26 Maggio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 18/05/2016, 15.24

    SRI LANKA

    Piogge torrenziali in Sri Lanka: una frana seppellisce 150 persone

    Melani Manel Perera

    Da tre giorni l’isola è flagellata da una violenta perturbazione. Il bilancio aggiornato è di 35 vittime e 350mila persone costrette ad abbandonare le case. Una valanga nella parte centrale del Paese ha seppellito 66 case e 400 persone. Recuperati 250 feriti, poche speranze di trovare altri superstiti.

    Colombo (AsiaNews) – Si aggrava di ora in ora il bilancio delle forti piogge torrenziali che hanno colpito lo Sri Lanka e lambito la costa orientale dell’India. Da tre giorni l’isola è flagellata da violente precipitazioni, che hanno provocato 35 vittime accertate e costretto 350mila persone ad abbandonare le proprie case. La situazione più grave si è verificata nella provincia centrale, dove questa mattina una colata di fango ha seppellito 66 case e circa 400 abitanti. Secondo la Croce rossa, ma le informazioni sono aggiornate di continuo, sotto la frana si troverebbero ancora 150 persone, con ogni probabilità decedute.

    Centinaia di soccorritori stanno operando in 14 distretti del Paese. Negli ultimi due giorni sono caduti 10 cm di pioggia battente, che hanno allagato le strade e costretto gli abitanti a fuggire dai luoghi di residenza.

    Le autorità avevano allertato la popolazione sui possibili rischi di valanghe. Il Centro per la gestione dei disastri ha riferito che l’area più colpita è quella intorno alla capitale. Dato il crescente aumento del livello del fiume Kelani, le autorità hanno intimato ai residenti di Wellampitiya, Kollonnawa, Kotikawatta, Sedawatta, Sinhapura e Oruthotawatta di mettersi al riparo in luoghi sicuri. La maggior parte di essi ha trovato rifugio in scuole, templi e chiese.

    Nella villaggio di Aranayaka, a circa 100 km in direzione nord-est rispetto a Colombo, una frana ha seppellito le case. Militari dell’esercito hanno recuperato 150 superstiti, ma vi sono poche speranze per le altre persone disperse.

    Nel primo pomeriggio anche il presidente Maithripala Sirisena ha visitato le zone alluvionate e ha incontrato le famiglie dei dispersi. A loro ha assicurato che la massima priorità del governo è la ricerca dei superstiti.

    La perturbazione che ha flagellato lo Sri Lanka sta ora interessando anche gli Stati indiani del Tamil Nadu e del Kerala. A Chennai (in Tamil Nadu) le strade si sono allagate, senza però arrivare all’inondazione che lo scorso dicembre causò centinaia di vittime. Nelle prossime ore le piogge sono attese in Bangladesh.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    26/05/2016 15:41:00 SRI LANKA
    Alluvione in Sri Lanka: la Caritas distribuisce aiuti a sfollati e vittime

    Le piogge torrenziali hanno colpito 237mila persone, di cui circa 62mila costrette ad abbandonare le case. In tutto le vittime sono 102; gli sfollati vivono in 250 aree gestite dal governo. I vescovi hanno lanciato un appello alla solidarietà tra la popolazione. Le chiese hanno aperto le proprie strutture; cattolici e buddisti offrono i soldi raccolti per i propri compleanni e per la festa di Buddha.



    19/04/2017 08:53:00 SRI LANKA
    Colombo, salgono a 32 le vittime della valanga di rifiuti

    Il 14 aprile una montagna di rifiuti alta 91 metri si è abbattuta sulla baraccopoli di Meethotamulla. Circa 80 case seppellite, altre 17 danneggiate. Almeno 1.500 agenti impegnati nella ricerca di 30 dispersi. I residenti lamentavano da tempo la pericolosità della discarica.



    23/05/2016 09:00:00 BANGLADESH
    Bangladesh, il ciclone Roanu fa 24 vittime e 500mila sfollati. La Caritas organizza i soccorsi

    Piogge battenti e forti venti hanno colpito i distretti costieri. Gli uffici regionali della Caritas hanno attivato 246 piani di emergenza già predisposti per situazioni simili. Migliaia di persone sono state salvate, molte altre hanno chiesto soccorso al governo. Gli aiuti dell’amministrazione tardano ad arrivare.



    11/11/2014 SRI LANKA
    Sri Lanka, società civile chiede case e scuole per le vittime della valanga di fango
    Il governo sospende le operazioni di ricerca. Sul sito colpito, ci sarà una lapide con i nomi di morti e "scomparsi". Diverse associazioni accusano il governo e i proprietari della piantagione da tè di "collusione e negligenza criminale".

    03/05/2014 AFGHANISTAN
    Afghanistan, valanga di fango nel nord-est: 350 vittime accertate, 2mila sepolti vivi
    La provincia del Badakhshan è stata colpita nei giorni scorsi da piogge torrenziali, che hanno causato smottamenti e frane. La situazione peggiore nel villaggio di Hargu, dove 215 famiglie sono state ricoperte da terra, fango e rocce. I soccorritori costretti a operare a mani nude: mancano i macchinari pesanti.



    In evidenza

    VATICANO
    Papa: Il 24 maggio, uniti ai fedeli in Cina nella festa della Madonna di Sheshan



    Al Regina Caeli papa Francesco ricorda la Giornata mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina, instaurata da Benedetto XVI. I fedeli cinesi devono dare il “personale contributo per la comunione tra i credenti e per l’armonia dell’intera società”. Il Simposio di AsiaNews sulla Chiesa in Cina.  Un appello di pace per la Repubblica Centrafricana. “Volersi bene sull’esempio del Signore”. “A volte i contrasti, l’orgoglio, le invidie, le divisioni lasciano il segno anche sul volto bello della Chiesa”. Fra i nuovi cinque cardinali, anche un vescovo del Laos.


    VATICANO-CINA
    24 maggio 2017: ‘Cina, la Croce è rossa’, il Simposio di AsiaNews

    Bernardo Cervellera

    Il raduno in occasione della Giornata Mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina. Un titolo con molti significati: la Croce è rossa per il sangue dei martiri; per il tentativo di soffocare la fede nei controlli statali; per il contributo di speranza che il cristianesimo dà a una popolazione stanca di materialismo e consumismo e alla ricerca di nuovi criteri morali. A tema anche la grande e inaspettata rinascita religiosa nel Paese. Fra gli invitati: il card. Pietro Parolin, mons. Savio Hon, il sociologo delle religioni Richard Madsen, testimonianze di sacerdoti e laici cinesi.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®