili dell’epidemia di colera

    Il sotto-segretario agli Affari umanitari delle Nazioni unite parla di “scandalo” causato “interamente dall’uomo”. I belligeranti e quanti li sostengono oltreconfine “dirigono, riforniscono, combattono e perpetrano” le violenze. I casi di contagio sono saliti a 320mila, almeno 1740 le vittime. Servfono 250 milioni di dollari per fronteggiare l’emergenza, finora raccolti 47.



    16/06/2017 08:51:00 YEMEN - ONU
    Onu: Contro la crisi umanitaria in Yemen cessate il fuoco immediato e porti aperti agli aiuti

    Il Consiglio di Sicurezza approva all’unanimità un appello rivolto a tutte le parti coinvolte nel conflitto. Fondamentale garantire l’accesso al porto di Hodeida, che rappresenta una “fondamentale ancora di salvezza”. Dall’inizio dell’emergenza colera morte 923 persone, i casi sospetti hanno superato quota 124mila.

     



    09/06/2017 08:55:00 YEMEN
    Yemen, prosegue l’emergenza colera: quasi 800 morti e oltre 100mila contagiati

    I casi si sono registrati in 19 diverse province. Oms: entro sei mesi fino a 250mila persone colpite. Oxfam: Una vittima ogni ora, nazione “sull’orlo del precipizio”. Fermare la guerra e ripristinare gli aiuti umanitari. A favorire la diffusione le pessime condizioni igienico-sanitarie e la carenza di strutture mediche.

     



    05/06/2017 13:58:00 YEMEN
    Yemen, vicario d’Arabia: fra guerre ed epidemie (di colera) situazione “disastrosa”

    Fonti Oms parlano di quasi 74mila casi di colera, le vittime oltre 600 (405 bambini). A rischio fino a 300mila persone. Ogni 10 minuti muore un bambino sotto i cinque anni. Strutture sanitarie al collasso. Mons. Hinder: la nostra preghiera e l’aiuto silenzioso per cristiani e musulmani. Difficile portare aiuti, bisogna mantenere viva l’attenzione.

     





    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®