18 Agosto 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 17/03/2010, 00.00

    IRAN

    Polizia schierata per frenare la festa iraniana del fuoco



    Khamenei: Questa festa porta danni e corruzione, è meglio evitarla. L’opposizione invita a usare la festa per manifestare contro il regime. Vi sono stati 50 arresti, ma per “disturbo della quiete pubblica”.
    Teheran (AsiaNews/Agenzie) – In diverse città la polizia iraniana è stata schierata per fermare possibili moti dell’opposizione in occasione della festa del fuoco, un’antica festa zoroastriana, iniziata ieri sera. Secondo alcuni siti web, vi sono stati scontri nella capitale e le forze dell’ordine hanno arrestato 50 persone.
     
    La festa del fuoco, Chaharshanbeh-Suri, è un’antica tradizione zoroastriana, che si celebra il mercoledì prima della festa di Nouruz, il capodanno iraniano, il 21 marzo.
     
    La tradizione vuole che alla sera della vigilia, i fedeli facciano scoppiare mortaretti, accendano sette fuochi e saltino attraverso le fiamme, per indicare il passaggio dall’inverno alla primavera.
     
    Le autorità islamiche iraniane bocciano queste feste come eretiche e senza basi nella Sharia. Alcuni giorni fa, la guida suprema Alì Kahmenei ha detto che lo Chaharshanbeh-Suri “causa molti danni e corruzione e per questo è meglio evitarla”.
     
    Il timore più grande è però che questa festa e i raduni siano usati dall’opposizione a manifestare il proprio dissenso, come è avvenuto in tutti questi mesi, dopo la rielezione di Mahmoud Ahmadinejad e le manifestazioni dell’onda verde.
     
    Alcuni gruppi dell’opposizione hanno invitato a manifestare contro il regime, ma uno dei leader, Mir Hossein Moussavi ha chiesto ai suoi sostenitori di evitare disordini.
     
    Il sito dell’opposizione, Jaras, afferma che vi sono stati scontri a Teheran. Ma altre testimonianze dicono che la festa si sta svolgendo senza problemi, solo in una maniera “più discreta” degli altri anni. La polizia ha dichiarato che vi sono stati 50 arresti per “disturbo della quiete pubblica”.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    11/02/2010 IRAN
    Appello delle “Madri piangenti” dell’Iran: liberate i nostri figli, arrestate chi li uccide
    Nel 31° anniversario della Rivoluzione islamica, un gruppo di madri protesta contro le violenze del regime verso i giovani. Manifestazione a favore di Ahmadinejad con decine di migliaia di aderenti. Minacciate le dimostrazioni degli oppositori.

    21/01/2010 IRAN
    Khamenei e Ahmadinejad minacciano giornali e l’Onda verde: nessuna tolleranza
    Si attendono nuovi scontri per l’11 febbraio, 31° anniversario della Rivoluzione khomeinista. Previste ingenti manifestazioni dell’opposizione e dei sostenitori del governo. Quindici giornali hanno ricevuto “avvertimenti” perché pubblicano critiche al presidente, definiscono “caotica” la situazione; dicono che non c’è libertà di espressione. Proibiti l’uso di e-mail e sms per organizzare dimostrazioni.

    30/01/2010 IRAN
    Folla a Qom grida “Morte a Khamenei”, in ricordo di Montazeri
    Nonostante rigidi controlli e posti di blocco, un gruppo di persone si è radunata a 40 giorni dalla morte dell’ayatollah defunto. Non si placa la pressione dell’Onda verde, anche se aumenta la repressione.

    28/12/2009 IRAN
    La rivolta di Teheran nel giorno dell’Ashura: almeno 15 uccisi
    Cinque appartengono alle forze di sicurezza; dieci ai manifestanti dell’opposizione. Fra essi un nipote di Moussavi. Rivolte in molte altre città del Paese. La gente è ormai disposta a tutto e sfida gli spari e i manganelli per andare contro la dittatura e il regime di Khamenei. Ma l’Onda verde è senza leader, che appaiono timorosi. Oggi si attendono nuove manifestazioni e scontri.

    02/01/2010 IRAN
    Moussavi “pronto a morire”, ma l’Onda verde chiede la fine di Khamenei
    I leader del movimento di opposizione faticano a stare al passo con le pressioni della base. Moussavi chiede solo riforme politiche, all’interno della Repubblica islamica. L’Onda verde vuole la fine della dittatura. Giallo sulla presenza di Moussavi e Karroubi a Teheran. Ahmadinejad sempre più duro.



    In evidenza

    LIBANO-M. ORIENTE-VATICANO
    Patriarchi cattolici d’Oriente: Il genocidio dei cristiani, un affronto contro tutta l’umanità

    Fady Noun

    Colpite da guerre, emigrazione e insicurezza, le comunità cristiane si sono ridotte ormai a un “piccolo gregge” nell’indifferenza internazionale. Un appello a papa Francesco e alla comunità internazionale. Cattolici e ortodossi condividono gli stessi problemi. La fine dei cristiani in Oriente sarebbe “uno stigma di vergogna per tutto il XXI secolo”.


    COREA
    Vescovi coreani: No alle ‘provocazioni imprudenti’. Fermiamo l’escalation nucleare lavorando per la ‘coesistenza dell’umanità’



    I vescovi coreani hanno diffuso oggi un’Esortazione sulle tensioni crescenti attorno alla penisola coreana. La Corea del Nord, ma anche i “Paesi limitrofi” rischiano di compiere “azioni precipitose, senza freni”, che potrebbero portare alla “morte di innumerevoli persone” e a “piaghe profonde per l’intera l’umanità”. Ridurre le spese militari e potenziare le spese per lo sviluppo umano e culturale. L’appello a usare “la coscienza, l’intelligenza, la solidarietà, la pietà e il mutuo rispetto”. La preghiera nel giorno dell’Assunta, festa dell’indipendenza coreana.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®