3 Settembre 2014 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 10/01/2009
ITALIA
Padre Bernardo Cervellera riceve il Premio Giuliano Ragno 2008
La consegna del premio questa mattina nella sede milanese di Avvenire. Alla base del riconoscimento “l’attenzione appassionata, acuta e puntuale alle vicende dell’Asia” e il contributo missionario su temi delicati “come il rapporto Chiesa-Cina”.

Milano (AsiaNews) - “Per l’attenzione appassionata, acuta e puntuale alle vicende dell’Asia”. Con questa motivazione padre Bernardo Cervellera, missionario del Pime (Pontificio Istituto Missioni Estere), ha ricevuto questa mattina il “Premio giornalistico Giuliano Ragno”, dedicato al grande inviato e vicedirettore di “Avvenire”, morto prematuramente nel 1998.

Il premio, istituito dal giornale cattolico insieme con la famiglia Ragno, viene attribuito ogni anno a un giornalista che si sia distinto nell’affrontare vicende e tematiche dello scenario internazionale. Il premio per il 2008 è stato conferito nella sede milanese di “Avvenire”, in un clima di sobria, schietta commozione e amicizia, alla presenza di Enrica, la vedova di Giuliano, dei figli e dei nipoti, del direttore di “Avvenire”, Dino Boffo, dell’inviato Elio Maraone e di altri colleghi.

Il premio “ha raggiunto il decimo anno di istituzione”, proprio in quel 2008 in cui “Avvenire” festeggia i 40 anni di storia, ha sottolineato la signora Enrica: nei premiati dal ‘98 ad oggi, perciò, riconosciamo una “dedizione al lavoro e il valore professionale presente in tutti quanti partecipano alla realizzazione del quotidiano”. “Padre Cervellera rappresenta bene l’ideale di giornalista per il quale il premio è stato istituito”, aveva detto in precedenza il direttore Boffo, sottolineando il contributo offerto dal missionario ad “Avvenire” in termini sia di reportage sia di analisi ed editoriali, in particolare su un tema delicato come il rapporto Chiesa-Cina.

Cervellera ha ricordato come proprio con un reportage dal Libano chiestogli da Giuliano Ragno fosse iniziata la sua collaborazione con “Avvenire”. Poi ha parlato del suo amore per l’Asia, non più meta “esotica” ma oramai protagonista dell'economia e della politica mondiali, chiamata - anche grazie al ruolo di “mediazione culturale” svolto dai cattolici, in ciò autenticamente missionario - ad aprirsi alla cultura dei diritti umani e della libertà religiosa.

Cervellera, missionario del Pime, dal 2003 è direttore dell’agenzia “AsiaNews”. Nato a Grottaglie (Taranto) il 20 agosto 1951, laurea in filosofia alla Cattolica di Milano nel 1975, ordinato prete nel '78, è stato redattore di “Mondo e missione”. Dal 1997 al 2002 ha diretto l’agenzia “Fides”. Dal 1995 al ‘97 ha vissuto a Pechino, dove ha anche insegnato all’Università di Beida storia della civiltà occidentale.(LR)

 


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
15/10/2012 ITALIA - CINA
Angelo Caloia: Il premio Vittorino Colombo a p. Cervellera, appassionato missionario e giornalista
di Angelo Caloia
10/03/2009 ITALIA
Piero Gheddo: La missione è annuncio di Cristo, non generica filantropia
di Piero Gheddo
07/06/2006 Italia
Padova, al direttore di AsiaNews il Premio internazionale Sant'Antonio
14/09/2007 ITALIA
Domani il premio St. Vincent di giornalismo: tra i vincitori anche AsiaNews
22/07/2006 ITALIA - PIME
P. Maestrini "missionario dell'informazione e della carità"

In evidenza
IRAQ-ITALIA
"Adotta un cristiano di Mosul": il grazie del Patriarca Louis Sako; le preoccupazioni del vescovo del Kurdistan
di Bernardo CervelleraIl capo della Chiesa caldea ringrazia per la campagna di AsiaNews e spera che "questa catena di solidarietà si allunghi". Aiutare i profughi a rimanere in Iraq. Ma molti vogliono fuggire all'estero. Il vescovo di Amadiyah, che ha accolto migliaia di sfollati nelle chiese e nelle case: Aiutiamo anche arabi (musulmani) e yazidi, in modo gratuito e senza guardare alle differenze confessionali.
ITALIA - IRAQ
"Adotta un cristiano di Mosul", rispondere nei fatti e con la vita all'emergenza irachenaAsiaNews lancia una raccolta fondi per sostenere i fedeli nel mirino dello Stato islamico, dopo le richieste del Patriarca di Baghdad e il pressante appello di papa Francesco "a assicurare gli aiuti necessari, soprattutto quelli più urgenti, a così tanti sfollati, la cui sorte dipende dalla solidarietà altrui". Oltre 100mila persone sono state costrette a fuggire dalle loro case senza niente addosso, e ora non hanno di che vivere. Per aiutarli, bastano 5 euro al giorno: i fondi raccolti saranno inviati al Patriarcato di Baghdad, che provvederà a distribuirli secondo i bisogni di ogni famiglia.
CINA-VATICANO
Vescovo e sacerdoti di Wenzhou denunciano la campagna del governo contro le croci e le chiese del Zhejiang
di Eugenia ZhangPer mons. Vincenzo Zhu Weifang, della Chiesa ufficiale, la campagna di distruzione aumenta l'instabilità sociale. E' vera persecuzione contro la fede cristiana. Il vescovo si scusa per non essere intervenuto prima: sperava che la campagna finisse presto. Fedeli cattolici e protestanti sono rimasti feriti per difendere i loro edifici sacri. I sacerdoti di Wenzhou: la campagna è ingiusta e colpisce anche edifici in regola. Questi "atti stupidi" del governo provocano una distruzione dell'armonia sociale.

Dossier

by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
by Lazzarotto Angelo S.
pp. 528
by Bernardo Cervellera
pp. 240
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate